Debutterà nel 2024 la prima elettrica della Piëch Automotive

Share

Dopo il debutto del concept di auto sportiva elettrica Mark Zero al Salone di Ginevra 2019, la svizzera Piëch Automotive sta facendo progressi sul modello di produzione, conosciuto con il nome di progetto Piëch GT che si appresta a debuttare in Europa, Cina e USA.

Lo sviluppo delle celle delle batterie, originariamente iniziato in Cina, è stato spostato in una fabbrica più vicina all’Europa. Anche il nuovo centro di prova da poco trasferito a Memmingen, nel sud della Germania, ha consentito di continuare a condurre in modo efficiente lo sviluppo della vettura. 

A metà del 2024 la nuova Piëch GT sarà lanciata sul mercato come il primo veicolo elettrico di una gamma di prodotti composta da tre varianti sportive: la GT, un SUV e una berlina. Nella configurazione destinata alla produzione, la GT prevede tre motori sincroni da 204 Cv ciascuno (uno anteriore e due posteriori) per 612 Cv complessivi.

La granturismo sportiva a due posti è lunga 4,43 metri e alta 1,25, presenta proporzioni e design da coupé classica, con il cofano allungato e l’abitacolo spostato verso l’asse posteriore. L’ampio uso della fibra di carbonio e le dimensioni relativamente compatte della GT permetteranno, secondo i tecnici svizzeri, di mantenere la massa totale a secco entro i 1.800 kg, considerati pochi per un veicolo elettrico di questo tipo.

La Piëch dovrebbe garantire un’autonomia sino a 500 km e uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3″. La Piëch Automotive – creata da Anton, figlio dell’ex numero uno di Volkswagen Ferdinand Piëch – dedicherà molto tempo alla messa a punto della ciclistica e al bilanciamento dei pesi per evocare il piacere di guida tipico di una sportiva tradizionale. Per questo, le batterie da 75 kWh (fornite dalla cinese DESTEN) non sono posizionate sotto al pianale, ma seguono, con una forma a T, l’asse posteriore e il tunnel centrale. La Piëch GT elettrica potrà essere caricata all’80% della capacità in otto minuti da qualsiasi stazione di ricarica rapida CCS2, mentre utilizzando un caricabatterie rapido appositamente sviluppato da TGOOD i tempi scenderanno a meno di 5′.

I primi test sono in corso di svolgimento nella struttura della Piëch Engineering GmbH in Germania, grazie al primo prototipo completato sotto la supervisione di Klaus Schmidt. Un secondo prototipo sarà realizzato entro marzo 2022, seguito da un’ulteriore serie di auto di prova entro la fine dell’anno e un altro lotto nel 2023. Dopo il lancio l’obiettivo è di costruire 1.200 unità il primo anno. La rete di vendita sarà composta da circa 60 punti vendita tra Europa, Medio Oriente, Cina e Stati Uniti.

Share