Sostenere progetti sociali, sostenibili e tecnologici: il ruolo di Fondazione Italiana Accenture

Diego Visconti, Presidente Fondazione Italiana Accenture
Diego Visconti, Presidente Fondazione Italiana Accenture
Share

Nata nel 2002 come espressione della responsabilità sociale di Accenture Italia, Fondazione Italiana Accenture ha l’obiettivo di stimolare e valorizzare l’innovazione tecnologica, e promuovere iniziative ad elevato impatto sociale. 

L’azione di Fondazione Italiana Accenture è orientata a due obiettivi principali. In primis, accompagnare la crescita, l’evoluzione, e la digitalizzazione delle organizzazioni non-low profit, attraverso la creazione di un ecosistema collaborativo che aggrega risorse, competenze, esperienze per metterle a disposizione degli imprenditori sociali e dei loro progetti. E, al tempo stesso, favorire l’occupazione dei giovani e delle categorie in condizioni di svantaggio, attraverso la formazione sulle competenze del futuro, creando le condizioni per un accesso equo al mondo del lavoro.

Fondazione Italiana Accenture, le attività

Le sue attività si sviluppano su due direzioni ben precise:

  • la progettazione e gestione di concorsi e bandi multi-stakeholder, tesi a intercettare e accompagnare la crescita di progetti ad elevato impatto sociale, e a favorire e migliorare l’occupazione. Esempi di programmi ricorsivi orientati a questi obiettivi sono Welfare, che impresa! e Youth in Action for SDGs, entrambi giunti alla sesta edizione.
  • idea360 che è la piattaforma digitale disegnata e sviluppata da Fondazione Italiana Accenture per gestire, abilitare e promuovere programmi e iniziative coerenti con la sua missione.

“Siamo convinti che sostenere i progetti sociali con una visione prospettica e sostenibile significhi offrire agli imprenditori sociali una combinazione di più strumenti: risorse finanziarie ma soprattutto competenze, tecnologie, processi attraverso i quali moltiplicare l’ampiezza e la qualità dell’impatto generato”, dichiara Diego Visconti, presidente di Fondazione Italiana Accenture.

Fondazione Italiana Accenture e Idea360

idea360 è uno strumento che Fondazione Italiana Accenture mette anche a disposizione in modalità white label a terze parti (come associazioni, fondazioni, aziende, istituzioni) per permettere loro di progettare e gestire in modalità interamente digitale processi e programmi che prevedono l’acquisizione strutturata di dati e informazioni di diversa natura e formato (concorsi, bandi, call, manifestazioni di interesse, questionari). Inoltre permette anche di attivare programmi di formazione on-demand (e-learning); e, infine, di attivare e gestire campagne di crowdfunding, ossia di raccolta fondi in modalità digitale.

Simona Torre, direttore generale della Fondazione Italiana Accenture

In sintesi, idea360 è un asset tecnologico che favorisce l’innovazione sociale aggregando e veicolando valore (grant, finanziamenti a tasso agevolato, impact investments, borse di studio, percorsi di accelerazione) in una logica di sempre maggiore convergenza tra profit e non profit. Anche perché permette l’attivazione di bandi e concorsi in pochi giorni, ed è gestibile in totale autonomia grazie alla sua elevata configurabilità e personalizzazione. 

“Crediamo in idea360 come strumento che abilita e accelera la digitalizzazione delle realtà che operano nel non-low profit, favorendo l’efficacia, la trasparenza e l’efficienza dei loro programmi”, ha aggiunto Simona Torre, direttore generale della Fondazione. In questo ultimo anno abbiamo investito per sviluppare una nuova versione di idea360, disponibile da settembre 2021, per renderla ancora più flessibile, configurabile, usabile. La piattaforma è in continua evoluzione. I nostri obiettivi dei prossimi anni sono sempre più ambiziosi, puntiamo a far conoscere idea360 per favorirne l’utilizzo al servizio di programmi ispirati all’impatto sociale e alla sostenibilità”.

idea360 in cifre 

Dal 2019 al 2021 idea360 ha permesso di realizzare o promuovere più di 100 programmi. E di generare un valore di circa 8 milioni di euro (grant, finanziamenti agevolati, borse di studio, percorsi di accelerazione certificati, crowdfunding). Infine, di erogare oltre 22.000 ore formazione in modalità e-learning a più di 700 organizzazioni, 2.700 imprenditori sociali e 2.400 giovani. 

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.