Intelligenti, connessi e sostenibili: Fas International lancia i nuovi distributori automatici

fas
Da sinistra Mariangela Adriani e Luca Adriani, alla guida di Fas International
Share

Ordinare, fissare appuntamenti per il ritiro e pagare senza contanti. Arrivano i distributori automatici intelligenti, degli erogatori ‘robotici’ che entrano ufficialmente a far parte della filiera di servizi ad alta performance digitale e soprattutto a basso – per alcuni aspetti anche pari a zero – impatto ambientale.

A 55 anni dalla sua fondazione Fas International, la storica azienda di Schio in capo alla famiglia Adriani, oggi alla terza generazione, lancia dei nuovi distributori automatici con particolare attenzione ai temi della sostenibilità e della sicurezza energetica e ambientale. I fratelli Luca e Mariangela Adriani, alla guida dell’azienda di famiglia, mettono sul mercato i distributori “intelligenti e connessi” e l’attività di sviluppo software rivolta alle proposte di soluzioni gestionali nei comparti di business food e non-food,  con particolare riferimento a quello del retail e della grande distribuzione organizzata.

La piattaforma Food24system per il mercato del retail

La piattaforma Food24system è stata pensata pensata per abilitare e facilitare gli attori della ristorazione collettiva per un servizio di somministrazione automatizzato, flessibile, facile e sicuro che consenta la prenotazione e l’acquisto della pietanza da un’app web dedicata e il ritiro da parte del consumatore finale tramite i Food-Locker refrigerati a piatti rotanti [email protected] In questo modo Fas Solution si si pone sul mercato del retail quale innovativo partner tecnologico in Bpo (Business process outsourcing) per abilitare e facilitare tutte le soluzioni di vendita al consumatore finale con le più moderne modalità di acquisto integrate nelle dimensioni online e offline, applicabili ai più svariati settori commerciali per la vendita e la distribuzione di beni e servizi. L’esordio del sistema si basa sulla generazione 4.0 delle vending machine: sia del freddo Snack&Food, sia del caldo Hot&Cold, con una nuova collezione 2022 dal design moderno e accattivante, rivisto anche sotto il profilo estetico e funzionale.

Un’altra novità, presentata a Venditalia, l’evento milanese top del settore, è la Skudo Lift, dotata di un tablet antisfondamento pensata per gli spazi pubblici come le metropolitane e le stazioni ferroviarie, che grazie alla presenza di uno speciale sistema ad ascensore consente l’erogazione di prodotti fragili e voluminosi, oltre al ritiro con una sola mano, direttamente dal vano erogazione dotato di sportello motorizzato. 

Sostenibilità, sicurezza e controllo in Fas International

Estremamente curato l’aspetto sostenibilità: tutti i distributori automatici del freddo di Fas Snack&Food sono alimentati dal nuovo gruppo refrigerante a anidride carbonica. L’impatto ambientale così risulta quasi nullo, oltre che sicuro, grazie allo sfruttamento della Co2, gas naturale altamente performante e non infiammabile. 

Importante anche l’azione sul tema della sicurezza e del controllo: tutte le macchine sono collegate al Fas Cloud+, il cui accesso è integrato nella macchina e quindi gratuito, attraverso il quale ogni cliente può ottenere informazioni dalla macchina, fare modifiche, controllare lo status del distributore, resettarlo, aggiornarlo e gestire le erogazioni da remoto, in un ambiente informatico sicuro grazie ai sistemi server di Google.

L’attenzione di Fas sulla sostenibilità ambientale e l’economia circolare è rappresentata anche dal compattatore Tritech grazie al quale si riduce dell’80% il volume di bottigliette Pet e di lattine di alluminio a beneficio dell’efficientamento del recupero del prezioso materiale e l’avvio al processo di riciclo di Pet e alluminio. Quest’anno il Tritech debutta nei circoli di golf italiani, a cominciare  dal milanese Golf Club Ambrosiano grazie alla partnership con l’Aitg – Associazione italiana tecnici golfisti.

Innovazione e integrazione con i sistemi di pagamento Paypal e Satispay

La rapida innovazione dei processi nell’era della transizione digitale, che abilita e facilita il passaggio dall’analogico al digitale, consentirà non soltanto di rendere l’esperienza di acquisto più user friendly e intuitiva, ma anche di implementare nuovi sistemi di pagamento cash-less. Una delle soluzioni di punta, frutto dello sviluppo di una nuova elettronica, sarà il distributore Cash-back che, grazie all’integrazione con i sistemi di pagamento Paypal e Satispay, consentirà ai consumatori e utenti finali di acquistare tramite i sistemi di pagamento virtuali. Inoltre la macchina è disegnata per consentire una maggiore autonomi nella gestione degli spazi fisici.  

“L’emergenza Covid ha determinato un cambiamento importante nello stile di vita di tutti”, commenta Luca Adriani, amministratore delegato e rappresentante della seconda generazione della famiglia Adriani alla guida di Fas International Srl. “Naturalmente anche nel settore del vending, che ha sofferto moltissimo a causa dei ripetuti lock-down. Siamo stati dunque stimolati a studiare e progettare nuove modalità e soluzioni innovative di distribuzione automatica in coerenza con i grandi cambiamenti che la transizione digitale pervade in ogni attività economica. Nel biennio passato abbiamo effettuato importanti investimenti nello sviluppo dell’area software come anche nelle risorse umane ingaggiando giovani specializzate nell’It. Questo ci ha consentito di avviare la nuova Business unit Fas solutions per essere percepiti quali affidabili partner tecnologici per lo sviluppo di soluzioni integrate di distribuzione automatica e di innovazione di processo grazie alla piattaforma Food24System integrata ai nostri distributori automatici, come già facciamo con le partnership tecnico-commerciali con importanti operatori quali Camst nel food e il gruppo tedesco Würth nel non food”.

Fas International, fondata nel 1967, è un’azienda italiana leader nel mercato dei distributori automatici e uno dei più importanti player europei del vending. La produzione di Fas avviene unicamente in Italia, nello stabilimento di Schio, in provincia di Vicenza, che conta circa 150 dipendenti e produce più di 14.000 macchine all’anno, esportando in 55 nazioni con un fatturato medio negli ultimi anni di circa 42 milioni di euro.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.