Skin
Jensen Huang, Nvidia
Money

Non solo Jensen Huang: questi 10 azionisti di Nvidia sono diventati più ricchi di 36 miliardi di dollari in un mese

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Il ceo della vivace azienda di chip, Jensen Huang, non è l’unico ad aver ottenuto grandi risultati dall’impennata delle azioni di Nvidia.

“La prossima rivoluzione industriale è iniziata”, ha dichiarato il cofondatore e ceo di Nvidia Jensen Huang il mese scorso, durante la conferenza sugli utili trimestrali. “Aziende e paesi stanno collaborando con Nvidia per costruire un nuovo tipo di data center, fabbriche di intelligenza artificiale, per produrre una nuova commodity, l’intelligenza artificiale”.

L’ascesa di Nvidia

Nessuno ha beneficiato più di Huang della fulminea ascesa di Nvidia. Cinque anni fa valeva circa 4 miliardi di dollari ed era al 546esimo posto tra i più ricchi nella lista dei miliardari mondiali di Forbes. Poco più di un anno fa valeva 21 miliardi di dollari ed era al 76esimo posto nel mondo. Ora, con una capitalizzazione di mercato di Nvidia che supera i 3.200 miliardi di dollari, è il 12° più ricco del mondo, con un patrimonio di 115 miliardi di dollari, soprattutto grazie alla sua quota di quasi il 4% nella società.

LEGGI ANCHE: “Il fondatore di Nvidia entra nel club delle persone con 100 miliardi di dollari di patrimonio”

Sebbene Huang sia l’azionista più noto di Nvidia, ce ne sono molti altri che hanno beneficiato personalmente dell’aumento delle azioni. Tra i maggiori guadagni ci sono altri dirigenti, tra cui il direttore finanziario Colette Kress e il suo consigliere generale, Tim Teter, oltre a quattro membri del consiglio indipendenti che insieme possiedono azioni per un valore di oltre 10 miliardi di dollari.

Chi si sta arricchendo grazie a Nvidia

Uno di questi membri del consiglio è il miliardario Mark Stevens, che ha iniziato a collaborare con Nvidia nel 1993, lo stesso anno in cui è stata fondata la neonata società di chip. Era un nuovo partner di Sequoia quando il fondatore dell’azienda, Don Valentine, ricevette una chiamata dal fondatore di LSI Logic Wilfred “Wilf” Corrigan. “C’è questo ragazzo che lavora alla LSI e mi dispiace vederlo andare via. Ragazzi, dategli un occhio”, ha detto Corrigan a Valentine, secondo Stevens.

Valentine e Stevens hanno incontrato Huang, che ha proposto loro l’idea di un’azienda che progettasse chip grafici 3D per giochi per PC. “Abbiamo pensato che fosse intrigante”, afferma Stevens. Secondo PitchBook, Sequoia ha investito 1 milione di dollari nella società, parte di un investimento che ha valutato l’azienda a soli 7 milioni di dollari. Stevens, che aveva lavorato presso Intel ed era il giovane esperto di semiconduttori di Sequoia, si unì al consiglio di amministrazione di Nvidia. Se ne andò nel 2006 in un momento in cui i partner di Sequoia stavano abbandonando i consigli di amministrazione delle società quotate per concentrarsi su società private.

Nel 2008, Huang lo invitò a rientrare nel consiglio. In gran parte grazie al primo investimento di Sequoia, Stevens ora possiede azioni Nvidia per un valore di 5 miliardi di dollari. Ma dice che non fa parte del consiglio per i soldi. “Adoro il nostro cda. Penso che potrebbe essere il migliore d’America”.

L’attuale venture capitalist ed ex dirigente tecnologico Brooke Seawell è stato convinto da un altro dirigente tecnologico, Harvey Jones, a entrare nel consiglio di amministrazione di Nvidia nel 1997. I due uomini si sono conosciuti mentre Seawell era vicepresidente senior di Finance & Operations presso Synopsys, dove Jones era ad.

Nvidia “operava nel settore dei semiconduttori grafici, un settore ipercompetitivo… e il ceo aveva poco più di 30 anni. Non era nemmeno stato vicepresidente prima di fondare l’azienda”, ricorda Seawell. “L’ho guardato e ho detto: ‘Ragazzi, questo non mi convince'”. Tuttavia, Jones, che era entrato nel consiglio di amministrazione nel 1993, era persuasivo, e Nvidia era alla ricerca di qualcuno con esperienza in finanza e che prendesse un società quotata, cosa che Seawell aveva fatto a Synopsys. Seawell ora possiede 700 milioni di dollari delle sue azioni.

L’occasione mancata

Una persona che ha perso miliardi è il cofondatore di Huang ed ex chief technology officer, Curtis Priem, che aveva lo stesso numero di azioni di Huang quando Nvidia si quotò nel 1999, ma lasciò l’azienda più di 20 anni fa. Se avesse mantenuto le sue azioni, avrebbe potuto essere un miliardario. Priem ha venduto o donato tutte le sue azioni Nvidia entro il 2007, ha detto a Forbes l’anno scorso, e sta finanziando un computer quantistico che vale il triplo del suo attuale patrimonio netto stimato di meno di 50 milioni di dollari.

Non è chiaro cosa abbia fatto il cofondatore ed ex vicepresidente dell’ingegneria Chris Malachowsky con le sue azioni Nvidia da quando se ne è andato due decenni fa. Non gli è stato richiesto di rivelare le sue vendite o partecipazioni in Nvidia dal 2002, quando deteneva 773 milioni di azioni (al netto dei frazionamenti). I tentativi di raggiungere Malachowsky non hanno avuto successo.

La leadership di Huang

L’azienda non ha perso un colpo dopo che i cofondatori se ne sono andati. Seawell, che fa parte del consiglio di amministrazione di Nvidia da quasi 27 anni, attribuisce alla leadership di Huang il merito di aver guidato l’azienda in modo così costante. “L’intelligenza artificiale è un concetto da molti, molti decenni. Ma Jensen ha visto che con una potenza di calcolo sufficiente, tutto ciò avrebbe potuto diventare pratico e reale”, afferma Seawell. Huang trascorre parte del suo tempo non solo sulla tecnologia, ma concentrandosi sul lavoro di squadra e aiutando i dipendenti a svolgere il lavoro che li appassiona. Per questo il turnover dei dipendenti molto basso: solo il 3% all’anno, secondo Seawell, rispetto al 15% nella maggior parte delle aziende della Silicon Valley.

Seawell afferma: “Jensen sarà la prima persona a dire che abbiamo avuto molti alti e bassi e che abbiamo commesso tantissimi errori. Ma abbiamo imparato dai nostri errori e miglioriamo costantemente”.

Ecco i 10 attuali direttori e dirigenti di Nvidia che sono diventati più ricchi grazie alle partecipazioni e alle vendite di azioni di Nvidia, con un incremento complessivo di 36 miliardi di dollari nell’ultimo mese:

Il patrimonio netto e i valori delle azioni sono aggiornati a venerdì 14 giugno. La liquidità è al netto delle imposte stimate, apprezzate annualmente.

1. Jensen Huang
CEO di Nvidia
Patrimonio netto: $ 115 miliardi
Valore attuale delle azioni Nvidia: 114 miliardi di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: 1,5 miliardi di dollari

2.Mark Stevens
Membro del consiglio di amministrazione di Nvidia
Patrimonio netto: 8,7 miliardi di dollari
Valore attuale delle azioni Nvidia: 5,2 miliardi di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: 400 milioni di dollari

3. Tinca Coxe
Membro del consiglio di amministrazione di Nvidia
Patrimonio netto: 5,7 miliardi di dollari
Valore attuale delle azioni Nvidia: 4,8 miliardi di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: 400 milioni di dollari

4.Harvey Jones
Membro del consiglio di amministrazione di Nvidia
Patrimonio netto: 1,4 miliardi di dollari
Valore attuale delle azioni Nvidia: 1 miliardo di dollari
Liquidità stimata dalla vendita di azioni NVDA: 300 milioni di dollari

5. Colette Kress
Direttore finanziario di Nvidia
Valore attuale delle azioni Nvidia: 700 milioni di dollari
Liquidità stimata dalla vendita di azioni NVDA: 50 milioni di dollari

6. Brooke Seawell
Membro del consiglio di amministrazione di Nvidia
Valore attuale delle azioni Nvidia: 700 milioni di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: 60 milioni di dollari

7. Jay Puri
Vicepresidente esecutivo di Nvidia
Valore attuale delle azioni Nvidia: 500 milioni di dollari
Liquidità stimata dalla vendita di azioni NVDA: 150 milioni di dollari

8. TimTeter
Consulente legale generale di Nvidia
Valore attuale delle azioni Nvidia: 300 milioni di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: Nessuna

9. Debora Shoquist
Vicepresidente esecutivo di Nvidia
Valore attuale delle azioni Nvidia: 200 milioni di dollari
Liquidità stimata dalla vendita di azioni NVDA: 130 milioni di dollari

10. Mark Perry
Membro indipendente del consiglio di amministrazione di Nvidia

Valore attuale delle azioni Nvidia: 200 milioni di dollari
Liquidità stimata derivante dalla vendita di azioni NVDA: 40 milioni di dollari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .