Seguici su
Classifiche 30 Marzo, 2020 @ 4:17

“Art & Style” 2020

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Classifica

NICOLA BROGNANO, 29

Direttore creativo di Blumarine. Ha inoltre creato un brand di abbigliamento femminile che porta il suo nome e che sfila regolarmente sulle passerelle milanesi

SERGIO PITRONE, 25

Co-fondatore e ceo di Icast. Ha sviluppato una piattaforma digitale che permette di effettuare casting di moda online

MARCELLO POLITO, 29; NICOLÒ STABILE, 28

Co-fondatori di Plan X Art Gallery. Hanno creato una galleria di arte contemporanea innovativa che supporta artisti di tutto il mondo

DARIO SPALLONE, 27

Fondatore e ceo di D1 Milano. Ha creato un marchio di orologeria fedele allo stile made in Italy dedicato al businessman

VERONICA VARETTA, 27

Fondatrice di Lil Milan

Vedi classifica

Articoli correlati

Leader 6 Marzo, 2020 @ 5:19

Ecco i nuovi “talenti under 30” di Forbes Italia per il 2020

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Managing editor di Forbes ItaliaLeggi di più dell'autore
chiudi

C’è chi ha realizzato la prima stampante 3D al mondo nei circuiti di Superbike per fare produzione real time nei box; chi ha fatto parte del team dell’Università di Yale che ha resuscitato alcune cellule cerebrali di un maiale morto; chi ha creato una startup di delivery che consegna qualsiasi prodotto dalla farmacia, inclusi i medicinali con ricetta, direttamente a casa; chi ha inventato una bottiglia intelligente che grazie alla tecnologia blockchain pulisce il pianeta quando viene utilizzata; e chi gestisce una piattaforma che aiuta ragazze a trovare il lavoro dei sogni in prestigiose case di moda come Prada, Valentino e Dior.

Sono solo alcune delle 100 menti brillanti, tutte italiane e sotto i 30 anni, che troverete sul nuovo numero in edicola di Forbes Italia, insieme ai 600 innovatori della Forbes 30under30 Usa & Canada, che stanno cambiando il corso e il volto di 20 settori con le loro idee dirompenti. Sono la prova che il futuro sarà nuovo, eccitante e profondamente diverso.

Una generazione di giovani leoni pronta a rimboccarsi le maniche come hanno fatto i loro nonni quando ricostruirono un paese ridotto in macerie. L’impegno è il segno distintivo verso il successo come nel caso della cover story. La copertina va infatti a Erica Alessandri (categoria Marketing & Advertising), cresciuta in Technogym e ora digital product manager. Erica fa parte nel board e la rappresenta al World Economic Forum. Dal celebre padre Nerio, che ha sempre scelto come modello, ha appreso tenacia, applicazione, genialità e attenzione alle istanze sociali dell’impresa. Erica sta portando avanti il suo sogno personale, quello di affermarsi nelle posizioni manageriali dell’azienda di famiglia, che chiama in modo suggestivo. “Ho un fratello più piccolo, Edoardo, che studia ancora e una sorella maggiore con cui condivido tutto, anche i segreti. Si chiama Technogym”, ricorda Erica. A soli 29 anni ha una posizione di vertice all’interno di una realtà che fattura oltre 600 milioni di euro all’anno.

Tra le storie di copertina anche quella di Giada Zhang (categoria Food & Drink), imprenditrice nata e cresciuta a Cremona, figlia di una coppia di emigrati dalla Cina. È alla guida di Mulan Group, un gruppo da circa 4 milioni di euro di fatturato annuo che rifornisce di cibo asiatico i supermercati italiani in ben 15 regioni. Le sue origini non sempre l’hanno aiutata – “ero l’unica bambina con gli occhi a mandorla e mi prendevano in giro per la pronuncia” – ma, racconta a Forbes Italia, “la diversità rappresenta motivo di ricchezza”.

E di diversity si parla anche nel caso di Imen Jane, all’anagrafe Imen Boulahrajane, 25 anni, italo-marocchina e co-fondatrice del progetto editoriale Will. È diventata popolare raccontando ai suoi 300mila seguaci su Instagram i temi caldi della politica internazionale e dell’economia. “Non è vero che il giornalismo è morto, ma sicuramente ha cambiato faccia”, dice.

Dall’America arrivano le sorelle Carolina e Claudia Recchi, che hanno fondato EdSights, un chatbot capace di verificare con gli studenti universitari a rischio abbandono l’impegno, i compiti a casa, e i problemi finanziari o personali che potrebbero mettere a rischio il loro percorso di studi. “Il sogno è quello di dare opportunità a quei ragazzi che lasciano gli studi perché non possono permettersi neanche il pranzo”.

Sempre fuori i confini nazionali, in Germania, è nata la startup Bella & Bona, una mensa aziendale online per i lavoratori. I tre amici co-fondatori, Niccolò Lapini, Matteo Cricco e Niccolò Ferragamo (già tra gli under 30 italiani dell’anno scorso) hanno raccolto circa 3 milioni di euro d finanziamenti e ora si apprestano a conquistare tutta Europa.

Tanti anche i volti noti presenti quest’anno nella lista come il tennista Jannik Sinner, il calciatore del Brescia Sandro Tonali e la nuotatrice Simona Quadarella per la categoria Sport; l’attrice Antonia Fotaras, gli youtuber Luigi Calagna e Sofia Scalia di MecontroTe per la categoria Entertainment; i dj e producer Merk & Kremont, il rapper e produttore Charlie Charles e i cantanti Achille Lauro, Elodie e Elettra Lamborghini per la categoria Music.

Infine, anche quest’anno i 100 under 30 selezionati da Forbes Italia, la cui lista completa sarà disponibile nei prossimi giorni onlinesaranno protetti e aiutati dai brand italiani leader nel proprio settore in qualità di tutor: Avio Aero, Hp, Altus, Snam, Gruppo San Donato e Escp Business School. A loro il compito di seguire passo dopo passo i giovani selezionati all’interno delle 20 categorie, con Forbes Italia a tenere traccia del loro percorso nell’ambito delle diverse media properties: magazine, piattaforma digital, convegni e tv. Ecco le 20 sezioni: Sports, Food & Drink, Entertainment, Venture Capital, Marketing & Advertising, Enterprise Tech, Manufacturing & Industry, Music, Social Entrepreneurs, Media, Law & Policy, Education, Retail, Consumer Tech, Healthcare, Art & Style, Games, Finance, Science e Energy.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Cultura 13 Marzo, 2020 @ 3:48

L’arte come medicina: l’iniziativa benefica di Plan X Art Gallery per il Sacco di Milano

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Marcello Polito e Nicolò Stabile
L’arte può fare bene al cuore, specie in un momento così difficile. Ne sono convinti anche Marcello Polito e Nicolò Stabile, due giovani imprenditori non ancora trentenni che, seguendo la loro passione, hanno aperto a Milano e Capri la Plan X Art Gallery. In una situazione tanto delicata per il paese, hanno deciso di lanciare l’asta online #artists4italy. “Stiamo contattando artisti di tutto il mondo chiedendo loro di donare un’opera”, ha spiegato il duo creativo. L’obiettivo? Devolvere l’intero ricavato in beneficenza all’ospedale Luigi Sacco di Milano e al Cotugno di Napoli. L’asta inizierà sabato 21 e terminerà domenica 22 e si potrà accedere tramite il sito www.planxartgallery.com. A supportare la causa artisti di fama internazionale come Alec Monopoly, Fidia, Webb e molti altri.
Plan X Art Gallery
Da quando hanno deciso di dare forma concreta ai loro sogni, Marcello e Nicolò hanno portato avanti un obiettivo ambizioso: avvicinare le nuove generazioni all’arte con un linguaggio innovativo. E questo anche attraverso lo strumento oggi indispensabile dei social media, Instagram in primis, dove sul loro profilo condividono centinaia di opere a sostegno di artisti contemporanei. I due curatori hanno dedicato da sempre la loro missione artistica alla condivisione di artisti all’avanguardia con il pubblico: guidati dalle loro conoscenze personali e dalla passione per l’arte, il loro obiettivo è offrire un’esperienza estetica originale e curata che possa indurre il grande pubblico a valorizzare l’arte contemporanea in tutto il mondo.

Dall’avvio della sua attività, nel 2017, Plan X ha creato una piattaforma artistica globale per i talenti emergenti più talentuosi del mondo. E tutto questo seguendo un approccio puramente meritocratico. Per i due imprenditori, infatti, non esiste solo la tradizionale formula della galleria d’arte, e difatti, in poco tempo, Plan X è diventato anche grazie al ruolo dei social media una sorta di mediatore culturale che racconta le storie degli artisti più dotati di oggi colmando il gap tra le persone e il bello. Milano e Capri, sono poi le loro due case: nel cuore della capitale meneghina, a soli cinque minuti da Piazza San Babila, lo spazio milanese è dedicato a progetti sperimentali. A Capri, invece, Plan X Rooftop è uno spazio espositivo esclusivo dove troverai una preziosa selezione di opere d’arte che incarnano lo spirito eclettico dell’isola.

Plan X Art Gallery
Non mancano naturalmente gli eventi, in Italia e all’estero, che hanno l’obiettivo di creare un movimento artistico nel quale riconoscersi. Come l’ultimo a Milano, “Out of line”, fuori dagli spazi della galleria, che ha dato vita alla collaborazione tra l’artista milanese Giampiero Romanò e CB Hoyo, giovane creativo cubano salito agli onori della cronaca per essere stato nominato da Artnet (uno digli operatori leader nel mercato dell’arte contemporanea quotato alla Borsa di Francoforte) tra i 10 più importanti artisti internazionali emergenti. E poi appuntamenti e kermesse di settore come la famosa Zonamaco art week 2020 a Città del Messico, una delle fiere d’arte contemporanea più importanti al mondo.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!