Enoitalia

Share

La prima azienda vinicola privata in Italia per numero di bottiglie prodotte e da anni fra le maggiori dieci del settore per fatturato (199 milioni di euro nel 2019, +12% a volume rispetto al 2018), ha appena lanciato anche il suo e-commerce, attraverso il canale Enowinery.it. L’attività produttiva avviene nelle sue due winery in cui lavorano 160 collaboratori, tra Verona e Vicenza. Entrambe le strutture sono dotate di impianti di vinificazione, imbottigliamento e stoccaggio all’avanguardia. Ogni anno oltre 100 milioni di consumatori nel mondo acquistano i vini di Enoitalia. L’azienda da sempre investe nella qualità dotandosi delle migliori tecnologie per tutelare la salute e la sicurezza dei consumatori, e garantire una crescita sostenibile. Con un fatturato di 199 milioni di euro nel 2019, il brand si posiziona al secondo posto fra i produttori di Prosecco Doc in Italia e tra i maggiori player della Doc Pinot grigio delle Venezie. La sua crescita a doppia cifra è sostenuta dallo sviluppo internazionale, dall’esclusivo modello di business e dai continui investimenti in capacità produttiva e capillarità distributiva. Enoitalia vanta una quota export pari all’80%, in cinque continenti e oltre 80 nazioni. UK, Stati Uniti, Canada, Europa i principali mercati di riferimento, con presenza nei canali on trade e off trade. Asia, Australia, Russia e Medio Oriente gli sviluppi futuri, con una task force dedicata.

CONTATTI

Località Colombara 5 - Calmasino di Bardolino (VR) - Tel. 0458876200
www.enoitalia.it

In primo piano

Enoitalia è nata nel 1986 per volontà della famiglia Pizzolo, già attiva da generazioni nel campo agroalimentare. Sotto la direzione di Giorgio Pizzolo (nella foto) e dei suoi tre fratelli Giuliano, Augusto e Floriano, Enoitalia è oggi uno dei maggiori player del vino italiano nel mondo.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo