Seguici su
SpaceEconomy 11 Agosto, 2020 @ 12:29

Elon Musk batte Jeff Bezos nella corsa a un contratto con la US Air Force

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
elon musk contro jeff bezos
(Forbes Italia)

Articolo di David Dawkins apparso su Forbes.com

La SpaceX di Elon Musk ha ottenuto una vittoria nella corsa miliardaria verso lo spazio. La US Air Force, l’aviazione americana, ha annunciato che i suoi razzi Falcon sono stati uno dei due vincitori di una gara multimiliardaria per sostituire la tecnologia missilistica russa.

Blue Origin di Jeff Bezos è risultata sconfitta dalla decisione della US Air Force alla fine della scorsa settimana, e il ceo Bob Smith in seguito ha ammesso di essere “deluso” dalla decisione, sostenendo che Blue Origin aveva fatto una “offerta convincente” per il contratto.

La sfida segna quello che potrebbe essere il primo di una serie di confronti tra miliardari nell’ambito dei contratti spaziali, con alcuni degli imprenditori più noti al mondo l’uno contro l’altro in una corsa allo spazio che potrebbe negli anni valere miliardi di denaro pubblico. Un partner di un fondo di venture capital incentrato sull’esplorazione spaziale ha detto a Forbes che le “battaglie Musk contro Bezos” potrebbero “imperversare” per molti anni a venire.

Soldi dei contribuenti, nello spazio

Venerdì, la SpaceX di Musk e la United Launch Alliance, una joint venture tra Lockheed Martin e Boeing, hanno vinto due contratti della National Security Space per un valore complessivo di 653 milioni di dollari per “servizi di lancio” a partire dal 2022 per un periodo di 5 anni.

Formalmente denominato National Security Space Launch Phase 2 Launch Service Procurement, il contratto dà a United Launch Alliance (ULA) e SpaceX una divisione 60-40 su circa 30 missioni per il Dipartimento della Difesa e il National Reconnaissance Office.

La gara è stata indetta nel 2018 dopo che gli Stati Uniti hanno deciso di smettere di usare razzi russi in un contesto di crescenti tensioni geopolitiche, legate alle minacce di fermare le esportazioni industriali dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non potrà acquistare razzi Atlas 5 russi dopo il 31 dicembre 2022 secondo un emendamento del Senato del giugno 2016, aprendo la porta a grandi imprese spaziali e miliardari come Musk e Bezos, i protagonisti più noti del rapporto tra imprenditori e razzi spaziali.

I dipartimenti del governo degli Stati Uniti che si appoggiano sempre di più agli imprenditori per ridurre il prezzo delle missioni spaziali. E William Roper, assistente segretario dell’Air Force per gli acquisti, la tecnologia e la logistica, ha dichiarato venerdì annunciando i vincitori dell’appalto, che un mercato competitivo, al servizio sia dei clienti pubblici che commerciali, è il modo in cui incoraggiamo l’innovazione continua per garantire l’accesso allo spazio. Le aggiudicazioni di oggi segnano una nuova epoca dei lanci spaziali che finalmente porterà il Dipartimento lontano dalla dipendenza dai motori RD-180 russi “.

Nella dichiarazione, il tenente generale John Thompson, comandante dello Space and Missile Systems Center presso la base aeronautica di Los Angeles, ha dichiarato che l’annuncio che SpaceX e ULA trasporteranno nello spazio carichi per la National Security Space dà il via “all’alba di un nuovo decennio di innovazione nei lanci per gli Stati Uniti. ”

Analisi

James Bruegger, managing partner del fondo di venture capital Seraphim Capital, una società con sede a Londra che investe in società che operano nell’ecosistema spaziale, ha dichiarato a Forbes che, nonostante la battuta d’arresto per Bezos, sia SpaceX che Blue Origin avranno probabilmente un impatto importante sul mercato dei lanci nei prossimi anni. Si aspetta che le due società competano “frontalmente” in una serie di aree diverse. Bruegger dice a Forbes che con SpaceX e Blue Origin che pianificano di lanciare satelliti che offrono una copertura a banda larga a basso costo in tutto il mondo, “è probabile che le battaglie tra Musk e Bezos imperversino per molti anni a venire”, aggiunge.

Bruegger non è stato sorpreso di vedere la selezione di un attore affermato come ULA, con le sue connessioni con Lockheed Martin e Boeing, e di un nuovo volto della classe imprenditoriale miliardaria come Elon Musk e SpaceX. Assegnare il contratto a due nuovi player, dice Bruegger, sarebbe potuto sembrare “troppo rischioso”.

SpaceX è anche, per ora, “più affermata” di Blue Origin, secondo Bruegger, avendo adempiuto per anni missioni governative. SpaceX ha lanciato satelliti governativi e rifornito la Stazione Spaziale. “E ovviamente”, aggiunge, “ha appena completato la missione storica che ha portato gli astronauti statunitensi alla Stazione Spaziale, segnando l’alba dell’era del volo spaziale umano commerciale”.

Daniel Carew, direttore di IQ Capital, società di venture capital deep-tech con sede nel Regno Unito, ha dichiarato a Forbes : “Lo spazio collega tutti, in tutti i mercati, ovunque. Come afferma l’esercito degli Stati Uniti, [lo spazio] è l’ultima altura da conquistare”.

Costi della concorrenza

In una nota, Blue Origin ha dichiarato di essere “delusa” dalla decisione di rifiutare la sua offerta, che prevedeva “investimenti privati ​​senza precedenti per oltre $ 2,5 miliardi”. Aggiungendo: “Abbiamo presentato un’offerta incredibilmente convincente per la comunità della National Security e il contribuente statunitense”. Blue Origin ha continuato sostenendo che il suo razzo chiamato New Glenn e costruito utilizzando i suoi motori BE-4 ha dimostrato “prestazioni di sollevamento … e un prezzo di base del servizio di lancio molto competitivo per qualsiasi missione durante l’intero periodo di ordinazione”.

Nel 2014 Bezos aveva descritto alla CBS il motore BE-4 di Blue Origin come una “macchina straordinaria” aggiungendo che ha 550.000 libbre di spinta, un “costo ricorrente” molto basso e un “costo del ciclo di vita basso” utilizzando “carburante disponibile in commercio” nella forma di gas naturale liquefatto. “È costruito, testato, progettato e progettato al 100% negli Stati Uniti”, aveva aggiunto.

SpaceX ha messo sul tavolo per il contratto i suoi razzi Falcon 9 e Falcon Heavy. La vittoria per il team di Musk segue l’annuncio nel febbraio 2020 che la NASA ha selezionato SpaceX per fornire servizi di lancio per la missione Psyche dell’agenzia, prevista per il lancio nel luglio 2022.

La NASA spera di esplorare l’asteroide Psiche ricco di minerali e descritto da Lindy Elkins-Tanton dell’Arizona State University come “un gigantesco misterioso asteroide metallico … che per noi significa il mondo”. La NASA ha confermato in una dichiarazione che pagherà a SpaceX solo 117 milioni di dollari per lanciare la missione Psyche, descrivendo l’asteroide come “unico” e “uno degli elementi costitutivi del nostro sistema solare”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!