Seguici su
Leader 19 Novembre, 2020 @ 12:45

Anche il fondatore di Twitter e il miliardario cinese Ma Huateng investono in Satispay

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Da sinistra: Dario Brignone Alberto Dalmasso, e Samuele Pinta, fondatori di Satispay. (Courtesy Satispay)

Finanziamenti per 93 milioni di euro: quasi il doppio dell’obiettivo prefissato. Satispay, l’azienda fintech italiana del settore mobile payment, ha annunciato il risultato di un round di serie C che segna anche l’ingresso di grandi investitori italiani e internazionali. Da Tim Ventures, il corporate venture capital di Tim, a Square, la fintech americana del settore guidata da Jack Dorsey, fondatore di Twitter. Dalla cinese Tencent, tra le maggiori internet company al mondo fondata dal miliardario Ma Huateng (secondo uomo più ricco in Cina), a Lgt Lighstone, parte di Lgt Capital Partners, il più grande gruppo familiare di private banking e asset management al mondo.

Gli investimenti ammontano a 68 milioni di euro, ai quali si aggiunge l’acquisto di quote in capo a precedenti investitori per 25 milioni. Il nuovo round si aggiunge ai 42 milioni raccolti con i precedenti di serie A e B, sottoscritti da business angel e da investitori industriali e internazionali. Gli investimenti raccolti da Satispay dalla nascita nel 2013 raggiungono così la quota di 110 milioni di euro.

Alla luce della precedente valutazione di 180 milioni, il valore post-investimento dell’azienda sale a 248 milioni.

“Ogni giorno diventa più chiaro quanto il nostro mercato sia ricco di opportunità”, commenta il cofondatore e ceo di Satispay, Alberto Dalmasso. “In tutto il mondo, chi propone nuovi modelli di pagamento sembra muoversi lungo un filo rosso che combacia con quello creato dalla crescita di Satispay”.

“Continueremo a sviluppare una via facile e rapida per trarre vantaggio dalla rivoluzione digitale”, continua Dalmasso. “Non dobbiamo subirla, ma cavalcarla, per evolverci verso modelli di e-commerce di prossimità. L’ingresso di nuovi investitori ci aiuterà a perseguire l’obiettivo di diventare il nuovo network di pagamento di riferimento a livello europeo”.

I numeri di Satispay

Anche grazie ai fondi raccolti nell’ultimo round di finanziamento, Satispay punta a crescere sia a livello nazionale, sia all’estero. In Italia, la app dell’azienda conta oggi più di 1,3 milioni di utenti e oltre 130mila esercenti. In campo europeo, Satispay ha già fatto il suo ingresso in Lussemburgo e in Germania.

L’azienda ha registrato un netto incremento delle iscrizioni e dell’utilizzo della app nei mesi della pandemia. Nei primi dieci mesi del 2020, è arrivata a contare quasi 450mila nuovi utenti e 35mila nuovi esercenti. Tra questi, anche gruppi come Carrefour, Auchan, Autogrill, Mondadori e Kfc. A testimonianza della crescita del comparto online, Satispay vanta anche partner tecnici come Docomo e Vtex.

Da gennaio a ottobre 2020, Satispay ha registrato 21,5 milioni di pagamenti, per un valore complessivo di 400 milioni di euro: il 78% in più rispetto allo stesso periodo del 2019.

Nel 2020, la startup si è confermata tra le 250 fintech a più rapida crescita nel mondo secondo CBInsights. LinkedIn l’ha inclusa tra le 10 startup italiane per cui lavorare.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!