Queste grandi aziende americane stanno pagando il vaccino anti-Covid ai loro dipendenti

(Photo by Cliff Hawkins/Getty Images)
Share
(Photo by Cliff Hawkins/Getty Images)

Articolo di Rachel Sandler apparso su Forbes.com 

Secondo quanto annunciato dalle stesse aziende, Dollar General, Instacart e Trader Joe’s offriranno ai loro dipendenti in prima linea incentivi finanziari per ottenere il vaccino Covid-19. Si tratta delle prime grandi aziende a farlo.

  • Dollar General è stata la prima ad annunciare l’iniziativa mercoledì, promettendo ai lavoratori quattro ore di paga dopo essere stati vaccinati.
  • Anche Instacart ha detto che fornirà ai suoi liberi professionisti uno stipendio di $ 25 per “prendere una pausa lontano da Instacart” e farsi vaccinare.
  • Trader Joe’s ha detto che i dipendenti riceveranno due ore di paga per dose per essere vaccinati, secondo USA Today.
  • Né Amazon né Walmart, due dei più grandi datori di lavoro negli Stati Uniti, hanno immediatamente risposto a una richiesta di commento da parte di Forbes che chiedeva se avevano piani simili. Sebbene non sia chiaro se i loro lavoratori dovranno prendersi una pausa, Amazon si è offerta di vaccinare i dipendenti in loco in alcuni stati, mentre Walmart sta preparando le proprie farmacie per distribuire il vaccino.
  • Altre gig company, come Uber, Lyft e Doordash, non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Forbes sui loro piani.

CITAZIONE 

“Non vogliamo che i nostri dipendenti debbano scegliere tra ricevere un vaccino o venire al lavoro, quindi stiamo lavorando per rimuovere le barriere (ad esempio, tempo di viaggio, distanza, esigenze di assistenza all’infanzia, ecc.), fornendo ai membri del team che lavorano in prima linea un pagamento una tantum equivalente a quattro (4) ore di paga regolare “, ha detto Dollar General in una nota.

BACKGROUND

Le grandi aziende con dipendenti che lavorano a contatto col pubblico hanno evitato di emettere mandati sui vaccini per i propri dipendenti, sebbene abbiano fatto pressioni affinché i loro lavoratori avessero la priorità e li avessero incoraggiati fortemente a farsi vaccinare. La linee guida a livello federale ha messo i lavoratori in prima linea subuto dopo gli operatori sanitari, i residenti delle case di cura, gli over 65 e chiunque abbia condizioni di salute precarie.

A COSA GUARDARE

Secondo il Wall Street Journal, altre società stanno considerando stipendi o ferie retribuite per incoraggiare i lavoratori a vaccinare, ma stanno aspettando che i funzionari statali e locali chiariscano quando i dipendenti ne avranno diritto.

Share