Anche Larry Ellison e Warren Buffett entrano nel club dei “centimiliardari”

Warren Buffett
(foto Bill Pugliano/Getty Images)
Share

Roberto Benigni aveva appena vinto l’Oscar per La vita è bella, Michael Jordan aveva annunciato da pochi mesi il secondo ritiro e …Baby One More Time di Britney Spears era in vetta alla classifica dei singoli più venduti in Italia. Nell’aprile del 1999, per un breve periodo Bill Gates divenne il primo essere umano nella storia a possedere un patrimonio superiore ai 100 miliardi di dollari. La sua fortuna venne però più che dimezzata, poco dopo, dallo scoppio della bolla delle dot-com. Ci vollero più di 18 anni prima che, nel novembre 2017, qualcuno – Jeff Bezostornasse a superare quella soglia. Oggi il club dei centimiliardari conta ben sette elementi. E si prepara, con ogni probabilità, ad allargarsi ancora.

Larry Ellison e Warren Buffett, sesto e settimo nella classifica delle persone più ricche al mondo, si sono infatti uniti da pochi giorni a Jeff Bezos, Bernard Arnault, Elon Musk, Bill Gates e Mark Zuckerberg. Larry Page e Sergey Brin, i fondatori di Google, stanno per fare altrettanto.

Warren Buffett e Larry Ellison diventano centimiliardari

La fortuna di Ellison, 76enne fondatore di Oracle, ha superato per la prima volta quota 100 miliardi intorno alle 3 del pomeriggio dell’8 aprile, grazie a un rialzo del titolo della società. Dopo un lieve calo nel finale della seduta, le azioni di Oracle hanno ripreso a crescere e hanno consolidato lo status di centimiliardario di Ellison. Oggi il suo patrimonio è stimato da Forbes in 104,6 miliardi di dollari.

Ellison ha da poco scavalcato Warren Buffett ed è diventato il sesto uomo più ricco al mondo. Nella Forbes Billionaires List 2021, l’Oracolo di Omaha è uscito dalle prime cinque posizioni per la prima volta dal 1993. Ciò nonostante, ha guadagnato 28,5 miliardi di dollari rispetto all’anno precedente. E il suo patrimonio è cresciuto ancora nelle settimane successive alla pubblicazione della classifica: vale ora 102,9 miliardi di dollari.

Larry Page e Sergey Brin

Anche Larry Page è ora vicinissimo alla soglia dei 100 miliardi. La Forbes Billionaires List 2021 gli attribuiva un patrimonio di 91,5 miliardi. Nell’ultimo mese, la crescita delle azioni di Alphabet hanno portato la sua fortuna a 99,1 miliardi, con una crescita di 500 milioni rispetto alla settimana precedente.

Poco più indietro in classifica c’è Sergey Brin. Come Page, Brin ha visto la sua fortuna crescere di circa 7 miliardi in un solo giorno a febbraio, dopo l’annuncio dei dati trimestrali. Il titolo di Alphabet, in seguito, ha continuato a crescere e ha portato il suo patrimonio a 96 miliardi di dollari.

La settimana d’oro di Bernard Arnault ed Elon Musk

Né Ellison, né Buffett, né i fondatori di Google sono stati però i principali vincitori della scorsa settimana. A guadagnare più di tutti sono stati infatti Bernard Arnault ed Elon Musk, che si sono palleggiati il secondo posto nella classifica dei più ricchi al mondo. A occuparla, al momento, è Arnault, con 181,6 miliardi. Il 72enne francese ha guadagnato 13 miliardi la scorsa settimana, quando le azioni di Lvmh hanno toccato i massimi storici. Nell’ultimo anno, il suo patrimonio è cresciuto di circa 100 miliardi, grazie ad acquisizioni come quella di Tiffany da parte di Lvmh e di Birkenstock da parte del suo family office, Financière Agache.

Tra martedì e venerdì, Arnault era stato scavalcato da Elon Musk, che si attesta ora a 179,7 miliardi. A far crescere il suo patrimonio di 12,8 miliardi è stata la crescita del titolo di Tesla, arrivata dopo che Jed Dorsheimer, analista di Canaccord Genuity, ha portato il target price delle azioni da 419 a 1.071 dollari. Dorsheimer ha affermato che Tesla potrebbe acquisire, nell’industria delle rinnovabili, una posizione di dominio analoga a quella di Apple nell’elettronica di consumo.

Sul podio dei vincitori della settimana c’è anche Brian Armstrong, che ha creato Coinbase nel 2012 e l’ha portata a Wall Street pochi giorni fa. La quotazione è stata un successo e ha permesso a Coinbase di raggiungere, al termine della prima giornata di contrattazione, una capitalizzazione di 86 miliardi di dollari. Il patrimonio di Armstrong è aumentato di 5,8 miliardi in poche ore, fino a 12,3.

Musk e Arnault avvicinano Bezos

Arnault e Musk hanno recuperato buona parte del gap che li separava da Jeff Bezos, ancora l’uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 197,8 miliardi.

La scorsa settimana il fondatore di Amazon, che in questi giorni ha inviato l’ultima lettera agli investitori in veste di amministratore delegato, ha guadagnato 1,4 miliardi. È tornato così a lambire la soglia dei 200 miliardi, che – primo nella storia – aveva superato ad agosto.