Seguici su
Investimenti 6 Agosto, 2019 @ 8:50

Chi è il miliardario che ha perso di più nel lunedì nero della guerra dei dazi

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

Il floor del Nyse
Il floor del Nyse di New York (Eduardo Munoz Alvarez/Getty Images)

Il giorno peggiore del 2019 per le Borse mondiali ha lasciato strascichi anche nei portafogli di alcune delle persone più ricche del mondo.
Ben 18 dei miliardari censiti da Forbes hanno visto le loro ricchezze diminuire di almeno un miliardo in conseguenza delle discese degli indici azionari nella giornata di ieri seguita all’inasprirsi della guerra dei dazi e alla svalutazione della divisa cinese ai livelli più bassi contro dollaro dal 2008 (si tratta di variazioni solo virtuali visto che tengono conto dell’andamento dei prezzi dei titoli azionari posseduti).

Il più grande sconfitto di giornata è il ceo del gruppo LVMH, il francese Bernard Arnault, che ha visto scendere il proprio patrimonio di 4 miliardi di dollari a 91,7 miliardi. I titoli del lusso scontano infatti un verosimile ridimensionamento del mercato dovuto ai maggiori costi che le merci importate avranno per il pubblico cinese a causa di una valuta locale più debole.

La lista degli altri grandi perdenti di giornata comprende i principali azionisti dei big tech, altro settore particolarmente penalizzato ieri dagli investitori. I patrimoni di Mark Zuckerberg e Larry Ellison ad esempio sono diminuiti rispettivamente di 2,7 e 2,5 miliardi di dollari.

Insieme, i 10 billionaire che hanno perso di più, hanno visto ridursi la valutazione dei loro patrimoni di 23 miliardi di dollari. Tra loro ci sono i “soliti noti” della classifica Forbes come Warren Buffett (-2,1 miliardi) e Larry Page (-1,7 miliardi) o Sergey Brin (-1,6 miliardi) di Google o ancora Bill Gates (-1,4 miliardi), ma anche esponenti dell’imprenditoria cinese come Ma Huateng, il presidente di Tencent, holding di controllo di WeChat (-1,6 miliardi) o come il fondatore di Alibaba Jack Ma (-966 milioni).

Leader 18 Luglio, 2019 @ 12:27

Bernard Arnault raggiunge Bill Gates nella classifica Forbes Billionaires

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
(Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)

Il miliardario francese Bernard Arnault, ceo del conglomerato di beni di lusso LVMH, continua la sua marcia nella classifica dei miliardari a livello globale. Secondo i calcoli in real time di Forbes il suo patrimonio è a 103,1 miliardi di dollari, appaiato a quello di Bill Gates (103,2 miliardi di dollari) che è secondo nel ranking in tempo reale.

Dalla pubblicazione della classifica Forbes Billionaires nel marzo di quest’anno, la fortuna di Arnault è aumentata in maniera considerevole dai 76 miliardi di dollari rilevati in quell’occasione. Negli ultimi mesi i record infranti sono tanti. Ad aprile il miliardario francese aveva infatti superato Warren Buffett, diventando così la terza persona più ricca del mondo.

Recentemente, invece, ha superato la soglia di 100 miliardi di dollari di patrimonio, cosa che lo ha reso una delle tre persone al mondo con una fortuna a 12 cifre. Si è quindi unito al fondatore di Amazon Jeff Bezos e al cofondatore di Microsoft Bill Gates. Bezos, che per primo ha superato i $ 100 miliardi nel 2017, presto darà una fetta di quella fortuna alla moglie MacKenzie dalla quale ha divorziato.

LEGGI ANCHE: “Chi sono i 35 italiani nella nuova classifica dei miliardari Forbes Billionaires”

“La gente non capisce che il successo deriva dalla convivenza di due spiriti contraddittori: la visione dell’artista e la logica del marketing mondiale”, ha detto Arnault a Forbes nel 1997. “È un processo molto complesso”. Forbes ha scritto di lui per la prima volta nel 1991 quando valeva “solo” $ 200 milioni. Da allora è apparso più volte, anche in copertina e ha fatto il suo debutto nella classifica dei miliardari nel 1997.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Leader 3 Luglio, 2019 @ 10:02

Warren Buffett fa la sua più grande donazione di sempre: 3,6 miliardi di dollari

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Warren Buffett ha un patrimonio stimato di (Steve Pope/Getty Images)

Il quarto uomo più ricco del mondo, Warren Buffett, si prepara a donare 3,6 miliardi di dollari in beneficienza. La donazione che avverrà in azioni della sua holding di investimenti Berkshire Hathaway, sarà la più grande di sempre per il magnate, superando i 3,4 miliardi donati la scorsa estate.

Oltre alla Gates Foundation, i destinatari della generosità del presidente di Berkshire Hathaway saranno la Susan Thompson Buffett Foundation, la Sherwood Foundation, la Howard G. Buffett Foundation e la NoVo Foundation. Prendendo il nome dalla defunta moglie di Buffett, la Susan Thompson Buffett Foundation si concentra sull’offerta di borse di studio per studenti del Nebraska, mentre le altre tre fondazioni sono gestite dai figli di Buffett e si concentrano su iniziative di povertà e giustizia sociale.

Buffett è uno dei fondatori del Giving Pledge – un’istituzione che invita i miliardari a destinare almeno il 50% della propria ricchezza in iniziative filantropiche durante la loro vita o nei loro testamenti. Buffett ha promesso nel 2006 che gradualmente cederà tutto il suo stock di azioni Berkshire Hathaway a fondazioni di beneficenza.

Anche dopo che Buffett completerà l’enorme dono, l’accorto investitore manterrà il suo posto tra i più ricchi del mondo. Il suo patrimonio netto è infatti contabilizzato a 88,6 miliardi di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Classifiche 11 Aprile, 2019 @ 3:16

Il francese Arnault ha superato Warren Buffett nella classifica dei più ricchi

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Il miliardario francese Bernard Arnault, ceo del conglomerato di beni di lusso LVMH, ha scalato la classifica dei miliardari a livello globale, superando Warren Buffett e diventando così la terza persona più ricca del mondo.

I ricavi del primo trimestre di LVMH, annunciati ieri, hanno fatto salire il prezzo delle azioni di oltre il 3% nel corso della seduta di ieri, contribuendo a rafforzare la fortuna di Arnault. Dalla pubblicazione della lista dei Forbes Billionaires il 5 marzo, il suo patrimonio è salito di $ 11,2 miliardi a $ 87,2 miliardi totali.

LEGGI ANCHE: Chi sono i 35 italiani nella nuova classifica dei miliardari Forbes Billionaires

I suoi guadagni netti sono dovuti all’ottima performance di LVMH, che ha registrato una crescita dei ricavi anno su anno del 16% nel primo trimestre del 2019, raggiungendo $ 14,1 miliardi di vendite e battendo le aspettative degli analisti.

La divisione moda e pelletteria dell’azienda, che vanta marchi come Christian Dior, Louis Vuitton e Celine, ha favorito la crescita, con un incremento organico dei ricavi del 15% a 5,66 miliardi di dollari. Nella divisione alcolici, invece, che rappresentano circa il 10% delle vendite del conglomerato, l’Hennessy cognac del gruppo ha visto un aumento delle vendite dell’11%, con gli Stati Uniti e la Cina ad alimentare la crescita.