Ferrero compra i biscotti Burton’s e si espande nel Regno Unito

Ferrero acquista i biscotti Burton's
Share

Ferrero continua il suo shopping internazionale nel Regno Unito e mette a segno un’altra importante operazione: l’acquisizione della Burton’s Biscuit Company, società proprietaria di alcuni tra i brand più amati del mercato i biscotti britannico, tra cui Maryland Cookies, Jammie Dodgers, Wagon Wheels, Paterson’s e Thomas Fudge’s. E che può fare affidamento su circa duemila persone e su un fatturato di oltre 275 milioni di sterline negli ultimi 12 mesi.

Avviata attraverso la sua holding belga, la Cht, l’operazione permetterà a Ferrero di rilevare tutti e sei gli stabilimenti di produzione di Burton’s presenti nel Regno Unito, con sedi a Blackpool, Dorset, Edimburgo, Livingston, Llantarnam e sull’Isola di Arran, e di aumentare l’offerta di prodotti nel mercato dei biscotti, a seguito anche delle precedenti acquisizioni di Delacre, Kelsen Group e Fox’s.

Prevista in chiusura nei prossimi mesi, a seguito del rilascio delle autorizzazioni di legge e delle consuete condizioni di chiusura, l’acquisizione vedrà quindi uscire di scena Ontario Teachers’ Pension Plan Board, il fondo che ha investito nella società inglese nel 2013, nonché l’amministratore del più grande piano pensionistico monoprofessionale del Canada, con 221,2 miliardi di dollari canadesi di patrimonio netto al 31 dicembre 2020. 

Tra l’altro, bisogna anche ricordare che, oltre al segmento dei biscotti, in questi mesi l’azienda diretta da Giovanni Ferrero, l’uomo più ricco d’Italia con un patrimonio secondo Forbes di 35,1 miliardi di dollari, è entrata a capofitto nel mercato dei gelati confezionati – con gli stecchi e con i ghiaccioli – che solo nel Bel Paese vale complessivamente 1,9 miliardi di euro.