Ferrero fa spesa nel Regno Unito e acquista i biscotti Fox’s

Ferrero acquista i biscotti fox's
Scatola di biscotti Fox’s – shutterstock
Share
Ferrero acquista i biscotti fox's
Scatola di biscotti Fox’s – shutterstock

Ferrero non si ferma e continua a crescere e ad espandersi in tutto il mondo. Nonostante la crisi scaturita dal Covid-19 (periodo durante il quale l’azienda d’Alba ha premiato alcuni dipendenti), la società diretta dall‘uomo più ricco d’Italia, Giovanni Ferrero, ha messo a segno – tramite la Cht, sua affiliata holding belga – un altro colpo: l’acquisizione dell’attività relativa ai biscotti a marchio Fox’s e a marchio del distributore, tra cui alcuni importanti clienti storici, da Northern Food Grocery Group Limited (NFGG). 

Seconda quanto riportato dallo stesso gruppo Ferrero, l’ “attività oggetto della vendita ha generato un fatturato pari a circa 157 milioni di sterline negli ultimi 12 mesi”. Ma non è tutto. Nell’ambito della transazione l‘affiliata Cht acquisirà anche i due stabilimenti di produzione di Kirkham e Batley.

Ferrero e l’acquisizione dei biscotti a marchio Fox’s 

Con sede nel Regno Unito, NFGG è il produttore dei marchi di biscotti Fox’s e Rocky, oltre ad altri marchi molto amati e prestigiosi. “L’azienda – sottolinea il gruppo Ferrero – ha una storia nel mercato britannico dei biscotti che risale al 1853, con una fortissima eredità e notorietà del marchio tra i consumatori, nonché solide posizioni di rilievo in ogni segmento della categoria dei biscotti”.

L’operazione, come racconta la società affiliata all’azienda piemontese, permetterà di “aumentare la sua importanza nella categoria dei biscotti, a seguito anche delle precedenti acquisizioni di Delacre e Kelsen Group”. Tra l’altro, senza dimenticare che, grazie al fenomeno “Nutella Biscuits”, Ferrero ha spinto ancora verso l’alto il suo fatturato. 

Ovviamente, bisogna evidenziare che il completamento della transazione, e di conseguenza dell’acquisizione, non sarà immediata, ma “è soggetta al rilascio delle autorizzazioni di legge e alle consuete condizioni di chiusura, è previsto per i prossimi mesi”.