Bernard Arnault non si ferma: ha comprato anche il 60% di Off-White

Bernard Arnault Virgil Abloh
Virgil Abloh, fondatore di Off-White, e Bernard Arnault (foto Getty)
Share

Continua ed è sempre più sorprendente la “corsa” alle acquisizioni del gruppo Lvmh di Bernard Arnault, impegnato in una campagna acquisti senza precedenti nella storia della moda. Quasi ogni giorno, ormai, arriva un annuncio da parte del secondo uomo più ricco del mondo (183,5 miliardi di dollari di patrimonio secondo Forbes).

L’ultima notizia riguarda Off-White, la società proprietaria dell’omonimo marchio, lanciato dal fondatore e direttore creativo Virgil Abloh. Arnault ne ha comprato il 60%, lasciando allo stilista il 40 (e l’impegno creativo). Abloh è molto stimato dal magnate del gruppo Lvmh, visto che, dal 2018, disegna il menswear di Louis Vuitton.

Chi è il fondatore di Off-White

Nato a Rockford, in Illinois, nel 1980, Abloh è uno stilista che piace alla generazione Zeta. Ha fondato Off-White nel 2012, portandolo in poco tempo al successo internazionale. Nel 2017 è stato chiamato come ospite speciale alla 92esima edizione di Pitti Uomo, riscuotendo subito interesse per il suo streetwear abbinato all’impegno per i rifugiati.

L’acquisizione di Off-White da parte di Lvmh pone Virgili Abloh sempre più vicino a Bernard Arnault, che si aspetta da lui collaborazioni anche in altre società del gruppo e lo sviluppo di nuovi marchi.

New Guards Group, che è legata al brand Off- White da un contratto di licenza pluriennale, resta partner operativo del brand.

Le acquisizioni di Bernard Arnault

Secondo stime di mercato, anche se non ci sono dati ufficiali, Off-White si colloca intorno ai 400 milioni di fatturato. Per i prossimi anni, come afferma il ceo di New Guards Group, Andrea Grilli, prevede di arrivare a 1 miliardo.

Dopo le ultime acquisizioni di Etro – 500 milioni di euro per il 60% del brand fondato da Gimmo Etro, pare -, del marchio di calzature Birkenstock e del 100% di Emilio Pucci (di cui dal 2000 Arnault deteneva il 63%), dopo l’ingresso nel capitale del nuovo brand di Phoebe Philo che porterà il nome della ex stilista di Celine, e dopo esser salito al 10% nel capitale di Tod’s di Diego Della Valle, oggi Bernard Arnault è davvero il Re Mida del fashion.