Il titolo Tesla ai minimi da 11 mesi. E gli investitori sono stanchi del “teatrino” fra Musk e Twitter

Elon Musk licenziamenti Tesla
(foto Win McNamee/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Ieri, le azioni di Tesla sono scese ai minimi da 11 mesi dopo la diffusione di un nota ribassista che ha fatto da eco alle già recenti e continue preoccupazioni che stanno coinvolgendo il titolo della casa automobilistica e il suo ceo Elon Musk. Tuttavia uno degli investitori più fedeli all’azienda ha raddoppiato il suo già massiccio investimento.

Fatti principali

  • Ieri il titolo Tesla è sceso del 7% fino al prezzo di 628 dollari per azione. Portando così a un ribasso complessivo del 49% dal massimo storico fatto registrare a novembre, e bruciando oltre 30 miliardi di dollari di capitalizzazione. Che è scesa fino a 650 miliardi di dollari, dopo aver toccato il picco di 1.200 miliardi di dollari.
  • Sulla base di questo calo, ieri mattina l’analista Daiwa Jairam Nathan ha abbassato il suo target price per le azioni Tesla da 1.150 a 800 dollari, spiegando che il lockwdown imposto a Shangai per il Covid-19, dove si trova una delle Gigafactory dell’azienda, e i problemi sulla catena di approvvigionamento, che stanno avendo un impatto anche sui suoi stabilimenti di Austin e Berlino, ridurranno gli utili più di quanto previsto in precedenza.
  • Nathan prevede che tutti questi fattori ridurranno, quest’anno, le consegne di 180mila veicoli. Ciò signfica che Tesla consegnerà 1,2 milioni di veicoli nel 2022, rispetto agli 1,4 milioni previsti in precedenza.
  • La nota arriva a distanza di un giorno dall’avvertimento dell’analista di Wedbush Dan Ives. Secondo il quale la riunione, prevista questa settimana, degli azionisti di Twitter  “prevederà dei fuochi d’artificio” tra Musk e il consiglio dell’azienda. Senza dimenticare, inoltre, che gli investitori temono che l’acquisizione possa deviare l’attenzione di Musk proprio da parte di Tesla.
  • “La pazienza degli investitori di Tesla si sta esaurendo”, ha detto Ives in merito al tira e molla tra Elon Musk e Twitter. Infatti, se da una parte il miliardario detto che abbasserà la sua offerta a causa delle presenza di account falsi (bot) all’interno del social, dall’altra il cda di Twitter ha dichiarato che non modificherà l’accordo.
  • Nonostante la tendenza al ribasso, Ark Invest, la società di investimento di New York guidata dalla famosa Cathie Wood, martedì ha rivelato di aver acquistato 10 milioni di dollari in azioni Tesla, arricchendo così la sua partecipazione acquisita a febbraio. Peraltro, a distanza di una settimana la partecipazione nel titolo Tesla era stata superata da quello che il fondo di punta di Ark aveva nel gigante dello streaming Roku.

LEGGI ANCHE: “Elon Musk “perde” $12,4 miliardi per l’esclusione di Tesla dall’S&P500 ESG. E attacca la politica americana”

Citazione cruciale

“Questo teatrino [la trattativa di acquisizione] è stato un importante ostacolo alle azioni di Tesla e ha causato solo danni per ora a Elon Musk”, ha detto lunedì Ives, aggiungendo che “la forte pressione del mercato per le azioni tecnologiche” ha solo aumentato l’incertezza.

LEGGI ANCHE: “L’accordo con Twitter fa crollare le azioni di Tesla. E il patrimonio di Musk cala di 25 miliardi di dollari”

Background

Da novembre, ossia da quando Elon Musk ha detto che avrebbe venduto circa il 10% della sua partecipazione in Tesla, le azioni del titolo hanno iniziato ad accumulare grosse perdite. Con i prezzi che sono crollati ulteriormente a causa di un contesto economico complesso e alle prese con l’aumento dei tassi di interesse. Senza dimenticare che si sono aggiunti altri fattori negativi per Tesla. Una su tutti: “la peggiore crisi della catena di approvvigionamento vista nella storia moderna” che sta minacciato la produzione dell’azienda in Cina, osserva Ives. Intanto, il Nasdaq, l’indice tecnologico di Wall Street, quest’anno è crollato del 29%, e Tesla del 47%.

A margine

Anche se il suo titolo è in difficolta in Borsa, il mese scorso Tesla ha messo a segno il trimestre più redditizio nella sua storia. Registrando un utile di 3,3 miliardi di dollari nel primo trimestre, grazie soprattutto al recordi di consegne.

In cifre

199 miliardi di dollari. Questa è la cifra del patrimonio del cinquantenne Elon Musk, la persona più ricca del mondo secondo Forbes.

LEGGI ANCHE: “Elon Musk vuole arrivare a un miliardo di utenti e quintuplicare le entrate annuali di Twitter”

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.