Bertani

Share

Bertani nasce nel 1857 ad opera dei fratelli Giovan Battista e Gaetano Bertani, a Quinto di Valpantena, a nord di Verona. Gaetano era già allora un esperto nell’arte della vinificazione, avendo imparato le nuove tecniche in Francia dal professor Jules Guyot. Bertani fu tra le prime aziende in Italia a comprendere il valore del vino in bottiglia. Grandi investimenti furono fatti fin da subito nelle vigne e in cantina, per imbottigliare ed esportare la qualità italiana nel mondo con i vini Bertani, che già prima della fine dell’Ottocento venivano apprezzati negli Stati Uniti. Bertani nasce con l’Unità d’Italia, con l’orgoglio di rappresentare l’eccellenza di una nuova nazione con una cultura millenaria. Questo impegno e la qualità dei suoi vini sono valsi alla Bertani, nel 1923, il simbolo distintivo del raggiungimento dell’eccellenza: il brevetto della real casa. A metà del Novecento, con l’acquisizione di Tenuta Novare, in Valpolicella Classica, Bertani concretizza una ricercar durata mezzo secolo. É qui, infatti, che inizia la storia dell’Amarone, vino simbolo del territorio da cui nasce. La cui prima annata risale al 1958. Nel 2013 Bertani viene acquisita da Angelini Holding, storico marchio farmaceutico che da oltre 20 anni investe nel mondo del vino italiano.

CONTATTI

Via Asiago, 1 - Grezzana (Vr)
Telefono: 045 8658461
[email protected]

Personaggi ed interpreti

Ettore Nicoletto è l’attuale ceo di Bertani. Nel gennaio del 2020 ha preso il posto di Emilio Pedron, che ricopriva la carica di amministratore delegato di Bertani Domains dal 2011. Nicoletto è stato chiamato ad affrontare le sfide di un mercato sempre più globale nel quale Bertani Domains vuole crescere ulteriormente, raggiungendo così una posizione di rilievo nel panorama vitivinicolo italiano e internazionale.

Il punto forte

“L’Amarone della Valpolicella Classico Bertani è un vino esagerato. Ma senza esagerare”, così la vera anima di questo vino era descritta da Ernesto Barbero, enologo dal 1959 al 1989. L’Amarone della Valpolicella classico Doc, infatti, è il vino icona dell’azienda con la sua forte personalità e riconoscibilità. Si tratta di un Amarone peculiare, dallo stile classico, dove l’eleganza prevale sempre sulla potenza. Complesso, bilanciato e armonico. Un vino con una inestimabile e straordinaria longevità.

Share
Contenuto successivo