Borgo Santo Pietro

Share

Sono passati oltre vent’anni da quando gli imprenditori danesi Jeanette e Claus Thottrup hanno scoperto Borgo Santo Pietro a Chiusdino, nella campagna senese, un antico villaggio utilizzato dai pellegrini in cammino per San Galgano come santuario di guarigione, innamorandosi subito dell’energia del luogo. Lo hanno acquisito con l’intento di far rivivere la sua storia in accezione moderna e offrire ai propri ospiti qualcosa di vero e un tangibile senso di comunità. L’attenzione e la cura di ogni dettaglio, lo hanno reso originale rispetto alle altre esperienze di ospitalità di lusso. Il concetto di lifestyle di Borgo Santo Pietro, in cui lusso e natura sono uniti in una versione inedita, sono le fondamenta dell’intero gruppo: quello che una volta era una piccola struttura con cinque camere è oggi una tenuta di 120 ettari e include il ristorante stellato Meo Modo, la Trattoria sull’Albero, più strutture come la Cooking School, la Herbs house, il Fermentation Lab e Seed to Skin Lab (col lancio di un brand di skin care), nonché Satori dove l’esperienza dell’ospitalità a 5 stelle viene trasferita a bordo di un lussuoso yacht a vela.

CONTATTI

Loc. Palazzetto, 110 - Chiusdino (Si)
Telefono: 0577 751222

Personaggi ed interpreti

Danesi di origine ma toscani d’adozione, Jeanette e Claus Thottrup si sono conosciuti a Londra nel mercato immobiliare e vent’anni fa hanno deciso di trasferirsi in Toscana per iniziare una vita a contatto con la natura e creare a Borgo Santo Pietro un rifugio accogliente dove gli ospiti potessero sentirsi immediatamente a casa. Sebbene la loro visione sia ampia e ambiziosa, rimane collegata a un approccio molto semplice: “Amiamo quello che facciamo, è ciò che ci fa alzare la mattina”.

Il punto forte

In linea col concetto di luxury farm, Borgo Santo Pietro è un ecosistema in grado di autosostenere una tenuta di oltre 120 ettari con pascoli, boschi di querce secolari, maiali, polli ruspanti, conigli, il giardino di erbe aromatiche, gli orti, gli alveari e vigneti. La filosofia “dalla fattoria al piatto” arriva al buffet della colazione, al ristorante stellato Meo Modo e alla Trattoria Sull’Albero, fino alla novità del Laboratorio di Fermentazione dove l’antica sapienza sposa la cucina moderna.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo