Essenza

Share

Creatività e ricercatezza vocate al territorio, tradizione e innovazione, audacia e freschezza: questi i punti chiave della cucina di Simone Nardoni, chef patron di Essenza, a Terracina (Latina). Ogni portata è studiata in ogni aspetto, dai contrasti del gusto ai giochi delle consistenze. Il menu è composto da pesce, carni, paste, all’interno di una carta che elimina le categorie di ordine preferendo un tipo di narrazione completamente diverso. Non vi è, dunque, una successione di portate che segue un ordine prestabilito, ma le stesse vengono presentate in maniera libera per favorirne l’assaggio, consentire la convivialità e aiutare la costruzione di una personale esperienza gastronomica. Essenza è il teatro dei sapori dello chef Nardoni, dove il Tempio di Giove fa da sfondo e riflette la magnificenza che gli appartiene, è l’avanguardia della cucina stellata firmata Nardoni. Un’officina di idee che affonda le sue radici nella sperimentazione e nel desiderio di divertire. La cantina è in continua evoluzione, frutto di una selezione attenta, seguita dalla sommelier Mara Severin. Oggi conta circa 750 etichette, che spaziano tra piccole realtà territoriali attraversando l’Italia, la Francia, la Germania e la Spagna.

CONTATTI

Via Cavour, 38 – Terracina (Lt)
Telefono: 0773 369762
email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Simone Nardoni, classe ’87, in seguito a qualche esperienza all’estero e nel nord Italia, decide nel 2011 di tornare a casa, Pontinia, per realizzare il suo concept di ristorazione: l’abbandono del superfluo e l’esaltazione del concreto. Nel 2019, in partnership con l’imprenditore Giuseppe Emilio, approda a Terracina sul litorale laziale al numero 38 di via Cavour. Uno spazio più grande e un dehors vista mare. A novembre 2020 Essenza conquista la prima stella Michelin.

Il punto forte

La tavola di Essenza è a spreco zero, il recupero degli scarti è solo un modo diverso di creare nuovi sapori. Lo stesso ingrediente viene declinato in base ai metodi di preparazione e cottura che permettono di ottenere differenti consistenze, gusti e aspetti partendo dalla stessa materia prima. Qualità, efficienza e sostenibilità sono unite a un rispetto maniacale per la materia prima. La visione di Nardoni è quella di una cucina contemporanea, che coniuga il gusto del passato alle tecniche moderne. Lo chef Nardoni interpreta una cucina dove i piatti rappresentano in toto le sue esperienze.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo