Lanciato con l’apertura del primo punto vendita a Trieste nel settembre 2023, il progetto Incantalia è il fiore all’occhiello del Polo del Gusto, il primo di una rete di negozi in Italia, all’estero e online. La boutique raccoglie tutta l’offerta dei brand del Polo del Gusto più una selezione di altri prodotti agroalimentari espressione del territorio, sempre accomunati dall’eccellenza e dalla condivisione di valori come la qualità dirompente, il rigore nella scelta degli ingredienti, l’attenzione alla sostenibilità e all’etica. Nato dalla visione di Riccardo Illy, che ne ha personalmente selezionato i brand, Incantalia è innovativo sia nella forma (il logo trae ispirazione dal decoro di un piatto etrusco del IV secolo a.C.) sia nella sostanza: gli ambienti dello store di Trieste – così come quelli che verranno, almeno una decina in città e luoghi di transito – sono caratterizzati da un sistema di scaffali continui, sinuosi anziché dritti, che porta tutti i prodotti ad altezza di sguardo. Grande attenzione è dedicata alle degustazioni: Incantalia vuol essere un luogo in cui fare esperienze di gusto e da cui si diffonde cultura enogastronomica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

CONTATTI

Sede: via Luigi Einaudi 2/A,
34121 Trieste
Telefono: 0402462231
Email: [email protected]

In primo piano

Presidente della holding “Polo del Gusto” dal 2019 è Riccardo Illy. Triestino classe ‘55, entra nell’azienda di famiglia Illycaffè nel 1977 occupandosi prima di vendite e marketing, poi diventando direttore commerciale negli anni ’80. Nel 1992 ricopre la carica di AD, dal 1995 al 2016 è vicepresidente. È stato Presidente del Gruppo Illy dalla costituzione (2004) fino al 2019, nonché sindaco di Trieste dal 1993 al 2001. Nel 2001 viene eletto deputato e, dal 2003 al 2008, governatore del Friuli-Venezia Giulia.

Il punto forte

La selezione dei brand di Incantalia richiama una condivisione di valori, vedute, approccio e prospettive: Riccardo Illy ha riunito imprese che applicano quelli che ha definito i “quattro pilastri della qualità dirompente”. Si tratta di prodotti di qualità riconoscibile anche agli occhi meno esperti, che utilizzano le migliori materie prime sul mercato; grande impegno sulla sostenibilità ambientale e sociale; processi produttivi diversi da quelli delle aziende mass market.

Contenuto precedente
Contenuto successivo