Kerakoll

Share

Tra i leader internazionali nel mondo della Greenbuilding, con soluzioni progettate per rispettare l’ambiente, le persone e un fatturato di oltre 500 milioni di euro, la modenese Kerakoll (presente in 12 paesi) non poteva che porre i propri collaboratori al centro di un galassia che conta oltre duemila lavoratori in tutto il mondo. Per Kerakoll la valorizzazione del capitale intellettuale è un elemento chiave dell’eccellenza e della competitività. Talento, innovazione e passione caratterizzano il comportamento di successo non dei singoli individui, ma anche dell’azienda, determinandone di conseguenza crescita e sviluppo. Per questo preciso motivo il settore delle risorse umane, guidato da luglio 2020 da Elisa Cavedagna, viene considerato strategico ai fini del successo aziendale e su tale valore si fonda tutta la politica di Kerakoll. 

Le persone vengono selezionate con grande attenzione: capacità di lavorare in team, velocemente, con flessibilità e coraggio sono alcune delle qualità ricercate, soprattutto ogni collaboratore deve rispecchiare valori e missione dell’azienda. 

CONTATTI

Sede: via dell’Artigianato 9 - Sassuolo (Mo)
Tel.0536816511
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

“Sono responsabile delle risorse umane in Kerakoll dal 2020 e uno dei motivi per cui ho scelto questa azienda è che qui le persone sono da sempre al centro del progetto di crescita e sviluppo” - ha detto in una recente intervista Elisa Cavedagna, group human resource director di Kerakoll. Dopo lo Sda in Bocconi (Master in organizzazione e management delle risorse umane) lavora in Bayer sempre come Hr, Candy-Hoover e Flowserve Corporation dove matura una lunga esperienza nel settore, anche a livello europeo. Dal luglio 2020 fa parte del gruppo Kerakoll.

Il punto forte

In Kerakoll si crede nei giovani, nella loro capacità di rompere gli schemi. È una filosofia di vita ed è stato studiato il work-life-balance garantito dalla maggiore flessibilità per le persone nella gestione del loro tempo. È stato pensato, infatti, di dare un quadro strutturato a una modalità di lavoro, lo smart working, in cui si crede molto, per contribuire alla crescita professionale dei singoli e del team in cui sono inseriti. I principi guida che Kerakoll ha applicato in questo progetto sono: fiducia, responsabilizzazione e lavoro per obiettivi. Il nuovo modo di lavorare sarà sperimentato per un anno e prevede la sottoscrizione di un accordo individuale tra azienda e dipendente.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo