The Kraft Heinz Company

Share

Passato glorioso e un presente innovativo: queste le caratteristiche principali di The Kraft Heinz Company, azienda che riesce a unire l’esperienza della multinazionale alla forza della start-up, nella sua vocazione verso la ricerca di nuovi talenti. Quinta società al mondo nell’alimentare (oggi il fatturato tocca i 30 miliardi di dollari) che tra i suoi brand ha marchi come Heinz per il mondo salse e Plasmon nel settore dell’alimentazione infantile. Dal punto di vista del modello culturale è stata coinvolta nel 2015 da una trasformazione radicale. Oggi lavora con progettualità interne, per gruppi di lavoro e se guardiamo ai talenti la popolazione è parecchio giovane: l’età media si aggira attorno ai 38 anni e l’ufficio italiano è sui 31 anni. In Italia è presente nel settore salse (maionese, ketchup e un’altra ventina di prodotti) e baby food. Ma anche nel medical food con i marchi Biaglut (senza glutine) e Aproten (ipoproteici). Meritocrazia, integrità e innovazione sono i valori aziendali. Nel welfare aziendale c’è grande attenzione verso la famiglia dei dipendenti.

CONTATTI

Sede: via San Bovio - Segrate (Mi)
Tel. 0252561
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Riccardo Falconi è il People&Performance (Human Resources) Director Continental Europe di The Kraft Heinz Company. Ha maturato nel corso degli anni una vasta esperienza in diversi paesi europei in tutte le aree delle risorse umane, avviato e sviluppato in importanti società di consulenza direzionale con la responsabilità di vendere, fornire e coordinare importanti progetti di gestione del cambiamento in un ambiente internazionale e multiculturale. Da cinque anni lavora in Kraft Heinz, da due anni ne è il direttore della risorse umane, in precedenza ha lavorato per cinque anni a Ernst & Young. È laureato in legge all’università Federico II di Napoli.

Il punto forte

Più che un’iniziativa è una filosofia aziendale: i giovani. C’è un occhio di riguardo in Kraft per i talenti, per i quali si è fatto un grande investimento negli ultimi anni soprattutto con le università italiane. I giovani entrano dopo un accurato e competitivo processo di selezione, attraverso due canali: lo stage della durata di sei mesi – dopodiché hanno accesso dieci nuovi stagisti – e l’inserimento a contratto indeterminato in qualità di tirocinante, che prevede un periodo iniziale in cui i nuovi assunti si costruiscono una conoscenza della cultura industriale, girando anche le diversi sedi europee. L’80% di coloro che iniziano a lavorare in Kraft viene promosso nei primi 18 mesi.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo