Seguici su
Leader 26 Gennaio, 2020 @ 9:26

Addio a Kobe Bryant, stella del basket e settimo atleta più pagato di sempre

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

Addio a Kobe Bryant, stella del basket e settimo atleta più pagato di sempre
Kobe Bryant con la maglia dei Lakers (Harry How/Getty Images)

Uno dei più famosi giocatori di basket di sempre, Kobe Bryant, è scomparso questa sera a causa di un incidente in elicottero avvenuto nei pressi di Los Angeles. Ne ha dato notizia il sito internet statunitense TMZ, punto di riferimento per le news che riguardano personaggi dello spettacolo e dello sport.

Stella dei Lakers di Los Angeles, Bryant, 41 anni, si era ritirato dallo sport nel 2016 come terzo miglior marcatore di tutti i tempi della NBA dietro solo Kareem Abdul-Jabbar e Karl Malone (solo questo sabato era stato superato da LeBron James). Tuttavia, i suoi guadagni in carriera non erano stati secondi a nessuno. Bryant ha incassato 600 milioni di dollari tra stipendi e sponsorizzazioni durante la sua carriera. È il massimo di sempre per un atleta di uno sport a squadre. Nei suoi ultimi sei anni da giocatore Bryant aveva avuto lo stipendio più alto nell’NBA. E il cinque volte campione della NBA aveva ancora rapporti di sponsorizzazione in corso con alcuni brand sportivi. Anche se negli ultimi anni si era allontanato dagli accordi di sponsorizzazione diretta a favore della carriera da imprenditore, lanciando Kobe.Inc. Con l’imprenditore Jeff Stibel aveva inoltre istituito ufficialmente un fondo di venture capital da $ 100 milioni, Bryant Stibel, per investire in società tecnologiche e media.

Forbes l’aveva inserito nel 2017 al settimo posto nella classifica degli atleti più pagati di sempre (al primo posto in questa classifica c’è Michael Jordan, che nella sua carriera con i Chicago Bulls e i Washington Wizards e grazie alla collaborazione con dozzine di sponsor, ha raggiunto in totale la cifra da capogiro di 1,85 miliardi di dollari al 2017).

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!