Carpisa e Helbiz insieme sulla micromobilità urbana

Share

Carpisa mette le ruote. Il nuovo megastore green in centro a Milano trampolino di lancio della partnership dedicata alla micromobilità in collaborazione con Helbiz.

Lo storico brand di borse, valigeria e altri accessori ha inaugurato a ottobre il nuovo megastore su due piani al civico 3 di Via Dante, con affaccio su Piazza Cordusio, una delle più iconiche e frequentate a Milano, in un palazzo dei primi del ‘900 con spazio espositivo di 300 metri quadrati e 5 vetrine.

Ed è proprio dallo store di Piazza Cordusio che ha preso le mosse il progetto di Go Carpisa ed Helbiz denominato Urban. Smart. Green. – The city, your next trip. In occasione dell’apertura, a tutti i clienti che acquisteranno prodotti Carpisa e Go Carpisa (soglia d’acquisto di 39,95€) all’interno dello store di Milano Cordusio, verrà regalato un voucher per utilizzare un monopattino Helbiz per 30 minuti. Inoltre, in tutti i 400 store Carpisa e Go Carpisa d’Italia, da fine novembre sarà possibile noleggiare a lungo termine un monopattino elettrico Helbiz. Nel mese di dicembre, poi, verrà anche lanciata una capsule collection di accessori componibili dedicata alla micro-mobilità, firmata Go Carpisa ed Helbiz, realizzata con materiali green.

Partnership Helbiz Carpisa
Gianluigi Cimmino, ceo di Pianoforte Holding (a destra) e Ruggero Cipriani Foresio, head of partnerships di Helbiz

“Carpisa era già presente in Piazza Cordusio da molti anni ma visto che questa è un’area di Milano molto strategica e in profonda trasformazione, per rinnovare e rafforzare la nostra presenza abbiamo deciso di aprire uno store più grande dall’altro lato della piazza che potesse offrire uno spazio espositivo più ampio alle collezioni Carpisa e Go Carpisa”, spiega Gianluigi Cimmino, ceo di Pianoforte Holding, cui fanno capo i marchi Yamamay e Carpisa. “Quest’apertura è per noi molto importante perché segna un ulteriore passo per rafforzare la presenza di Carpisa a livello retail nella capitale italiana della moda e perché questo store sarà anche il trampolino di lancio della nuova partnership che Go Carpisa ha siglato con Helbiz per incentivare la mobilità sostenibile. I prodotti Carpisa e Go Carpisa, da sempre legati al tema della mobilità urbana, nascono infatti proprio per garantire comodità ed agilità nei movimenti ed evolvono con le necessità del consumatore”.

“Siamo estremamente orgogliosi di avere avviato questa partnership perché darà vita ad un progetto che integra le competenze di due aziende che hanno condiviso la centralità dell’attuale cambiamento della mobilità nelle città e non solo quella tra le città”, ha dichiarato Salvatore Palella, ceo di Helbiz. “La mobilità urbana agile e green è un’occasione di sviluppo di nuove esigenze e una nuova user experience delle persone; il nostro obiettivo a lungo termine è quello di ampliare questa collaborazione per creare un vero e proprio network di mobilità a 360 gradi per offrire ai nostri rispettivi clienti servizi esclusivi”. E ha aggiunto: “Helbiz in quest’ultimo anno ha sviluppato un sistema integrato di mobilità che ci permette di capire come sta cambiando la user experience della mobilità delle persone, la nostra app è costantemente tra le prime scaricate negli store questo ci permette di abilitare insieme alle competenze retail di Carpisa nuovi prodotti e servizi”.

Murales Alessandro Ciambrone
Il murales di Alessandro Ciambrone

Per valorizzare il concetto di mobilità urbana tra le città e all’interno delle città Carpisa ha fatto inoltre realizzare un murales all’interno dello store dall’artista e architetto Alessandro Ciambrone. Un’opera permanente che accoglie i visitatori all’interno, ispirata a un viaggio immaginario da Napoli a Milano nonché ad alcuni dei simboli architettonici di queste due città. Un viaggio che proseguirà all’interno di altri 10 store Carpisa in Italia e all’estero con altrettanti murales.

Mentre per valorizzare ulteriormente l’idea di sostenibilità, gli architetti che hanno curato il progetto, Ivo Maria Redaelli, Adamo Tortoli e Simona Martelli, hanno optato per arredi realizzati nel pieno rispetto delle normative ambientali e con l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Quanto ai materiali, collanti per pavimenti sono creati con materiali riciclati, le vernici scelte sono quelle che permettono l’assorbimento di CO2 e l’illuminazione è a risparmio energetico.