I vincitori dei mercati del 2020 (ci sono anche Tesla e il bitcoin) e le previsioni per il 2021, secondo Io Investo

elon musk tra i vincitori del 2020 e le previsioni 2021
Elon Musk ha un patrimonio netto di 97 miliardi di dollari secondo Forbes. (Photo by Maja Hitij/Getty Images)
Share

Se il 2020 è stato segnato dalla pandemia da Covid-19 che, inevitabilmente, ha condizionato l’andamento dei mercati finanziari, il 2021, secondo quanto dichiarato da Alessandro Moretti e Danilo Zanni, fondatori di Io Investo, potrebbe regalare delle importanti sorprese.

“Quest’anno abbiamo assistito a due fasi ben distinte, una negativa (sancita dal crollo delle principali borse mondiali a causa dei timori legati al coronavirus) e una positiva (dove siamo riusciti a convivere con il virus e a trarne anche vantaggio). Per il 2021 rimaniamo abbastanza positivi”.

Infatti, anche se come dice l’oracolo Warren Buffett, ‘le previsioni possono dirti molto sul carattere di chi le fa; ma non ti dicono nulla sul futuro’, ci sono una serie di fattori, come il vaccino contro il Covid-19, che fanno pensare a un possibile storno da parte dei mercati finanziari. Ma andiamo con ordine.

I possibili trend del 2021

Anche se le sfide sono ancora diverse e il Covid-19 non è ancora sconfitto, “riteniamo che ad oggi le banche centrali sono ancora disposte a continuare il grande shock di moneta e ad alimentare i piani di stimolo. E al contempo le aziende stanno investendo molto e si stanno ristrutturando in strutture più flessibili e green”, dichiarano i due fondatori di Io Investo.

“Alcuni macro trend sono già in atto e pensiamo che nel medio termine rimarranno. In primis, il settore della green energy e della mobilità sostenibile, e, in secundis, il tech, il mondo clouding, dei software e della cybersecurity, che oltre ad attrarre numerosi investimenti, sono i protagonisti indiscussi dell’attuale ristrutturazione del mercato del lavoro”.

Ma non è tutto. Secondo Alessandro Moretti e Danilo Zanni, infatti, c’è anche un altro macro trend da seguire con tanta attenzione in vista del 2021: quello legato al gaming, con particolare riferimento agli e-sports. “Non solo a livello finanziario vi ruota intorno un grande interesse di pubblico e potenziali consumatori per diverse aziende che sicuramente incrementeranno il marketing anche in questo campo che ha potenziali di crescita davvero elevate. Inoltre, non bisogna dimenticare che questo settore probabilmente trainato dalla crescita del 5G”.

Un ultimo azzardo per i più curiosi e con profili un poco più rischiosi il settore della cannabis. Infatti, con la recente elezione di Joe Biden, come presidente deli Usa, è lecito aspettarsi, dichiarano i due soci di Io Investo, che verrà legalizzata in tempi più celeri, rispetto al caso in cui fosse stato rieletto Donald Trump.

I vincitori del 2020

In ultima battuta, Alessandro Moretti e Danilo Zanni hanno anche stilato una ‘classifica’ dei vincitori di questo 2020. “A prescindere dal settore healthcare spinto dalla ricerca al vaccino (Moderna e il duo Pfizer e Biontech ne sono un esempio), i grandi vincitori finali di quest’anno sono il settore tech, della green energy e della mobilità elettrica.

Zoom

Come possiamo vedere dal grafico, Zoom in un anno ha toccato picchi di crescita anche di +500%.

azioni titolo zoom

Tesla e Nio

Spinta dall’eccentricità del suo ceo, Elon Musk, Tesla (che da poco è entrata a far parte dell’S&P, Tesla ha fatto segnare, finora, durante l’anno un rialzo del 700%.

azioni titolo tesla

 

Nio, invece, addirittura con rialzo addirittura del 1062% in termini sempre di year to date

azioni titolo nio

Il bitcoin

Infine, come sottolineano Zanni e Moretti, l’ultimo vincitore del 2020 è senza dubbio il bitcoin. “Dopo l’halving di maggio che non aveva generato un grande clamore sui mercati ad oggi la criptomoneta ha invece ripreso quota e superato nuovi record storici. Ad oggi un bitcoin vale 22.000 dollari. 

azioni titolo bitcoin

LEGGI ANCHE:Voglia di investire? Ecco 5 libri di finanza per partire col piede giusto“; “Non solo Madoff: 5 consigli per difendersi dalle truffe finanziarie più comuni