Anche la Exor investe in Casavo, che raccoglie 200 milioni nel più grande round di finanziamento per una startup italiana

Share

Nuovo round per Casavo, la piattaforma italiana proptech leader di mercato con il modello Instant Buying immobiliare, che chiude la raccolta con 50 milioni di equity e 150 milioni in linea di credito da parte di Goldman Sachs. Il nuovo round di investimento di serie C porta la raccolta totale della piattaforma a 385 milioni di euro dal 2017 ad oggi, tra capitale e debito. Si tratta del più grande investimento nella storia delle startup italiane.

Il round di finanziamento Serie C è stato guidato da Exor Seeds, al suo primo investimento in una startup italiana. Exor Seeds è l’attività di investimenti early-stage con cui la holding della famiglia Agnelli supporta aziende emergenti che hanno le potenzialità di diventare ciascuna leader nel suo mercato. Exor è anche il principale azionista di società come PartnerRe, Ferrari, Stellantis, CNH Industrial, Juventus Fc e The Economist Group.

Greenoaks Capital, Project A Ventures, 360 Capital e Picus Capital, già investitori nei precedenti round di finanziamento, continuano a supportare l’azienda. Tra i nuovi investitori, oltre a Exor Seeds, anche P101 e i relativi fondi (compreso Italia 500 con Azimut Libera Impresa) e Bonsai Partners, fondo di Venture Capital spagnolo che investe in realtà tecnologiche in tutta Europa.

Casavo, al primo posto della Top Startups Italia 2020 di Linkedin, ha chiuso il 2020 con crescita a tripla cifra grazie allo sviluppo di un’esperienza utente totalmente digitale, riducendo il tempo medio di vendita da 6 mesi a 30 giorni e creando un modello inclusivo che genera valore per tutti gli attori dell’ecosistema immobiliare. Fondata a Milano nel 2017 da Giorgio Tinacci, scelto da Forbes Italia per gli Under 30 del 2019 nella categoria ‘Consumer Tech’, Casavo è una piattaforma tecnologica (Instant Buyer) che presenta offerte dirette per l’acquisto di immobili, e dopo la ristrutturazione, trova gli acquirenti finali. Ha effettuato più di 1100 transazioni immobiliari ad oggi per un valore di oltre 300 milioni di euro. Con un team di 200 persone, opera attualmente a Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Verona e Madrid. Il servizio di Instant buying rappresenta il core business, ma a questo sta espandendo la sua offerta di prodotto tecnologico per soddisfare tutte le esigenze di venditori, acquirenti ed agenti immobiliari.

“Siamo entusiasti di accogliere Exor come partner di lungo termine per portare avanti la nostra missione di cambiare il modo in cui le persone vendono, comprano e vivono casa in Europa”, afferma Giorgio Tinacci, fondatore e ceo di Casavo. “Il nuovo round di finanziamento ci permette di accelerare la crescita sia all’interno dei mercati dove siamo già attivi, come Italia e Spagna, sia in altri Paesi europei aiutandoci a rivoluzionare l’esperienza di vendita e di acquisto casa per migliaia di persone. In particolare, la raccolta di equity ci permetterà di continuare ad investire nel nostro team e in tecnologia per creare la migliore esperienza digitale per i nostri clienti. La linea di credito da parte di Goldman Sachs, invece, rappresenta una tappa fondamentale e strategica per finanziare le nostre transazioni immobiliari su larga scala con il supporto di investitori istituzionali”.