Baghi’s

Share

Piccole dimensioni, ma grandissima attenzione alla qualità delle materie prime: la pasticceria artigianale Baghi’s nasce a Castello di Godego, in provincia di Treviso, e trova nei lievitati – in primis nel panettone, ma anche colombe, pandolci e babà – il suo fiore all’occhiello. Non a caso, i titolari Riccardo Gasparin e Fabio Pellizzari hanno fondato l’azienda perchè non riuscivano a trovare sul mercato un dolce realizzato senza aggiunta di monogliceridi, conservanti o additivi di altro tipo. Da qui la scelta di realizzare lievitati made in Veneto fatti esclusivamente con lievito madre vivo, farine (tipo 1 o integrale al 100%), uova rotte a mano allevate a terra e provenienti da un vicino allevamento in cui le galline ascoltano musica classica. Il tutto lavorato con le lunghe tempistiche necessarie per ottenere un prodotto d’eccellenza. Oggi Baghi’s lavora per il 70% con l’estero (in particolar modo Usa e Giappone), ottiene premi in concorsi internazionali come il Great Taste Award di Londra e vede i suoi prodotti esposti in alcuni dei negozi più ricercati al mondo. “Quando produciamo per i nostri clienti giapponesi, questi sono presenti qui in sede, durante la lavorazione”, spiega Gasparin.

 

CONTATTI

Via dell’Artigianato, 34, Castello di Godego (TV)
Telefono: 0423 750304

Personaggi ed interpreti

I veneti Riccardo Gasparin (a destra nella foto) e Fabio Pellizzari – il primo ha un passato da direttore amministrativo con la passione per il vino e un diploma in sommelier, mentre il secondo si occupava dei lievitati nell’azienda alimentare di famiglia – hanno gettato le fondamenta dell’azienda nel 2013 mossi dalla comune attrazione verso il buon cibo, con la consapevolezza che qualunque dolce fosse uscito dal loro laboratorio sarebbe stato vero, senza conservanti, coloranti o additivi.

Il punto forte

Realizzato prima che diventasse mainstream, il prodotto di punta di Baghi’s è il panettone tradizionale in vasocottura con arancio candito e uvetta. Si tratta della visione moderna del dolce natalizio più tradizionale: l’impasto è quello del panettone classico ma fatto lievitare e cotto direttamente nel suo vaso di vetro. Al di là del packaging, il panettone sottovetro ha un vantaggio importante: il contenitore preserva aromi ed umidità, allungando di fatto la vita del prodotto.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo