Nel ‘77 Vittorio Moretti fonda Bellavista, facendone una tra le più autorevoli realtà franciacortine. Il nome prende spunto dalla collina su cui sorge la tenuta, incastonata nella bellezza di un anfiteatro collinare morenico. Bellavista è sinonimo di eleganza e finezza, di passione per un territorio – la Franciacorta, appunto – capace di generare meraviglia. La filosofia aziendale è fatta di precisione maniacale, semplicità e di uno stretto legame fra l’uomo e la terra. Oggi Francesca Moretti, l’enologo di famiglia, affiancata da Richard Geoffroy, è alla guida del team dei tecnici della cantina e della campagna. Il pensiero è quello costante che ha guidato il padre Vittorio negli anni: l’eccellenza come obiettivo da perseguire nel quotidiano grazie all’artigianalità dei gesti, alla costanza produttiva. Il lavoro dell’azienda non è solo produrre vino, ma raccontare la storia di donne e uomini che ogni giorno curano le vigne, di un territorio che chiede molto e sa dare altrettanto, di una natura che si rinnova con costanza e determinazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

CONTATTI

Sede: via Bellavista 5,
25030 Erbusco (BS)
Telefono: 0307762000
Email: [email protected]

In primo piano

Dopo la maturità Francesca Moretti inizia un primo periodo di formazione nell’azienda di famiglia fino a quando, nel ‘97, il padre Virttorio le affida l’azienda agricola Petra. Dal 2022 è enologo di Bellavista, per la quale supervisiona – a fianco di colleghi enologi direttori di tenuta – tutte le attività produttive delle altre aziende del gruppo: Contadi Castaldi in Franciacorta, Petra a Suvereto, Acquagiusta in Maremma, Teruzzi a San Gimignano, Sella&Mosca ad Alghero.

Il punto forte

Riserva Vittorio Moretti è una cuvée che racconta la creatività e lo spirito indomito di Vittorio Moretti, una riserva che tiene viva la memoria della terra di Franciacorta e del suo perpetuo rinnovarsi. Questo prezioso assemblaggio nasce dalle migliori selezioni dei suoli, delle esposizioni, delle uve e dei frazionamenti di vendemmia. I frutti delle viti più vecchie vengono fermentati in piccole botti di rovere bianco, mentre il lungo élevage sui lieviti è nobilitato dall’utilizzo del tappo di sughero.

Contenuto precedente
Contenuto successivo