Orto Bioattivo

Share

Creare un’agricoltura sostenibile e replicare ciò che avviene nella foresta amazzonica, progettando coltivazioni che richiedono zero impatto, alta produttività e pochissimo lavoro, grazie a una particolare ricetta segreta di compost chimicamente testato, lombrichi, minerali, sabbia vulcanica e micro-organismi in grado di aumentare in modo esponenziale la fertilità e la resa di un terreno agricolo. É l’Orto Bioattivo di Andrea Battiata, che consente di ottenere frutta e verdura molto più saporita e nutriente sia di quella coltivata con agricoltura intensiva addizionata con sostanze chimiche sia di quella biologica che conosciamo oggi. Anni di ricerche e sperimentazioni col coinvolgimento di diverse università – in primis quella di Firenze – hanno portato a una serie di coltivazioni di successo sparse per l’Italia, che hanno destato l’interesse della comunità scientifica. Con l’Orto Bioattivo, dal punto di vista della produttività, siamo nell’ordine di dieci volte la normale produzione dell’agricoltura bio tradizionale, mentre a livello nutrizionale abbiamo concentrazioni più elevate di licopene (+18,5%), calcio (+15%), potassio (+11%), fosforo (+60%) e zinco (+28%).

CONTATTI

Via S. Carlo 9f Firenze
Telefono: 335 470535

Personaggi ed interpreti

Ideatore del progetto dell’Orto Bioattivo è Andrea Battiata, botanico, agronomo di fama internazionale e consigliere della Società toscana di orticultura. In realtà l’idea arrivò da sua moglie, che una volta chiese al marito, dopo aver mangiato l’ennesima insalata senza sapore: “Ma è possibile che con la tua esperienza tu non riesca a coltivare un’insalata sana e saporita?”. Da allora sono passati circa 10 anni: fu quella la scintilla che fece partire tutto il resto.

Il punto forte

Uno degli aspetti rivoluzionari dell’Orto Bioattivo è che non è più necessario lavorare la terra. Niente aratura nè zappatura: il suolo non viene compattato perchè deve avere la giusta areazione, nè concimato perchè la fertilizzazione avviene tramite copertura organica permanente (sotto la superficie, la terra è ricca di componente organica). Questo metodo di coltivazione ecologica permette di risparmiare acqua ed energia, perchè non richiede irrigazioni continue o lavorazioni costanti.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo