Santa Margherita

Share

Nata nel 1935 dalla visione del conte Gaetano Marzotto, Santa Margherita Gruppo Vinicolo è una storia italiana che parla di passione e lavoro, metodo e tradizione. Sono trascorsi 85 anni da quell’esordio visionario e lungimirante – un’agricoltura moderna, efficiente, fatta di uomini, natura e tecnologia insieme – ma i valori sono rimasti gli stessi: oggi Santa Margherita è una delle realtà del vino più importanti del Belpaese, un ‘mosaico enologico’ (712 ettari di cui il 70% di proprietà e oltre la metà coltivata secondo i dettami dell’agricoltura biologica) che raggruppa dieci tenute, da nord a sud: dal Veneto orientale alla Valle dell’Adige, dalle colline di Valdobbiadene e Refrontolo alla Franciacorta, dall’Alto Adige alla Lugana, dal Chianti Classico alla Maremma, dalla Sicilia alla Sardegna. Attraverso i brand Santa Margherita, Torresella, Kettmeir, Ca’ del Bosco, Cà Maiol, Lamole di Lamole, Vistarenni, Sassoregale, Terrelíade e Cantina Mesa, rappresenta uno dei poli più significativi dell’enologia italiana, con oltre 22 milioni di bottiglie vendute nel 2019 in 94 Paesi del mondo.

CONTATTI

Via Ita Marzotto 8 - Fossalta di Portogruaro, Venezia - Tel. 0421 246111
www.santamargherita.com

In primo piano

Una cultura che si tramanda di generazione in generazione, oggi il Gruppo è di proprietà dei quattro fratelli della famiglia: Gaetano Marzotto alla presidenza, Stefano alla presidenza di Zignago Holding, Luca alla vice presidenza e Nicolò, membro del Cda. La guida operativa è affidata all’ad Beniamino Garofalo. Nella foto, da sinistra, i fratelli Luca, Nicolò, Stefano, Gaetano Marzotto e (quarto da sinistra) Beniamino Garofalo.

Il punto forte

Cantina dell’anno per la Guida vini d’Italia 2021 del Gambero Rosso per la varietà dei prodotti delle tenute unita a un altissimo livello della proposta enologica e all’ottimo lavoro della famiglia Marzotto.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo