Seguici su
Style 26 Settembre, 2019 @ 11:00

Chi è lo stilista Francesco Paolo Salerno che si ispira ai poeti dell’Ottocento

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
Tre look FRANCESCO PAOLO SALERNO – PE 2020

“Fu l’emblema dell’anticonformismo, in un’epoca borghese che si affacciava sull’emancipazione delle donne, con una sessualità trasgressiva e fuori dagli schemi: Renée Vivien (poetessa britannica, ndr) è la mia ispirazione per questa collezione, dedicata a una donna libera, magnetica, conturbante e contemporanea”. A parlare è lo stilista pugliese Francesco Paolo Salerno, che ha presentato a Milano al Baglioni Hotel Carlton la sua collezione di prêt-à-porter primavera-estate 2020 nella cornice della fashion week meneghina.

Classe 1979, Salerno è il fondatore di un brand, nato nel 2011, che dalla couture vira verso il ready-to-wear. Le citazioni sono molteplici e attingono ai luoghi più lontani, l’Asia in modo particolare, traducendosi in un’estetica sperimentale che mixa i codici dello sportswear più urbano con un lessico più sofisticato e contemporaneo. Le mie ispirazioni? “La letteratura, l’arte e la strada”, svela a forbes.it lo stilista.

Protagonisti quindi decori, fatti di ruches e volant, volumi asimmetrici ed elementi sartoriali e silhouette ben delineate dal sapore eighties. E se la palette gioca coi contrasti alternando nero, bianco ottico, rosso carminio e verde acido, i tessuti lasciano spazio al raso duchesse, allo chiffon, alla georgette e al vinile.

Dopo una formazione allo Ied di Roma, dove ottiene il diploma in fashion design, il giovane creativo realizza oggi abiti destinati al red carpet e alle celebrities d’oltreoceano come Christina Aguilera, Dita Von Teese, Ireland Basinger Baldwin, Carmen Electra, Tony Braxton e Paulette Washington.

Oggi, dopo l’apertura dello showroom in via Appiani a Milano, il designer progetta di internazionalizzare il suo marchio. “Le mie muse? Potrei averne tante, ma ho sempre pensato di non rivolgermi a una sola donna, lavorando su ogni tipologia di fisicità e di carattere. In ogni caso, amo particolarmente Angelina Jolie: lei potrebbe decisamente essere la mia musa”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!