Seguici su
Lifestyle 21 Maggio, 2020 @ 4:50

Le vacanze più esclusive (e distanziate) quest’estate si fanno in villa. E i Vip stranieri l’hanno già capito

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Fonte immagine: thethinkingtraveller.com

di Annalia Venezia

Una Jacuzzi sopra un faro vicino Siracusa. Un castello immerso nella natura pugliese. Una piscina che si affaccia sui campi di grano di Marsala. Residenze esclusive, silenziose, volutamente poco pubblicizzate, ideali per gli amanti del lusso non ostentato e della privacy, come quella che cercano anche molti personaggi pubblici internazionali. Luoghi unici, che appartengono a famiglie antiche a cui, fino a poco tempo fa, si accedeva solo attraverso il passaparola.

Rossella e Huw Beaugié (Courtesy: TheThinkingTraveller)

Quando Rossella e Huw si sono incontrati, quella sera di 22 anni fa a Parigi, a una festa di un amico americano, mai avrebbero pensato di occuparsi un giorno delle vacanze degli altri. Lei, originaria di Palermo, era appena atterrata da New York e stava completando un dottorato di ricerca in biologia cellulare. Lui Huw Beaugié, ingegnere londinese, stava lavorando per una casa automobilistica ma con ambizioni che lo portavano, almeno col pensiero, lontano da lì. Da quella sera non si sono più lasciati e per passare del tempo di qualità insieme hanno stravolto i loro piani. «Dopo una lunga primavera piovosa a Parigi, siamo volati sull’Isola di Stromboli per una breve vacanza. Volevo fargli conoscere il sole della mia terra e lì, in quel posto magico, si è accesa la scintilla», racconta Rossella. «Huw si è innamorato dell’Isola e del calore della Sicilia.  E io, che fino a quel momento avevo viaggiato per tutto il mondo, l’ho riscoperta. Così abbiamo iniziato a sognare e progettare. E dopo qualche anno il sogno è diventato una società, Thinking Traveller». Complice il grande network di conoscenze di entrambi, in poco tempo sono diventati il punto di riferimento delle vacanze di inglesi e americani, tra cui cantanti famosi e attori di Hollywood di cui non vuole svelare le identità.

«Ci siamo concentrati sulla qualità delle ville. Ne curiamo 140 in esclusiva, tra Sicilia, Puglia e Toscana. Fuori dall’Italia ne abbiamo in Grecia, Corsica e Turchia. Le conosciamo una per una, gli standard sono alti, quelli che ogni nostro ospite si aspetta. E così qualche volta ci capita di non accettare l’incarico. Magari sono case storiche, che appartengono alla stessa famiglia da secoli ma che non offrono quel comfort che noi garantiamo. E ammetto che in certi casi non è facile dire di no», spiega Rossella.

Chi li contatta per i soggiorni spesso sono amici di amici. Col tempo la clientela si è allargata, è principalmente straniera, arriva soprattutto da New York, Londra e Lugano. Alcuni sono personaggi noti alla ricerca del buon gusto, ma anche di silenzio e discrezione. «Si fidano, sono abituati a vivere in un mondo di comodità e la cercano anche in vacanza. Con noi sono certi di evitare il rischio. Quando consigliamo una casa, sappiamo che è quella giusta per le esigenze di chi ce la chiede. Le conosciamo tutte, i nostri occhi sono i loro». I prezzi vanno dai 3 ai 20 mila euro a settimana, gli stranieri apprezzano l’Italia anche più di chi ci vive tutto l’anno. «Amano i paesaggi, la cucina, apprezzano l’olio appena uscito dal frantoio, il vino locale, il formaggio appena fatto dal contadino, cercano le esperienze. Per questo quando forniamo una cuoca per l’intero soggiorno vogliamo che sia una vera signora di casa, che sappia cucinare piatti locali». Certo, capita anche qualche imprevisto e che gli ospiti non sempre capiscano a che cosa vanno incontro. Come quella volta che una coppia americana aveva scelto una villa isolata, raggiungibile solo attraverso una strada sterrata, e poi voleva affittare una Ferrari. «Gli abbiamo fatto capire che sarebbe stato meglio un fuoristrada», sorride Rossella, abituata a non perdere il suo aplomb davanti alle richieste più complesse. Come far cantare un soprano di fama internazionale per il compleanno a sorpresa di un ospite. O far recapitare un pianoforte a coda in giardino, in una villa a picco sul mare.

Con l’incognita del Covid e i divieti di circolazione aerea, quest’anno il passaparola ha coinvolto anche molti italiani. Che dal 3 giugno potranno circolare tra regioni. «La villa garantisce il distanziamento sociale richiesto, per questi molti le cercano. Sul nostro sito, da poco in lingua italiana, si possono trovare le soluzioni. Chi ama il mare e le isole troverà anche ville a Favignana e Marettimo, Lipari e Capraia. Sono tra le più belle d’Italia», conclude Rossella. «Su questo garantisco io».

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!