Seguici su
Business 9 Settembre, 2020 @ 10:55

Il re dell’acqua minerale è diventato il terzo uomo più ricco di Cina

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi

 

hong kong borsa, ipo di nongfu spring e patrimonio Zhong Shanshan
Photo by Anthony Kwan (Getty Images)

Articolo di Russell Flannery apparso su Forbes.com

L’uomo d’affari cinese Zhong Shanshan, 65 anni, continua a far parlare di sé dopo essere stato inserito nella classifica Forbes dei miliardari 2020 pubblicata ad aprile, dove si era posizionato alla posizione 1.063 con un patrimonio di 2 miliardi di dollari, dovuta principalmente alla sua partecipazione in Nongfu Spring, che controlla circa un quarto del mercato cinese dell’acqua in bottiglia.

E sta concludendo un grande anno. Zhong Shanshan, dopo l’Ipo sulla Borsa di Shenzhen, avvenuta a giugno, della Beijing Wantai Biological Pharmacy Enterprise (di cui è il maggiore azionista), che gli ha permesso di aumentare il suo patrimonio fino a 10 miliardi di dollari, ha messo a segno un altro colpo.

Ieri, grazie alla quotazione a Hong Kong di Nongfu Spring che ha visto le azioni toccare il massimo di HK $39,20 (circa il 70% rispetto al prezzo iniziale), il patrimonio di Zhong valeva quasi 59 miliardi di dollari, più dei 57 miliardi di Ma Huateng e dei 51 miliardi di Jack Ma, il fondatore di Alibaba. Ciò significa che questa mattina Zhong Shanshan era l’uomo più ricco di China.

Successivamente, però, le azioni di Nongfu Spring hanno chiuso a HK $33,10, facendo scendere il patrimonio totale dell’imprenditore fino a 50 miliardi di dollari, cifra che comunque gli permette di essere il terzo uomo più ricco della Cina. Il prezzo iniziale delle azioni, al momento dell’Ipo di Nongfu Spring era HK $21,50 per azione. Un vero e proprio successo per la Borsa di Hong Kong.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!