Seguici su
Lifestyle 11 Novembre, 2020 @ 10:04

Lotus sta lavorando al primo suv elettrico che sarà presentato nel 2022

di Emiliano Ragoni

Auto e tecnologia.Leggi di più dell'autore
chiudi
Il rendering di Autocar della nuova suv di Lotus
Il rendering di Autocar della nuova suv di Lotus.

La Lotus è il marchio inglese che fine a qualche mese fa era conosciuto per le auto sportive che facevano del rapporto peso/potenza il loro punto di forza. Tuttavia, da quando nel 2017 il marchio è stato acquisito dal gruppo Geely (proprietario della Volvo), la strategia della casa è radicalmente cambiata. Il colosso cinese infatti vuole farla diventare leader nel settore del lusso, puntando anche sull’elettrificazione della gamma.

Il primo segno evidente di questo cambio di strategia è la Lotus Evija, hypercar elettrica da 2 milioni di euro e 2mila cavalli di potenza che verrà prodotta in 130 esemplari. Ma, chiaramente, questo non basta per aumentare in modo considerevole i volumi di vendita e così il piano di rilancio della Geely ha previsto anche la produzione di un suv sportivo, con buona pace di tutti i puristi del brand. Secondo quanto riportato da Autocar questo importante modello, conosciuto con il nome in codice Lambda, vedrà la luce nel 2022 e sarà completamente elettrico.

Il progetto del suv è nato nel 2016 sotto l’egida dell’ex capo della Lotus Jean-Marc Gales, anche se inizialmente si era pensato a un modello con propulsione termica ad alte prestazioni. In virtù delle attuali tendenze del mercato, che vedono la Cina assoluta protagonista della scena con più di 1,2 milioni di elettriche vendute lo scorso anno, la Geely ha deciso di cambiare radicalmente la strategia. Il suv Lotus punta al mercato cinese e a quello americano con l’obiettivo iniziale di far triplicare le vendite della casa, portandole da 1.500 a circa 5mila unità vendute all’anno. Essendo un modello strategico, il suv sarà prodotto a Hethel (Inghilterra), che è attualmente in fase di ristrutturazione e in grado di garantire fino a 10mila unità all’anno. I volumi più massicci saranno invece garantiti dall’impianto della Geely di Wuhan, in Cina, destinato, oltre ai modelli per il mercato interno, anche alla sport utility.

I volumi produttivi terranno comunque conto della domanda. Essendo un modello a marchio Lotus, verrà posta particolare cura alla guidabilità e alla dinamica di guida. La piattaforma impiegata sarà una versione adattata della sustainable experience architecture della Geely, recentemente annunciata. Saranno due le varianti previste a listino, entrambe con doppio motore: una avrà una potenza di 600 cavalli, la top di gamma invece arriverà fino a 750. Anche se non sono stati diffusi i dettagli tecnici, ci si aspetta che l’autonomia garantire una percorrenza di 580 km con una singola ricarica. L’evento di presentazione per il suv Lotus si terrà nel 2022, con l’inizio delle vendite previsto nel 2023.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!