Aspark Owl, la hypercar elettrica da 3 milioni di euro, è giapponese ma costruita in Italia

aspark owl
Share

Aspark Owl, la hypercar elettrica da 3 milioni di euro

L’era delle hypercar elettriche è ufficialmente iniziata. I 50 facoltosi clienti possono mettere finalmente le mani sull’incredibile hypercar da 3 milioni di euro Aspark Owl. Realizzata dall’azienda giapponese con sede a Osaka, l’Aspark Owl, essendo un progetto elitario, verrà prodotta nella tiratura limitata di 50 esemplari, di cui 20 destinati all’Europa. Attualmente l’hypercar elettrica è visibile nello showroom della compagnia allestito a Osaka.

Pur essendo stata concepita dalla società giapponese Aspark, che si occupa di consulenza (ha 25 sedi nel mondo e 3.300 dipendenti), verrà costruita in Italia, grazie alla collaborazione con la Manifattura Automobili Torino (che ha realizzato la Nuova Stratos e la Scuderia Cameron Glickenhaus SCG 003S).

Aspark Owl: specifiche tecniche

La Aspark Owl (Owl in inglese significa gufo), ha specifiche tecniche pazzesche: 2012 cavalli, 2000 Nm di coppia, scatto da 0 a 100 km/h di 1,69 secondi e velocità massima di 400 km/h. Numeri assolutamente strabilianti, possibili grazie ai quattro motori sincroni a magneti permanenti e alla batteria da 64 kWh, che secondo l’azienda dovrebbe garantire un’autonomia di 450 km (su ciclo NEDC).

aspark owl

L’intero telaio e i pannelli della carrozzeria sono in fibra di carbonio, particolarità che aiuta a tenere basso il peso, che ammonta a 1900 kg. L’altezza di soli 99 cm e il sofisticato studio aerodinamico effettuato, dove si può notare l’alettone posteriore automatico, dovrebbero garantire doti dinamiche all’altezza, anche grazie alla gestione elettronica dei quattro motori elettrici. 

Le forme sono quelle di un’auto senza tempo. Le simmetrie conferite dagli enormi passaruota anteriori e posteriori, che tendono a nascondere l’abitacolo, si sposano alla perfezione con l’affilato frontale. Gli interni minimal, in virtù della disposizione di alcuni comandi direttamente sul cielo, danno la sensazione di essere seduti su una cabina di pilotaggio.