Ferrari lancia il programma Le Mans Hypercar per la nuova classe del Wec

Share

A cinquant’anni dall’ultima partecipazione ufficiale nella classe regina del Mondiale Sport Prototipi, nel 2023 Ferrari scenderà in pista nella classe Hypercar del FIA World Endurance Championship, un campionato che contribuì attivamente a creare. Nel 1973, Enzo Ferrari decise infatti di abbandonare le competizioni endurance per concentrarsi esclusivamente sulla Formula 1 e così sarà ancora fino alla fine del 2022. La storia che unisce Ferrari alla 24 Ore di Le Mans e al Mondiale Endurance è lunga e costellata di successi per la casa italiana. In passato le vetture a ruote coperte del Cavallino Rampante hanno riportato grandi successi, il primo dei quali ottenuto nel 1949, come testimoniato dai 24 titoli mondiali conseguiti – l’ultimo conquistato nel 2017 – e le 36 vittorie alla 24 Ore di Le Mans. La decisione di tornare a competere nella top class del Mondiale Endurance è arrivata in seguito a un’attenta analisi: dopo aver scartato l’ipotesi di correre nella Indycar, la Casa di Maranello ha deciso di sfruttare l’occasione di competere ai massimi livelli dell’endurance.

Dopo aver analizzato regole e costi Ferrari ha dato il via allo sviluppo della nuova vettura LMH che nelle scorse settimane è già entrato nel vivo con l’avvio delle fasi di progettazione e simulazione. Ferrari punta inoltre sulla ricaduta tecnologica che porterà la Hypercar sul prodotto di serie che verrà lanciato sul mercato in contemporanea. L’interesse sulla formula Hypercar da parte della Ferrari è maturato già negli ultimi due anni di discussioni con FIA e ACO, per seguire passo passo il procedere del regolamento e le libertà tecniche. Il programma di collaudi in pista, il nome della vettura e quello dei piloti che costituiranno gli equipaggi ufficiali verranno comunicati successivamente.

Ferrari parteciperà alla nuova serie Le Mans Hypercar insieme ai marchi che hanno già confermato la loro presenza come Audi, Glickenhaus, Peugeot, Porsche e Toyota, rilanciando il suo impegno sportivo e la volontà di essere protagonista nei campionati di eccellenza del motorsport mondiale.

Share