Mercedes-AMG prende la scossa con le nuove E Performance

Share

Motore termico più motore elettrico, con una spolverata di prestazioni AMG faranno delle ibride Mercedes-AMG E Performance dei bolidi su quattro ruote. È stato appena annunciato il piano di sviluppo delle AMG elettrificate che vede già in rampa di lancio due powertrain super prestazionali grazie a soluzioni tecniche mutuate da Formula E e Formula 1, dove la Casa di Stoccarda continua a mietere successi.

Da sempre Mercedes-AMG è sinonimo di modelli ad alte prestazioni con un’elevata dinamica di marcia. Ora la Casa di Affalterbach apre all’elettrificazione: la nuova strategia prevede propulsori per veicoli ibridi E Performance e modelli AMG con trazione elettrica a batteria sviluppati in stretta collaborazione con i team di Formula E e F1. Cooperazione che si intensificherà nel corso dell’anno, come dimostra anche il raggruppamento delle attività sportive automobilistiche.

Mercedes-AMG presenta la hypercar sull’esclusivo camion brandizzato con il claim «The Future of Driving Performance»

Lo scambio reciproco di know-how permette anche la realizzazione di esclusivi modelli AMG come l’hypercar Project One, che trasferisce quasi invariata su strada la tecnologia di propulsione ibrida della Formula 1. Altri modelli stradali elettrificati debutteranno nel corso del 2021. La nuova strategia si basa su due pilastri: da un lato l’offerta di veicoli ibridi basati su un concept di propulsione completamente indipendente raggruppati sotto l’etichetta E Performance; dall’altro, modelli derivati AMG con trazione 100% elettrica che si basano sulla nuova Electric Vehicle Architecture (EVA) di Mercedes per le vetture di lusso e di segmento superiore.

Philipp Schiemer / Foto Media Daimler

“Con la nostra nuova strategia di sistemi di propulsione proiettiamo il nostro tipico DNA in un futuro elettrificato. I nostri veicoli ibridi Performance, completamente sviluppati ad Affalterbach, arriveranno perfino a superare la dinamica di marcia dei nostri attuali modelli, dimostrandosi assolutamente all’altezza della nostra nuova etichetta tecnologica E Performance. Mercedes-AMG proseguirà con l’elettrificazione della gamma anche con i derivati puramente elettrici sulla base dei modelli Mercedes-EQ. Così facendo ci rivolgeremo a nuovi target che potranno vedere Mercedes-AMG come il marchio luxury-performance del XXI Secolo”, ha spiegato Philipp Schiemer, presidente del cda di Mercedes-AMG.

L’architettura E Performance si basa sull’idea di fondo di sviluppare una catena cinematica elettrificata in grado di esaltare ulteriormente le driving performance tipiche del Marchio, garantendo al contempo la massima efficienza. Il concept modulare AMG in versione ibrida E Performance abbina i motori a quattro od otto cilindri a un propulsore elettrico alimentato da una batteria ad alte prestazioni sviluppata internamente e alla trazione integrale AMG Performance 4Matic+ con ripartizione della coppia totalmente variabile. Il motore elettrico – che a seconda dei modelli eroga fino a 150 kW di potenza di picco e 320 Nm di coppia – è alloggiato sull’asse posteriore ed integrato con un cambio a due rapporti ad innesto elettrico, nonché con il differenziale autobloccante a gestione elettronica in una Electric Drive Unit compatta. Anche la batteria è alloggiata dietro, sopra l’asse posteriore.

Il progetto modulare si articolerà su diverse serie di modelli, offrendo così la flessibilità necessaria per proiettare la gamma AMG nel futuro della mobilità elettrica. Le elevate prestazioni della batteria AMG da 400 V si basano su un innovativo sistema di raffreddamento diretto: per la prima volta, le 560 celle vengono raffreddate singolarmente. La batteria rimane quindi sempre in una fascia di temperatura di esercizio di 45° C. Sul banco di prova i prototipi della batteria hanno già superato senza problemi innumerevoli test chilometrici.

Mercedes-AMG partirà con la variante denominata internamente HPB80 da 6,1 kWh di capacità, 70 kW di potenza continuativa e 150 kW di potenza di picco per un tempo massimo di 10″. La batteria pesa solo 89 kg e raggiunge una densità di potenza di 1,7 kW/kg. Le batterie tradizionali senza raffreddamento diretto delle celle si fermano circa alla metà di questo valore. Considerata la scalabilità della batteria si possono ipotizzare anche ulteriori stadi di sviluppo; a tale scopo è in corso un’attenta valutazione delle esigenze per ciascun segmento.

Le prestazioni della catena cinematica ibrida AMG E Performance rendono possibili potenze di sistema oltre i 600 kW con più di 1.000 Nm di coppia massima. I futuri modelli potranno così scattare da 0 a 100 km/h in meno di 3”. Parallelamente allo sviluppo dei propulsori ibridi E Performance a otto cilindri, Mercedes-AMG sta sviluppando lo step tecnologico successivo: le vetture ibride E Performance AMG con il quattro cilindri AMG di due litri  turbo (M 139) profondamente rielaborato ed ulteriormente potenziato. Finora montato esclusivamente trasversalmente sui modelli compatti (A35, A45 e A45s). Nella variante E Performance sarà montato in senso longitudinale per sfruttare al meglio l’accoppiata con il motore elettrico.

Gli ingegneri Mercedes-AMG puntano a superare nuovamente la massima potenza specifica a livello mondiale per un motore a quattro cilindri di serie. La principale innovazione è il turbocompressore elettrico a gas di scarico applicato per la prima volta su un veicolo di serie. Questa tecnologia, deriva direttamente dalla MGU-H di Formula 1, è stata già utilizzata nella Project One. Il turbocompressore a gas di scarico è alimentato dalla rete di bordo da 400 V e raggiunge regimi di rotazione superiori ai 150.000 giri/min., consentendo un’elevata portata d’aria molto elevata. Nella versione ibrida E Performance a quattro cilindri è possibile abbinare il motore turbo AMG di due litri con più di 450 CV di potenza (con turbocompressore elettrico) al propulsore elettrico da 204 CV. I valori complessivi di potenza e di coppia permetteranno ai futuri modelli AMG di ottenere prestazioni superiori a quelle di analoghe vetture con motore V8 non ibridi.

Prossimamente, le prestazioni, l’efficienza e l’agilità della catena cinematica ibrida a quattro cilindri saranno disponibili sul mercato con la futura generazione della Classe C AMG. Entro quest’anno Mercedes-AMG lancerà anche vetture E Performance con trazione 100% elettrica basate su futuri modelli EV Mercedes-EQ, secondo la cosiddetta strategia dei derivati, ma più esclusive, personalizzate e potenti. I modelli AMG elettrici a batteria si basano sulla nuova architettura esclusivamente elettrica di Mercedes-EQ. I veicoli vengono rielaborati da cima a fondo ad Affalterbach secondo le specifiche del Marchio in termini di tecnologia, design esterno e configurazione interna, nonché equipaggiamenti di serie e opzionali.

Saranno gli ambasciatori di una nuova era nel segmento Performance dei modelli AMG 43 e 53 per i target che attribuiscono grande importanza alla mobilità elettrica, ma al tempo stesso non intendono rinunciare alla sportività e all’elevata dinamica di marcia. I valori (provvisori) delle prestazioni dei prototipi sono promettenti: dalla combinazione tra i due motori (ICE ed elettrico) si possono ottenere prestazioni al livello delle Mercedes-AMG Performance più potenti con l’attuale biturbo V8 di 4 litri. Questo vale anche per lo scatto 0-100 km/h che, a seconda della potenza e del veicolo, richiede un tempo nettamente inferiore ai 4” per un’accelerazione lineare e un piacere di guida inedito. Nonostante l’ibridizzazione, le Mercedes-AMG conservano il tipico sound AMG ottenuto grazie a sistemi specifici. La nuova gamma E Performance proietta Mercedes-AMG nel futuro della mobilità elettrica attraverso un’autentica “AMG Sound Experience” di nuova concezione.