Influenti e sognatori: chi sono i lobbisti under 35 più promettenti d’Italia

Giulia Aloisio Rafaiani
Giulia Aloisio Rafaiani
Share

Tessono e connettono relazioni. Ascoltano e consigliano. Indicano e scrivono la via delle soluzioni, anche quando il sistema è intrecciato. E, soprattutto, gestiscono con creatività, sapienza e sguardo al futuro un settore, come quello dei rapporti istituzionali, in cui l’imprevisto, la gaffe comunicativa, e la caduta percettiva di un brand sono sempre lì: dietro l’angolo. Nell’antichità erano i saggi consiglieri, coloro che si nascondevano dietro le strategie dei re e dei comandanti, nell’era moderna sono lobbisti. Ma soprattutto sono giovani. Giovani visionari che creano valore aggiunto per sé, per la propria azienda, per il Paese.

Ecco chi sono i manager U35 dei quali sentire molto parlare in futuro.

Giulia Aloisio Rafaiani

Giulia Aloisio Rafaiani – “Head of International & EU Relations” and “Head of Communications Planning”, Aeroporti di Roma

Giulia Aloisio Rafaiani lavora per Aeroporti di Roma, società del Gruppo Atlantia, dove gestisce i rapporti con i principali stakeholders internazionali e coordina le attività di comunicazione dell’azienda, con un focus particolare sui progetti di ADR in campo innovazione.
Classe 1990 e laureata in Politiche Internazionali e in Sociologia a Londra,  con un Master in giornalismo presso City University London, inizia il suo percorso nel mondo della comunicazione corporate entrando nella società di consulenza Brunswick Group, dove lavora con un vasto portfolio di clienti nel settore dell’arte e della cultura.
Nel 2018, si unisce come ‘associate’ alla boutique firm di comunicazione e consulenza strategica Strategic Partners, dove gestisce in prima persona accounts di diversi settori e di calibro internazionali. Esperienze che, nel loro complesso, dimostrano il suo atteggiamento eclettico e versatile.
“Oggi la comunicazione è necessaria in tutte le aree di business, dalle relazioni con i clienti al branding, dalle relazioni istituzionali alla produttività”, ci racconta Giulia. “Soprattutto, in un momento complesso come quello odierno, dove il mondo ha dovuto prima affrontare una crisi sanitaria globale e poi progettare una nuova normalità, affrontando i temi centrali del presente e del futuro, come l’innovazione e la sostenibilità”.
Giacomo Pistelli
Giacomo Pistelli

Giacomo Pistelli – Responsabile Rapporti con il Parlamento e Affari Legislativi per il Gruppo A2A

Laureato in Relazioni Internazionali presso la LUISS Guido Carli, con successivo Master in Lobby, Affari Istituzionali e Comunicazione d’Impresa presso il medesimo ateneo, oggi Giacomo Pistelli è responsabile dei rapporti con il Parlamento e Affari Legislativi per il Gruppo A2A.

In precedenza, ha maturato esperienza in aziende quali Open Fiber, Enel e società di consulenza specializzate in Public Affairs. Settore che, secondo Giacomo, “sta evolvendo con grande rapidità, richiedendo ai professionisti del settore una continua interazione con le complesse dinamiche della società odierna e competenze sempre più approfondite”.

Quindi, se “il lobbista non è più soltanto un portatore di interessi particolari presso le istituzioni ma anche un esperto della materia, che può aiutare il decisore pubblico ad
individuare soluzioni condivise su tematiche cruciali per il nostro futuro quali la sicurezza e la transizione energetica”, non è  una sorpresa se il giovane manager partecipa attivamente ad associazioni legate al mondo delle relazioni esterne e collabora a vario titolo con Master di settore.

Claudia Dionisi
Claudia Dionisi

Claudia Dionisi – Public affairs senior account di Utopia

Classe 1991, umbra, e laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Perugia, oggi Claudia Dionisi fa parte dell’Ufficio Monitoraggio e Relazioni Istituzionali dove si occupa in particolare del settore TLC.

Durante gli anni universitari, ha collaborato con il Garante dei Detenuti dell’Umbria, dove, entrare in carcere le “ha insegnato a comprendere la complessità della realtà e a vedere con disarmante chiarezza le disfunzioni della società moderna”, ci racconta.

Proprio la capacità di vedere oltre, con curiosità ed empatia, le ha permesso di farsi spazio nelle relazioni istituzionali – prima nella Fondazione Ottimisti & Razionali e da tre anni in Utopia. Senza dimenticare, inoltre, la collaborazione presso la Struttura di missione per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il suo ruolo odierno è quello di fare da trait d’union tra i decisori politici e le imprese. “Niente di ambiguo, ma un’attività che contribuisce a rendere viva la democrazia. Nel mio lavoro non esiste una giornata tipo. E questo è il bello. Il mondo del lobbying e dell’advocacy – ha bisogno di apprendimento continuo, visione critica e nuove competenze”.

E poi un messaggio ai futuri lobbisti: ” Determinazione, mente aperta e coraggio di riconoscere la diversità come valore. Per il resto, lavorando si impara”.

Erika Munno
Erika Munno

Erika Munno – Senior Consultant Comin & Partners

Laureata in Scienze Politiche alla LUISS e specializzata in Management e Politiche delle pubbliche amministrazioni, oggi è Senior Consultant presso Comin & Partners, società di consulenza strategica di comunicazione e relazioni istituzionali.

Da sempre appassionata di policy design e innovazione sociale, in passato si è occupata di politiche per la semplificazione e l’innovazione amministrativa maturando esperienze professionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

“Le Istituzioni pubbliche sono organizzazioni complesse, con proprie regole e caratteristiche; aver avuto l’opportunità di conoscerle da vicino mi aiuta molto oggi nel mio lavoro”, ci racconta. “Comprendere le molteplici sfumature dei processi decisionali è una delle abilità fondamentali di un professionista delle relazioni istituzionali, soprattutto in un Paese come il nostro che vede costantemente mutare lo scenario istituzionale e politico di riferimento, generando incertezza e imprevedibilità”.

Guardando al futuro della sua professione, Erika non ha dubbi: “Credo stia nella sfida di saper combinare competenze e conoscenze diverse, un metodo di lavoro che mi ha insegnato la consulenza e che costantemente sperimento oggi nei progetti che seguo. In un sistema sociale sempre più complesso e articolato, è decisivo avere una visione olistica e un approccio integrato”.

 

Alessio Raccagna
Alessio Raccagna

Alessio Raccagna – Director Government Affairs Southern Europe di Lime

Alessio Raccagna è il Direttore delle Relazioni Istituzionali di Lime per il Sud Europa. Nato a Roma, si è laureato in International Relations presso l’Università LUISS Guido Carli. Ha maturato diverse esperienze accademiche e professionali all’estero.
Nel 2013 è stato visiting international student all’università di Berkeley in California. Nel 2016 ha svolto uno stage a Bruxelles, in qualità di policy assistant, presso la European Heat Pump Association (EHPA). Appassionato d’innovazione ha fondato nel 2012 una startup che si occupa di vendere online prodotti biologici e naturali realizzati da piccole aziende italiane a conduzione familiare.
Nel 2015, è Co-organizer del primo evento TEDx dell’Università LUISS Guido Carli, TEDxLUISS – Way into the future. Dal 2016 al 2019 ha lavorato per Utopia primaria società di relazioni istituzionali. Dal 2021 è anche Vicepresidente di Assosharing.
“Svolgo questa professione, in questo settore, per cercare di fornire alle istituzioni un punto di vista informato e consapevole in materia di mobilità sostenibile”, ci racconta. E avvisa. “La rivoluzione di questo settore rappresenterà una delle sfide principali del futuro per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni che l’Italia si è posta per gli anni a venire”.
Costanza Sebastiani
Costanza Sebastiani

Costanza Sebastiani – Government Affairs Italy and Southern Europe Boeing International

Costanza Sebastiani è la responsabile dei rapporti istituzionali per Boeing Italia e Sud Europa (Grecia, Spagna e Portogallo), dove è entrata a inizio 2020, provenendo già dal mondo dell’aerospazio e difesa con un’esperienza nella multinazionale inglese Babcock, dove per l’Italia si occupava di strategia e business development. Precedentemente, peraltro, ha lavorato anche al Ministero dello Sviluppo Economico presso il Gabinetto del Ministro, occupandosi di internazionalizzazione delle imprese, energia, telecomunicazioni.

Laureata in General Management alla Luiss Guido Carli, Costanza ha vissuto molti anni all’estero ed ha una forte impronta internazionale. Del suo lavoro le piace tutto: “Potersi occuparsi di temi sempre diversi, valorizzare il suo Paese, il team con cui lavora, sostenere Boeing nel suo impegno verso una mobilità più sostenibile e verso la comunità nel suo complesso, con un’attenzione particolare all’Italia”, ci svela. Non è quindi un caso se il suo motto è sempre lo stesso: “Affrontare ogni nuova sfida con passione e dedizione”, guardando al futuro con gli occhi non solo suoi, ma anche delle sue due bambine. Occhi che trasmettono ottimismo ed entusiamo.
Giovanni Friollo
Giovanni Friollo

Giovanni Friolo,Responsabile delle Relazioni Istituzionali della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio – Medico e dell’Università Campus Bio – Medico di Roma

Romano, 32 anni. Attualmente è il Responsabile delle Relazioni Istituzionali della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio – Medico e dell’Università Campus Bio – Medico di Roma. È approdato al Campus Bio – Medico dopo una esperienza in Intesa Sanpaolo di cui curava le relazioni istituzionali territoriali.

Conclusi gli studi in legge, Giovanni ha collaborato con numerosi think tank italiani ed esteri in qualità di project manager. Ha inoltre collaborato con la rivista Formiche. Si è specializzato, frequentando due master, in Comunicazione e Lobbying con il primo, e Management sanitario con il secondo.

Riguardo la sua professione dice: “Lavorare in ambito public affairs è un privilegio unico, perché permette di trasformare la propria passione politica in lavoro”. Al lavoro affianca un proficuo impegno accademico in qualità di Assistente universitario e cultore in Diritto Parlamentare e Drafting Legislativo. “In un contesto politico ed istituzionale sempre più fluido e mutevole le competenze in ambito public affairs saranno –  e sono – sempre più determinanti per comprendere ed anticipare gli scenari futuri”.

È inoltre membro dell’Aspen Institute in qualità di Junior Fellow e Presidente di AGOL (Associazioni Giovani Opinion Leader), ed è stato recentemente ammesso come Individual Memberdal dal think tank britannico Chatam House (Royal Institute of International Affairs).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.