FTX è l’ultimo grande exchange di criptovalute a limitare gli investimenti ad alto rischio

FTX
Sam Bankman-Fried, ceo e fondatore di FTX
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Fresco del suo massiccio round di finanziamento la scorsa settimana, FTX Trading, uno degli scambi di criptovalute più attivi al mondo, ha deciso di frenare il trading rischioso limitando gli investimenti che tendono ad indebitarsi troppo, seguendo le orme di altri scambi che stanno limitando gli alti margini l’alto margine di negoziazione in un contesto di massiccia volatilità del mercato e del crescente controllo normativo.

FTX, i fattori chiave

  • In un tweet di domenica mattina, il capo di FTX Sam Bankman-Fried ha rivelato che la società con sede ad Antigua rimuoverà l’elevata leva finanziaria a partire da domenica. Il margine di trading sarà limitato a 20 volte il capitale investito, significativamente inferiore rispetto al precedente limite dello scambio di 101 volte.
  • Bankman-Fried ha affermato che la decisione è stata presa alla luce degli sforzi di FTX di “incoraggiare il commercio responsabile”. L’ha riconosciuta come un “passo nella direzione in cui è diretto il settore” a seguito di mosse simili da parte dei suoi colleghi, come la cinese Huobi Global. Secondo quanto riferito la sua leva massima consentita è caduta da 125x a meno di 5x il mese scorso a causa delle preoccupazioni sull’aumento della regolamentazione sulle criptovalute nel paese.
  • Bankman-Fried, il miliardario 29enne che ha fondato FTX nel 2017, ha anche affermato che le restrizioni avrebbero un impatto solo su una “piccola frazione” o “molto meno dell’1%” del volume degli scambi della società. Il traffico di FTX nelle ultime 24 ore è stato pari a più di 876 miliardi di dollari (diventando il quarto exchange di criptovalute più trafficato al mondo).
  • Nonostante abbia affermato che molti critici “mancano il punto” nelle loro argomentazioni contro l’elevata leva finanziaria, ha continuato dicendo che la società non crede che sia “una parte importante dell’ecosistema cripto”, prima di rivelare che la leva media di FTX è appena al 2x.
  • La mossa arriva meno di una settimana dopo che FTX ha raccolto la cifra record di 900 milioni di dollari dagli investitori con una valutazione di 18 miliardi di dollari (15 volte la valutazione della società un anno fa). È probabile che l’iniziativa aiuti l’exchange ad adeguarsi alle regolamentazioni negli Stati Uniti.
  • A novembre Coinbase Pro, che in precedenza consentiva una leva finanziaria fino a 3x, ha disabilitato il trading con margine in risposta alle indicazioni della Commodity Futures Trading Commission.

“Un sistema di margini efficace è parte integrante di un sistema economico efficiente. Ci sono limiti a tutto, però” ha twittato domenica Bankman-Fried, ceo e fondatore di FTX. “E così, dopo un sacco di avanti e indietro, saremo noi a fare il primo passo qui: un passo nella direzione in cui si sta dirigendo l’industria”.

Livelli record di margine hanno alimentato imprevedibili oscillazioni dei prezzi nel mercato delle criptovalute quest’anno, costringendo miliardi di dollari a liquidazioni durante i periodi di maggiore volatilità. Sebbene possa amplificare i profitti ed essere più redditizio degli investimenti tradizionali, il trading con margine può anche provocare grandi perdite, perché i broker spesso richiedono agli investitori di vendere le loro posizioni o depositare denaro su un conto se gli investimenti scendono oltre una certa soglia. “Quando raggiungi un certo livello di garanzia, le aziende venderanno automaticamente il tuo bitcoin e invieranno la garanzia al prestatore” ha detto a CNBC il fondatore e gestore del portafoglio di BKCM Brian Kelly, a giugno, dopo un crollo delle criptovalute. “Questo si aggiunge all’enorme effetto a cascata: c’era così tanto volume che la maggior parte degli scambi si è interrotta”.

Grandi numeri

8,3 miliardi di dollari. Questo era il patrimonio di Bankman-Fried a giugno, secondo Forbes. L’accordo di finanziamento della scorsa settimana aumenterà probabilmente il suo patrimonio netto di quasi 8 miliardi di dollari.

Fatto sorprendente

Il mercato delle criptovalute vale attualmente 1.400 miliardi di dollari, quasi cinque volte superiore al suo valore di un anno fa, ma in calo di circa il 40% rispetto al massimo storico di maggio.