Questa startup sta aprendo “basi spaziali” per lo smart working in giro per il mondo

Share

È la nuova frontiera, letteralmente, dello smart working: lavorare a distanza viaggiando per il mondo. Da Tenerife a Fuerteventura a Peniche: sono questi i primi SpaceHub lanciati dalla startup Cosmico. Basi ‘spaziali’ per lo smart working dove incontrare altri talenti, lavorare e dare lo spazio che merito al tempo libero in luoghi fantastici.

Un nuovo modo Cosmico di lavorare. È questo il claim con cui la startup wearecosmico.com, si pone l’obiettivo di connettere i talenti del mondo digital con le più grandi aziende, agenzie, società di consulenza e startup internazionali. Il piano si chiama SpaceHub e consiste nella sperimentazione di un nuovo modello di smart working che permette di lavorare insieme ad altri talenti del digitale in giro per il mondo. Lo scopo? Offrire esperienze che, attraverso la condivisione e la contaminazione con nuove persone, permettano di ampliare i propri orizzonti, migliorando la propria vita e il proprio lavoro, in luoghi immersi nella natura capaci di stimolare la creatività e aumentare così la produttività.

“Gli Spacehub di Cosmico danno la possibilità di ricostruire la propria scrivania in location fuori dall’ordinario, immerse nella natura e a fianco di altri talenti, Cosmici talenti. In Cosmico siamo convinti che il talento non sia fatto per stare (solo) in ufficio”, racconta Elena Palumbo, SpaceHub Coordinator di Cosmico. “Noi vogliamo sradicarlo dalle scrivanie, dagli orari fissi, dalle costrizioni e portarlo ovunque. E il nostro primo ‘ovunque’ saranno proprio gli SpaceHub”.

L’ufficio si mette in valigia

“Pianeta-lavoro e pianeta-tempo libero”, continua Palumbo, “si allineano di nuovo, si ritrova la bellezza di ridare il giusto spazio ad ogni dimensione e di riscoprire il proprio spazio attraverso tutto ciò che ogni meta è in grado di offrire. Così, mentre la giornata lavorativa si svolgerà tra comfort e networking, il post-lavoro si colorerà con i tramonti più belli, lo si vivrà in cima ad un vulcano o sulla cresta di un’onda. I nostri SpaceHub permettono di mettere l’ufficio in valigia e di vivere un’indimenticabile esperienza di co-living & co-working con altri compagni di viaggio che hanno deciso di rivoluzionare il proprio modo di lavorare”.

Cosmico ha messo gli SpaceHub nelle condizioni di garantire tutti i comfort per permettere ad ogni partecipante di lavorare in grande efficienza tenendo in considerazione anche chi deve affrontare diverse call durante l’arco della giornata. Saranno quindi disponibili connessione wi-fi così come prese e prolunghe a sufficienza e tutti i servizi necessaria alla massima funzionalità e ambienti protetti per evitare disturbi acustici.

SpaceHub2

Tenerife, Fuerteventura e Peniche: le prime tre basi spaziali

Il primo SpaceHub si trova nell’isola più famosa delle Canarie: Fuerteventura, immerso tra l’energia dei vulcani e la potenza dell’oceano. La prima esperienza si tiene in queste settimane. La villa di Co-Living & Co-Working è situata per la precisione a Lajares. Nell’esperienza sono incluse nove notti nella villa di Cosmico, connessione Wi-Fi per poter lavorare da remoto, un auto a disposizione e ovviamente la presenza di un responsabile di Cosmico in loco. Il tutto insieme alla Cosmico Welcome Box, la cena di benvenuto, le bevande e il servizio di pulizie della location. Alla fine della giornata lavorativa sarà possibile immergersi nelle attività dell’isola, dal surf allo yoga, dalle lezioni di skate a quelle di ceramica, per fare networking, staccare la spina e godersi la natura.

Dalla filosofia Talent a Service, alle Cosmico Space Exploration

Grazie alla comunità Cosmico i designer, gli sviluppatori, i creativi e le aziende in cerca di talenti entrano in connessione, si conoscono e collaborano a progetti ambiziosi. Le persone, le aziende e i progetti di Cosmico sono selezionati con cura, così da garantire a tutti processi trasparenti e contratti chiari. È possibile candidarsi direttamente sul portale della startup, dove le figure ricercate sono freelance o agenzie che lavorano nel digital in ambito sviluppo e coding, design, marketing e comunicazione, con la volontà di collaborare a importanti progetti su scala nazionale e internazionale rimanendo però liberi da vincoli.

“Abbiamo realizzato altri progetti che hanno dimostrato che la proposta funziona”, ricorda Elena Palumbo, “con la nuova divisione dedicata alle esperienze dal vivo di smart working abbiamo organizzando in Italia e all’estero altri momenti di incontro e confronto che hanno conciliato le esigenze di lavoro e private: le riunioni con il networking, le deadline con il relax, il business con il divertimento. Perché solo quando stiamo bene abbiamo l’energia per lavorare meglio. I primi esperimenti si sono svolti a giugno 2021 con Msc Crociere, con il via alla prima crociera in Italia per Smart Workers, nel Chianti dal 23 al 26 settembre 2021 e a Bormio, dal 9 al 12 dicembre 2021, con un progetto di networking e formazione rivolto ai board e manager del digitale”.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.