Seguici su
Innovazione 15 Giugno, 2020 @ 9:59

I primi passi e gli obiettivi dell’Italian Insurtech Association – VIDEO

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
(Shutterstock)

Un mese e mezzo fa Forbes.it aveva dato notizia della nascita della IIA, l’Italian Insurtech Association, entità senza scopo di lucro che riunisce tutta la filiera del mondo assicurativo digitale fautrice di un processo di applicazione massiva delle nuove tecnologie all’industria assicurativa italiana.

Compagnie, intermediari assicurativi e fornitori di tecnologia e servizi insieme per promuovere lo sviluppo del mercato assicurativo digitale attraverso una più rapida innovazione, nuovi modelli di offerta e servizio basati sulle nuove tecnologie dell’informazione, ed aumento degli investimenti di settore.

Ora Forbes ha incontrato Fabio Pittana, membro del board dell’Italian Insurtech Association, nonché chief operating officer di Net Insurance.

Con Pittana Forbes ha parlato della genesi dell’Associazine e del ruolo di Net Insurance all’interno della compagine, del Manifesto della IIA e delle aree di intervento, oltre che dei verticali di cui si occuperà la Italian Insurtech Association.

L’IIA si prefigge l’obiettivo di promuovere l’accelerazione dell’innovazione dell’Industria Assicurativa attraverso formazione tecnica, condivisione di best practices tecnologiche, promuovendo sinergie tra gli associati, rappresentando gli interessi dell’industria verso le istituzioni nazionali e le associazioni internazionali.  Enabling Insurtech Ecosystems è dunque il claim scelto da IIA per sintetizzare tale missione.

Soci fondatori dell’IIA sono dieci tra manager e imprese: Simone Ranucci Brandimarte e Gianluca De Cobelli (co-fondatori di YOLO Group, primo gruppo italiano di servizi e intermediazione assicurativa digitale), Gerardo Di Francesco (managing partner di Wide Group, società di brokeraggio assicurativo), Alfredo Scotti (President KT&Partners), Cristiano Flavio Josef (manager di Swiss Re Zurich), Net Insurance (compagnia assicurativa), Propensione (società d’intermediazione assicurativa), Wide Group, YOLO e lo Studio Legale D’Argenio Polizzi e Associati.

Ai dieci fondatori si sono aggiunti 35 soci tra compagnie assicurative e altri operatori del mercato.

Il primo mandato di presidenza del consiglio direttivo dell’associazione è stato attribuito a Simone Ranucci Brandimarte.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!