Amazon cresce ancora e Bezos è sempre più vicino al record di 200 miliardi

Amazon Ceo Jeff Bezos
Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos (David Ryder/Getty Images)
Share
Jeff Bezos ad Amazon
Jeff Bezos (Foto di David Ryder/Getty Images))

Articolo di Deniz Çam apparso su Forbes.com

Jeff Bezos è più vicino che mai a uno storico record: quello di essere la prima persona di sempre a valere 200 miliardi. Martedì, infatti, le azioni di Amazon, che Bezos ha fondato nel 1994 e comanda con la carica di chief executive, sono salite dell’1,2%, contribuendo a incrementare di 2,2 miliardi di dollari il suo patrimonio, spingendolo fino al nuovo record di 199,7 miliardi di dollari complessivi. E, visto che Bezos possiede di persona un’importante quota del colosso tecnologico, anche un modesto mutamento nel valore di mercato può aggiungere o sottrarre miliardi alla sua fortuna.

Il record giunge non più tardi di una settimana dopo che Jeff Bezos – che possiede l’11,1% della compagnia attualmente valutata 1,68 trilioni di dollari secondo la capitalizzazione di borsa – aveva già raggiunto i 197,8 miliardi di dollari, il patrimonio più alto mai rilevato da Forbes fin da quando la testata ha iniziato a monitorare la ricchezza dei miliardari nel 1982.

Da quando la pandemia ha scosso l’economia a metà febbraio, grazie all’aumento nella domanda di shopping online causata dal confinamento forzato, le azioni di Amazon sono cresciute più del 55%. Il patrimonio di Bezos è così aumentato di quasi 86 miliardi di dollari in poco meno di dodici mesi. Valeva 114 miliardi di dollari, secondo la classifica Forbes dei 400 americani più ricchi nel 2019, un valore che era stato stabilito basandosi sul valore di mercato delle azioni a settembre 2019.

In realtà, il patrimonio di Bezos avrebbe già potuto superare i 200 miliardi, se solo non avesse dovuto affrontare il divorzio più costoso della storia. A luglio 2019, infatti, Bezos ha posto fine ai venticinque anni di matrimonio con MacKenzie Scott, riconoscendole un quarto delle sue azioni Amazon. Ora l’ex moglie possiede, si stima, il 3,8% della società.

Diversamente da Bezos, Scott nel 2019 ha sottoscritto il Giving Pledge, promettendo così di destinare la maggior parte del suo patrimonio a cause filantropiche. Giusto lo scorso mese ha annunciato di aver donato quasi 1,7 miliardi a 116 enti no profit impegnate in istanze quali l’uguaglianza razziale e di genere, la mobilità sostenibile e la salute pubblica. Sebbene si sia impegnata a donare “fino a che la cassaforte sarà vuota”, il suo patrimonio è già cresciuto di 25 miliardi di dollari rispetto a quello registrato dalla Forbes 400 del 2019. E attualmente vale 63,4 miliardi di dollari.

Stando a quanto risulta alle ricerche di Forbes, Bezos ha invece donato circa 360 milioni di dollari in beneficenza. Nel 2018 attraverso Bezos Day One Fund ha donato 97,5 milioni di dollari a una dozzina di organizzazioni che aiutano le famiglie dei senza tetto. Al 14 agosto, come riportato da documenti presentati alla Securities Exchange Commission, Bezos ha donato 2,941 azioni Amazon del valore di 9,3 milioni di dollari a una no profit la cui identità non è stata resa nota.