Seguici su
Lifestyle 20 Novembre, 2020 @ 9:00

Le migliori destinazioni di viaggio per il 2021 secondo il National Geographic

di Simona Politini

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Viaggi: aurora boreale sopra Yellowknife, Territori del Nord-Ovest Canada
Aurora boreale sopra Yellowknife, Territori del Nord-Ovest Canada (shutterstock.com)

Nell’attesa di poter riprendere in mano il passaporto senza alcuna restrizione, nulla ci vieta di iniziare a scegliere quale sarà la meta del nostro prossimo viaggio. Un aiuto ci viene da National Geographic che anche quest’anno ha pubblicato la sua lista Best of the World 2021, 25 luoghi nel mondo per tornare a provare l’emozione della scoperta.

National Geographic: i 25 posti da visitare nel 2021

Dream now, go later’, è questo lo slogan scelto per presentare l’elenco annuale delle migliori mete di viaggio realizzato dai team editoriali internazionali di National Geographic Traveler. Perché, se oggi ancora non si può viaggiare liberamente per via dell’emergenza pandemica, sognare dove andare in vacanza è permesso a tutti e sempre. Questa lista, infatti, più che un elenco di destinazioni vuole essere uno spunto d’ispirazione: racconti di luoghi superlativi “che parlano di comunità resilienti, sforzi di conservazione innovativi e opportunità elettrizzanti per esplorazioni future”. Cinque le categorie che raccolgono i 25 posti da visitare selezionati: natura, avventura, cultura, sostenibilità e famiglia.

“Anche se la pandemia ha bloccato i viaggi, non ha placato la nostra curiosità. Il mondo è pieno di meraviglie, anche quando sono difficili da raggiungere”, afferma George Stone, direttore esecutivo di National Geographic Traveler. “Ora è il momento perfetto per scoprire qualcosa di nuovo su un luogo o una cultura straordinari nel nostro mondo e forse sognare il tuo prossimo viaggio, per quando arriverà quel momento”.

Da Copenaghen all’isola di Guam, ecco alcune tra le meravigliose destinazioni di viaggi selezionate dai team del National Geographic.

Copenaghen, una capitale cosmopolita che crea soluzioni sostenibili che ripagano

Le diffuse disuguaglianze smascherate dalla pandemia Covid-19 hanno acceso l’interesse globale verso lo sviluppo di città più resilienti, eque e sane. In altre parole come Copenaghen, città sulla buona strada per diventare la prima capitale al mondo a emissioni zero entro il 2025.

Mete di viaggi: Copenhagen-Danimarca
Copenhagen, Danimarca (shutterstock.com)

Alla scoperta della Dominica

Le montagne che scendono lungo la spina dorsale della Dominica formavano uno scudo naturale, proteggendo in gran parte l’isola caraibica orientale, chiamata Waitukubuli (‘alto è il suo corpo’) dagli indigeni Kalinago, dalle intrusioni coloniali e dallo sviluppo eccessivo. Lasciata libera di prosperare, l’isola caraibica offre una rigogliosa foresta pluviale e una collezione di meraviglie naturali da sogno per chi ama il brivido: nove vulcani attivi, 365 fiumi, imponenti cascate, spiagge di sabbia nera e caratteristiche manifestazioni geotermiche bollenti come il Lago Boiling, una fumarola allagata con temperature dell’acqua che si avvicinano ai 93,3 ° C.

Viaggi: nuotando coi capodogli in Dominica, Caraibi
Nuotando coi capodogli in Dominica, Caraibi (shutterstock.com)

La Regione di Svaneti in Georgia, una terra remota di calda accoglienza

Situata all’ombra di vette di oltre 4.000 metri, la regione di Svaneti nelle montagne del Caucaso della Georgia nord-occidentale può sembrare inaccessibile. Il paesaggio aspro è costellato di torri medievali in pietra che fungevano anche da abitazioni e posti di difesa. Queste fortezze attestano un’epoca in cui le famiglie Svan combattevano ferocemente per mantenere il possesso delle loro terre in piccoli villaggi e insediamenti elevati come Ushguli. Protetto come sito Patrimonio dell’Umanità dell’Alto Svaneti, Ushguli è una delle comunità abitate più alte d’Europa, a quasi 8.000 piedi sul livello del mare.

National Geographic, mete di viaggio: Svaneti in Georgia
Svaneti in Georgia: vista delle torri del villaggio di Mestia (shutterstock.com)

Gyeongju, un antico regno coreano che brilla ancora

Nominata Città della Cultura Coreana dell’Asia Orientale 2021, Gyeongju è più comunemente conosciuta con il suo soprannome: ‘il museo senza muri’. La città, situata all’angolo sud-est della penisola coreana, ospita un’incredibile abbondanza di siti archeologici come capitale dell’antico regno coreano di Silla durato quasi un millennio (dal 57 a.C. al 935 d.C.). Protette come sito del patrimonio mondiale Unesco, le aree storiche di Gyeongju rappresentano un’affascinante collezione di arte buddista di questa età dell’oro. Tra i tesori: rovine di templi e palazzi, pagode in pietra, incisioni rupestri, una superba statua del Buddha dell’ottavo secolo e circa 150 tumuli funerari della nobiltà di Silla, alcuni alti fino a 22 metri.

Tramonto a Donggung Palace and Wolji Pond nel Parco Nazionale di Gyeongju
Tramonto a Donggung Palace and Wolji Pond nel Parco Nazionale di Gyeongju(shutterstock.com)

Isola di Lord Howe in Australia, un ‘ultimo paradiso’ nel Mar di Tasman

Essere fuori dal percorso verso qualsiasi luogo ha aiutato Lord Howe, una minuscola isola nel Mar di Tasman, a rimanere libera dagli esseri umani fino al XVIII secolo. Oggi l’accesso è consentito solo 400 visitatori (poco più della popolazione permanente) per volta in qualsiasi momento, contribuendo a proteggere uno degli ecosistemi più isolati della terra che i locali chiamano giustamente ‘l’ultimo paradiso’.

Sebbene sia lunga meno di 12 km e poco più di un 1 km e mezzo nel punto più largo, Lord Howe è la più grande di un’omonima catena di isole iscritta nel Patrimonio dell’Umanità, resti di un vulcano sottomarino eruttato milioni di anni fa. Intorno all’isola c’è il Lord Howe Island Marine Park, che ospita le barriere coralline più meridionali del pianeta, più di 500 specie di pesci e un alcune delle più note specie marine protette e minacciate, tra cui lo squalo balena, il grande squalo bianco e la tartaruga embricata.

National Geographic, posti da visitare: vista aerea dell’isola Lord Howe in Australia
Vista aerea dell’isola Lord Howe in Australia (shutterstock.com)

L’isola di Guam, e l’anniversario del viaggio di Magellano

Il 500° anniversario della prima circumnavigazione del globo non è esattamente motivo di celebrazione a Guam, un territorio statunitense e la più grande delle Isole Marianne. Durante uno scalo di tre giorni nel marzo 1521, l’esploratore portoghese Ferdinando Magellano uccise gli indigeni Chamoru e etichettò erroneamente le Marianne Islas de los Ladrones (Isole dei Ladri). Una nave da guerra spagnola si fermerà a Guam nel marzo 2021, come parte di un viaggio commemorativo che ripercorre la rotta mondiale lanciata da Magellano nel 1519 e completata dal navigatore spagnolo Juan Sebastián Elcano nel 1522. Per i Chamoru oggi questo evento è un’opportunità per raccontare la propria storia, i cui capitoli includono l’incontro di Magellano, la storia coloniale di Guam e la realtà di vivere in quella che è stata definita la ‘punta della lancia’ dell’esercito americano nel Pacifico.

L’elenco completo dei posti da vedere nella lista “Best of the World 2021” National Geographic

A seguire tutte le mete di viaggio proposte dalle redazioni internazionali di National Geographic Traveler divise per categoria:

 Stelle della sostenibilità

  • Alonissos, Grecia (nominata da National Geographic Traveller India)
  • Copenaghen, Danimarca (nominata da National Geographic Traveller Italia)
  • Nuova Caledonia (nominata da National Geographic Traveller Francia)
  • Friburgo, Germania (nominata da National Geographic Traveller Germania)
  • Gabon, Africa (nominata di National Geographic Traveller Paesi Bassi)
  • Denver, Colorado, Usa (nominata da National Geographic Travel US)

Viaggi con la famiglia

  • England Coast Path (nominata da National Geographic Traveller UK)
  • Transilvania, Romania (nominata da National Geographic Traveller Romania)
  • Space Coast, Florida, Usa (nominata da National Geographic Traveller Russia)
  • Hortobágy, Ungheria (nominata da National Geographic Traveller Ungheria)
  • Indigenous British Columbia, Canada (nominata da National Geographic Travel US)

Avventura

  • Dominica (nominata da National Geographic Travel US)
  • La regione di Svaneti, Georgia (nominata da National Geographic Traveller Polonia)
  • Parco nazionale Los Glaciares, Argentina (nominata da National Geographic Traveller America Latina)
  • Parco nazionale e riserva di Katmai, Alaska, Usa (nominata da National Geographic Travel US )

 Luoghi selvaggi

  • Isle Royale, Michigan, Usa (nominata da National Geographic Travel US)
  • Yellowknife, Territori del Nordovest, Canada (nominata da National Geographic Traveller Repubblica Ceca)
  • Cerrado, Brasile (nominata da National Geographic Travel US)
  • Isola di Lord Howe, Australia (nominata da National Geographic Travel US)

 Cultura e storia

  • Guam, Micronesia, Usa (nominata da National Geographic Travel US)
  • Pueblo Nations, New Mexico, Usa (nominata da National Geographic Travel US)
  • Vitoria-Gasteiz, Paesi Baschi, Spagna (nominato da National Geographic Traveller Spagna)
  • Gyeongju, Corea del Sud (nominata da National Geographic Traveller Corea)
  • Tulsa, Oklahoma, Usa (nominata da National Geographic Travel US)
  • Tonglu, provincia di Zhejiang, Cina (nominato da National Geographic Traveller Cina)

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!