L’intrattenimento riparte dal grande schermo con i progetti cinematografici di Fenix Entertainment

Incontrada eTognazzi sul set di Ostaggi
Share

Articolo tratto dal numero di marzo 2021 di Forbes Italia. Abbonati!

Sta muovendo i passi nel mercato produttivo da soli quattro anni la Fenix Entertainment, giovane società di produzione di contenuti multimediali nata da un’idea degli imprenditori Riccardo e Matteo Di Pasquale e dall’attrice Roberta Giarrusso. La società ha debuttato in agosto alla Borsa italiana, inaugurando il nuovo segmento Aim Pro, e sta attualmente preparando l’ingresso in Aim Italia (retail). L’importanza di tale operazione non è scontata, soprattutto perchè avvenuta in piena emergenza Covid, in un periodo in cui la maggior parte delle aziende italiane ha preferito fermarsi e attendere l’evoluzione del mercato italiano.

Ma l’entusiasmo, la voglia di fare e forse anche un pizzico di follia a volte pagano, come ha dichiarato a riguardo Riccardo Di Pasquale, che è anche ad della società: “Il mercato mondiale dell’audiovisivo, e quello italiano in particolare, hanno subito un grave colpo causato dalla pandemia, e questo ha reso ancora più impegnativo il nostro compito. Ma la dedizione e la concentrazione da parte del mio team non sono mai venute meno, lo sconforto non ha prevalso”. Grazie a un lavoro di team coeso e quotidiano, la Fenix infatti durante il lockdown non ha mai interrotto le attività, anzi ha incrementato alcune operatività, sia nel campo della comunicazione sia in quello degli sviluppi progettuali per poter ripartire a giugno con tempestività. “In questo quadro abbiamo preso alcune decisioni coraggiose, che riguardano soprattutto gli investimenti nei contenuti di qualità che siamo convinti ci ripagheranno nei prossimi anni: invece di ridurre gli investimenti, abbiamo scelto di puntare sulla parte alta del mercato, sfruttando appieno le potenzialità del nostro team e del nostro brand. L’obiettivo è di usare le nostre proprietà intellettuali come base per la produzione di contenuti destinati ai mercati di tutto il mondo. I primi segnali che ci arrivano dal mercato sono molto positivi e ci incoraggiano a proseguire su questa strada”, ha aggiunto Di Pasquale.

Effettivamente i primi risultati di un’attitude positiva non hanno tardato ad arrivare, già nella seconda parte di un anno così complesso: in campo produttivo, a metà ottobre 2020 sono terminate le riprese di Ostaggi, opera prima di Eleonora Ivone, un comedy drama corale che vede protagonisti Gianmarco Tognazzi, Vanessa Incontrada, Francesco Pannofino, la Coppa Volpi Elena Cotta, Jonis Bashir, Alessandro Haber con la partecipazione speciale di Cesare Bocci. Il film, tratto dall’opera teatrale di successo di Angelo Longoni, affronta, con i toni un po’ surreali della commedia il dramma di molti piccoli imprenditori sull’orlo della bancarotta a causa della crisi. Nella breve finestra di riapertura delle sale cinematografiche, inoltre, la Fenix ha inaugurato il nuovo dipartimento aziendale della società dedicato alla distribuzione, portando in 250 cinema in tutta Italia la pellicola Burraco Fatale, commedia al femminile diretta da Giuliana Gamba con un poker di attrici eccezionali come Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Paola Minaccioni e Caterina Guzzanti e con la partecipazione speciale di Loretta Goggi.

Riccardo Di Pasquale

Questo è in linea con uno dei punti saldi della filosofia societaria, ossia la volontà di coordinare l’intera filiera del prodotto culturale, dall’ideazione alla scrittura, dalla realizzazione alla veicolazione al pubblico e alla comunicazione; e la fiducia nella centralità della sala come luogo di fruizione cinematografica per eccellenza. “Con la scelta di investire anche nella distribuzione, Fenix ribadisce nel medio-lungo termine la fiducia nella centralità della sala, implementando il presidio dell’intera catena produttiva e distributiva. Il grande schermo, nel nostro mestiere, è e deve restare il naturale punto di approdo di un film. Nessun mezzo alternativo, per quanto forte, necessario e conseguente all’evoluzione della tecnologia, potrà mai sostituire la sala, luogo fisico per eccellenza in cui si realizza il connubio magico tra spettatore e cinema”, ha spiegato il numero uno.

Il listino della Fenix, nel frattempo, si è arricchito di due importanti titoli internazionali: Dna – Le radici dell’amore, lungometraggio della cineasta francese Maïwenn, che nella pellicola è anche protagonista accanto a Louis Garrel, Fanny Ardant e Marine Vacht, e One second, del tre volte candidato all’Oscar Zhang Yimou. Il 2021, poi, per la Fenix Entertainment è partito con un entusiasmo ancora maggiore. A giorni partirà il set de I nostri fantasmi, opera seconda di Alessandro Capitani, giovane regista già molto apprezzato per il precedente film In viaggio con Adele e vincitore del David Di Donatello per il cortometraggio Bellissima. I nostri fantasmi, la cui sceneggiatura ha già avuto un significativo apprezzamento in ambito ministeriale ottenendo il massimo del contributo. Sarà ambientato tra Roma e Torino, e avrà due interpreti di qualità: Michele Riondino, attore raffinato di cinema d’autore e teatro e l’attrice israeliana Hadas Yaron, Coppa Volpi a Venezia nel 2012. I due protagonisti saranno alle prese con alcuni fantasmi del passato, impegnati nella ricostruzione di un futuro sereno per i loro figli.

Inoltre, è in preparazione la commedia di Gianni Costantino, Sposa in rosso, pellicola che vedrà di nuovo protagonista Vanessa Incontrada e che rappresenta la prima produzione di un accordo quadro stipulato con l’attrice italo-spagnola per la realizzazione di quattro opere cinematografiche. L’accordo rientra nel lavoro di ampliamento del roster di primo livello che Fenix Entertainment aveva dichiarato come use of proceed per la Borsa. “Ci riempie di orgoglio lavorare con una professionista come Vanessa, un’artista a 360 gradi, che dagli inizi della propria carriera si è alternata, sempre con grande successo, tra cinema, televisione, conduzione musicale e radiofonica. Un’attrice di grande talento e serietà, ambita dai più grandi brodcaster italiani e internazionali. Sono certo che con lei faremo un gran lavoro e che accresceremo la qualità delle nostre produzioni”.

L’inizio del 2021 ha significato per Fenix Entertainment un ulteriore salto di qualità, con il potenziamento della divisione musicale grazie alla nomina di Roberto Marrone, ex head of artist distribution in Believe, in qualità di responsabile dell’unità. L’etichetta si assesterà sulle tendenze del mercato di riferimento e avrà una propria identità ben definita. Si svilupperà acquisendo artisti già posizionati della scena urban e del cantautorato indie, ed emergenti indie-rap e urban da sviluppare in casa. Anche in campo musicale la Fenix, oltre al potenziamento dell’offerta artistica, implementerà l’attività di distribuzione e la propria presenza sulle piattaforme più presidiate quali Spotify, TikTok e Twitch. Last but not least, a marzo ha visto la luce It’s Music, progetto che coniuga arte musica e cinema realizzato in co-produzione con Friends & Partner. It’s Music proporrà dieci live di artisti italiani, che si terranno in location esclusive e saranno arricchiti da una parte documentaria di backstage. È stato già prodotto il primo live della serie, quello di Claudio Baglioni che si esibisce nel Teatro dell’Opera di Roma, accompagnato dall’Orchestra stabile del teatro: un vero e proprio evento perché è la prima volta che la location viene aperta a un artista pop.