Microsoft si avvicina ai 2.000 miliardi di dollari di capitalizzazione. Ma Amazon potrebbe fare anche meglio

Amazon Ceo Jeff Bezos, trimestrale (nuovi centri in Italia entro il 2021)
(David McNew – Getty Images)
Share

Articolo di Palash Ghosh apparso su Forbes.com

Mentre la capitalizzazione di mercato di Microsoft si è avvicinata al traguardo di 2.000 miliardi di dollari, Amazon è sulla buona strada per diventare tra un anno la prossima azienda a raggiungere l’obiettivo dei duemila miliardi di dollari. Visto che sta crescendo a un ritmo più veloce di Apple o di Microsoft.

Aspetti principali

  •  Lunedì, le azioni di Amazon avevano un prezzo di circa $3.409, con una capitalizzazione di mercato di $1.729 miliardi di dollari. Cifra che l’ha resa la terza più grande società quotata statunitense dietro Apple e Microsoft.
  • In una recente nota di ricerca, l’analista di Jefferies, Brent Thill, ha confermato il suo obiettivo di prezzo a 12 mesi per Amazon: $ 4.000 di dollari per azione. Notando che le azioni potrebbero aumentare del 70% in tre anni, il che significa che la società potrebbe raggiungere la capitalizzazione di mercato di 2.000 miliardi di dollari entro l’inizio del prossimo anno, se non prima. E, inoltre, potrebbe raggiungere i tremila miliardi di dollari entro il 2024.
  • Thill ha aggiunto, tra l’altro, che le sue proiezioni per Amazon non includono “contributi potenzialmente significativi da” “opportunità multimiliardarie dell’azienda in sanità, sicurezza domestica, dispositivi per la casa intelligente e intrattenimento”.
  • La rapida ascesa di Amazon riflette il fatto che la società “ha così tanti driver di crescita ed [è] ancora agli inizi in diverse categorie”, ha detto a Forbes Brad Gastwirth, chief technology strategist presso Wedbush Securities a Los Angeles .
  • Gastwirth e altri analisti pensano che Amazon potrebbe superare Apple nel giro di pochi anni e diventare l’azienda pubblica di maggior valore.

Background

Apple è diventata la prima società pubblica statunitense a raggiungere i 2.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato nell’agosto del 2020, raddoppiando il suo valore in soli due anni (sebbene Apple abbia impiegato 40 anni dalla sua ipo del 1980 per raggiungere la cifra di mille miliardi). Amazon ha toccato per la prima volta la soglia di capitalizzazione di mercato di mille miliardi nel gennaio 2020, dopo 23 anni come società per azioni. Nel caso in cui Amazon raggiungesse la capitalizzazione di mercato di 2.000 miliardi di dollari entro la fine dell’anno o all’inizio del prossimo, la società avrebbe impiegato 24 o 25 anni dalla sua ipo del 1997 per raggiungere questo status, un ritmo più veloce di Apple. Guardando alle prospettive di crescita future, mentre alcuni analisti di Wall Street sono preoccupati per l’addio di Jeff Bezos come ceo di Amazon, Ben Dunbar, managing partner, Gerber Kawasaki Wealth & Investment Management, a Santa Monica, in California, ha detto a Forbes che la società può contare su tanti e importanti leader che sono in azienda da molto tempo e che quindi sanno come gestire l’attività allo stesso modo di Bezos. Anche se le autorità di regolamentazione costringono la società a dividersi, Dunbar ha sottolineato che Amazon ha “incredibili attività separate” e una rottura forzata “può ancora essere di buon auspicio per un’azienda così dominante in così tanti settori diversi”. Pierce Crosby, direttore generale di TradingView, una piattaforma di trading azionario, ha dichiarato a Forbes che anche se Amazon sarà costretta dalle autorità di regolamentazione a cedere alcune risorse nel tempo, “tuttavia scommetto che saprebbero come rispondere, perché avranno già creato piani di emergenza per ogni scenario normativo all’orizzonte”.

Citazione cruciale

L’unità di cloud computing, Amazon Web Services, “continua a dominare, nessuno rinuncerà mai al proprio abbonamento Prime e la pandemia ha spinto l’attenzione sulla convenienza. Voglio guardare la TV (uso il mio Fire Stick per guardare alcuni contenuti Amazon), ho bisogno di fare la spesa (uso Prime Now), ho bisogno di qualcos’altro (Prime). Inoltre, AWS ha un tasso di gestione annuale [di entrate] di oltre 50 miliardi di dollari ed è estremamente redditizio e la spesa pubblicitaria è solo all’inizio”, ha detto Dunbar a Forbes .

A cosa guardare

Mentre Wall Street attende di conoscere gli utili trimestrali di Amazon (che saranno disponibili questo giovedì), gli analisti di Ubs si aspettano che la società “dimostri il suo dominio multiforme” con ricavi in ​​crescita del 27,5% nel primo trimestre, leggermente al di sotto del 28% nel quarto trimestre. UBS mantiene un rating di “acquisto” sul titolo e un obiettivo di prezzo a 12 mesi di $4.150.

Contro

Se da una parte i titoli tech si sono rivelati i migliori titoli pubblici statunitensi, dall’altra possono comportare alcuni rischi per gli investitori. Anche se Crosby ha una visione differente. “Il predominio della capitalizzazione di mercato della tecnologia è un riflesso del potenziale valore futuro della somma delle parti”, ha detto a Forbes. “Oggi, molte aziende come Amazon non hanno raggiunto il loro pieno potenziale, quindi il mercato non sta valutando solo il loro attuale rendiconto finanziario, come potrebbe fare un’attività più tradizionale, ma sta valutando il mercato accessibile per i loro prodotti”.