L’ultimo giorno di Jeff Bezos come ceo di Amazon: ecco come è diventato il più ricco del mondo

(Photo by David Ryder/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Oggi è l’ultimo giorno di Jeff Bezos come ceo di Amazon, che pone fine a una straordinaria corsa di 27 anni che ha visto il gigante dell’e-commerce diventare una delle aziende quotate con la maggior valutazione al mondo, grazie a una capitalizzazione di mercato di $ 1.800 miliardi. Nel frattempo, la sua fortuna è aumentata del 12,425%, con una crescita di 196 miliardi di dollari dal 1998, quando è apparso per la prima volta nell’elenco Forbes 400 degli americani più ricchi con un patrimonio netto di 1,6 miliardi di dollari. Ora vale quasi 202 miliardi di dollari, il che lo rende la persona più ricca della Terra.

Bezos rimarrà ancora il presidente esecutivo di Amazon, mentre il capo di Amazon Web Services Andy Jassy, ​​che è entrato a far parte dell’e-retailer nel 1997, assumerà le operazioni quotidiane come ceo il 5 luglio. Bezos non sarà così coinvolto con la società da lui fondata nel 1994; si concentrerà invece sui suoi altri interessi, inclusi i suoi enti di beneficenza – il Bezos Day One Fund e il Bezos Earth Fund – così come la sua società spaziale, la Blue Origin, che porterà lui e suo fratello Mark nello spazio il 20 luglio.

Bezos è diventato miliardario per la prima volta nel 1998, l’anno dopo che Amazon si è quotata in Borsa come libreria online. A quel tempo, l’azienda stava appena iniziando a espandersi oltre al business dei libri consentendo ai clienti di acquistare cd online. Quell’anno, il prezzo medio delle azioni di Amazon era di soli $ 7,47, una frazione del valore attuale di $ 3.487,40.

Nel corso dei due decenni successivi, l’attività di Amazon ha iniziato ad espandersi in altri settori. Nel 2005, la società ha lanciato il suo ormai famoso servizio di abbonamento Prime, offrendo ai clienti che pagavano una tariffa annuale di $ 79 per la consegna gratuita in due giorni. (Amazon Prime ora costa $ 119 all’anno.) Nel 2006, Amazon ha creato la sua unità di cloud computing Amazon Web Services, che ora è il braccio più redditizio dell’azienda. È entrato nello streaming video nel 2011, nei generi alimentari acquisendo Whole Foods nel 2017, nella sicurezza domestica con l’acquisto di Ring nel 2018 e anche nella produzione cinematografica, che mira a espandere con la sua recente offerta per acquistare gli studi MGM.

Le dimensioni e la crescente influenza di Amazon hanno attirato critiche da tutti gli angoli dello spettro politico. I regolatori antitrust stanno indagando sulla società, attivisti sindacali stanno cercando di sindacalizzare la vasta rete di magazzini di Amazon, i legislatori progressisti hanno pubblicamente criticato l’enorme ricchezza di Bezos e i conservatori hanno denunciato la decisione di Amazon all’inizio di quest’anno di rimuovere un libro sulle questioni transgender. Amazon ha risposto dicendo che ha una politica secondo la quale si rifiuterà di vendere libri che inquadrano le identità LGBTQ come malattie mentali.

Nonostante i recenti ostacoli e le preoccupazioni antitrust, il prezzo delle azioni di Amazon ha continuato a salire alle stelle, premiando il suo fondatore con una fortuna sempre crescente. Bezos è diventato la persona più ricca del mondo nel 2018 quando il suo patrimonio netto è raddoppiato, passando da $ 81,5 miliardi nell’ottobre 2017 a $ 160 miliardi nell’ottobre successivo, grazie all’impennata del prezzo delle azioni di Amazon. Ha battuto Bill Gates, Warren Buffett e Mark Zuckerberg, diventando la prima persona ad accumulare una fortuna a 12 cifre nella classifica annuale di Forbes dei 400 americani più ricchi. Da allora è rimasto in cima alla lista, in particolare quando la pandemia ha spinto le azioni di Amazon a nuovi livelli. Elon Musk ha brevemente superato Bezos come il più ricco del mondo nel gennaio di quest’anno, e il capo di Lvmh Bernard Arnault in Francia ha fatto lo stesso a maggio, ma l’aumento delle azioni Amazon lo ha riportato di nuovo in cima. Dal 2019, la fortuna di Bezos è aumentata del 73%, nonostante abbia dato un quarto delle sue azioni Amazon alla sua ex moglie MacKenzie Scott quando hanno divorziato quell’anno.

Quasi il 90% della sua fortuna, circa 176 miliardi di dollari, risiede nella sua quota del 10% in Amazon, secondo le stime di Forbes. Il resto è distribuito tra il suo investimento nella compagnia missilistica Blue Origin, varie case in tutto il paese, il quotidiano Washington Post e una serie di investimenti in almeno due dozzine di aziende tecnologiche e biotecnologiche. Nel corso degli anni, Bezos ha venduto quasi 27 miliardi di dollari di azioni Amazon (al lordo delle tasse), lasciandolo con decine di miliardi da spendere a suo piacimento. Il tempo dirà come sceglie di continuare a spenderlo.