Rolls Royce Spectre, ecco la prima elettrica superlusso della casa inglese

Share

La Rolls Royce ha rivelato la sua “svolta elettrica”, che la porterà, entro il 2030, a commercializzare esclusivamente auto elettriche. Il ceo Torsten Müller-Ötvös ha infatti annunciato laRolls Royce Spectre, il primo modello a batteria dell’azienda.

In un certo senso si tratta di un vero e proprio ritorno al passato poiché agli inizi del ‘900 i due fondatori, Henry Royce e Charles Rolls, avevano già sperimentato i vantaggi della trazione elettrica. Henry Royce aveva fondato la sua prima compagnia chiamata F. H. Royce and Company, che era specializzata nella creazione di dinamo, e motori per gru elettriche. Charles Rolls, fece ancora di più, perché, oltre a progettare un’EV chiamata Columbia, profetizzò per la mobilità un futuro completamente elettrico.

La Spectre verrà presto testata su strada e sottoposta a dure prove che hanno come obiettivo quello di verificarne l’efficienza nelle varie condizioni di utilizzo. Nel complesso verranno percorsi 2,5 milioni di chilometri nelle varie parti del mondo e in diversi ambienti. Quando uscirà, nel 2023, sarà quindi un’auto opulenta e che potrà contare su tutti i vantaggi conferiti dalla mobilità elettrica, specie in termini di comfort.

rolls royce spectre

Tutto questo si tradurrà in maggiore spazio interno, zero vibrazioni e zero rumore. Non sono state diffuse le immagini degli interni ma è facile ipotizzare un abitacolo lussuoso e realizzato con materiali pregiati e di qualità, magari ricavati con un processo sostenibile. Dal punto di vista estetico la Spectre, che utilizza il nome che viene conferito ad esseri ultraterreni che sono sinonimo di potere e apparizione, ha delle linee sinuose, un profilo del tetto inclinato, due porte e larghi passaruota. Ricalca gli stilemi che hanno reso celebre la Rolls Royce. 

La svolta elettrica di Rolls Royce

Rolls Royce Spectre
“Oggi è il giorno più significativo nella storia della Rolls-Royce Motor Cars dal 4 maggio 1904”, ha commentato Torsten Müller-Ötvös, durante la presentazione della vettura. “In quella data, i nostri padri fondatori, Charles Rolls e Sir Henry Royce, si incontrarono per la prima volta e concordarono che avrebbero creato ‘la migliore automobile del mondo’. Questi due pionieri elevarono le prime auto con motore a combustione interna, da mezzi di trasporto rumorosi, scomodi e rudimentali, stabilendo un punto di riferimento di distinzione completamente nuovo. Oggi, 117 anni dopo, sono orgoglioso di annunciare che Rolls-Royce inizierà il programma di test su strada per un nuovo straordinario prodotto che eleverà la rivoluzione globale delle auto completamente elettriche e creerà il primo prodotto di super-lusso del suo genere. Questo non è un prototipo, ma è un’auto concreta e funzionante”.

La transizione della R&R verso la mobilità elettrica è un passo assolutamente naturale. La mobilità elettrica si sposa infatti in modo perfetto con il settore del super lusso. La Spectre sfrutterà la piattaforma spaceframe in alluminio che ha debuttato nel 2017 con la Phantom, quindi niente pianale specifico per le elettriche bensì uno condiviso con i modelli termici. Questa vettura potrebbe effettivamente rappresentare la prima auto elettrica di super lusso, creando quindi un nuovo segmento di mercato. 

LEGGI ANCHE: “La ricetta green anti-crisi di Rolls-Royce: 6.000 posti di lavoro per sviluppare una rete di centrali nucleari”