Ecco Karaoke One, il primo mobile talent show che ha già raccolto 2 milioni di euro di investimenti

Antonio Vecchio, CEO e Co-founder di Karaoke One
Antonio Vecchio, ceo e co-founder di Karaoke One
Share

Classe ’86, laureato in Ingegneria Informatica, amante della tecnologia, dei libri e della musica, Antonio Vecchio, ha co-fondato Karaoke One insieme a Chiara Parato, Domenico Rosito, Giovanni Parato e Marco Grasso. Dopo un percorso di accelerazione in LUISS ENLABS e diverse esperienze nel mondo corporate con Microsoft ed altre realtà europee, ha concretizzato un sogno: diventare un imprenditore digitale, creando un’azienda sostenibile che punta alla leadership del mercato globale.

L’innovazione sull’onda della Content Creation

Nello specifico, Karaoke One è il primo Mobile Talent Show che connette gli utilizzatori tramite la musica e il canto. L’app cavalca l’onda della Content Creation, un fenomeno che negli ultimi anni cresce a dismisura, e si comporta come un Social per soddisfare le esigenze di aspiranti cantanti e musicisti che vogliono esibire la propria arte e promuovere il proprio talento sul web. Gli utenti iscritti infatti possono fare sentire la propria voce e creare anche dei videoclip per ottenere like, follower, reazioni per poi scalare una classifica a livello mondiale.

Da YouTube alle piattaforme dedicate

Karaoke One è un progetto ambizioso che, attraverso l’innovazione tecnologica e dei contenuti, vuole andare oltre il paradigma tipico dell’intrattenimento e dello show biz; offre l’opportunità ad artisti emergenti di avere una piattaforma creata su misura grazie alla quale sviluppare nuove connessioni e farsi conoscere dal grande pubblico. La missione di Karaoke One è quella di “verticalizzare l’intrattenimento”, spiega Antonio Vecchio, ceo e co-founder dell’azienda. “In passato i contenuti venivano creati e inseriti su YouTube, l’unica piattaforma in circolazione che però non prevedeva la verticalità settoriale. Oggi non è più così. Esistono piattaforme verticali. Ad esempio, gli appassionati di gaming usano Twitch. Anche Tik Tok non è settoriale ma si possono trovare molti talenti che non riescono a farsi notare tra i milioni di video di vario genere presenti sulla piattaforma”. “Quindi”, continua Vecchio, “perché non spostarsi su una piattaforma specializzata che dia il giusto risalto ai talenti?” ed infine il ceo chiosa con una visione tanto chiara quanto audace: “Vogliamo diventare la più grande community internazionale di artisti emergenti”.

Gli esordi e le prospettive di crescita

Karaoke One nasce nel 2016 dal programma di Accelerazione d’Impresa LUISS ENLABS di “LVenture Group” e nell’arco di 5 anni cresce velocemente passando da un’idea ad una Pmi innovativa. Oggi l’azienda è una realtà industriale solida nel settore dell’intrattenimento con una spiccata vocazione tecnologica.

Oltre 2 milioni di euro sono stati già raccolti e un nuovo round d’investimento è in definizione. Nell’ultimo aumento di capitale due grandi realtà del mondo venture e un gruppo di business angels hanno investito nel capitale sociale di questa realtà imprenditoriale, tutta italiana, ma con forti ambizioni internazionali. Nella compagine societaria sono ora presenti la holding Carlo Tassara, LVenture Group, Finindustria ed il fondo venture di San Pietroburgo, Lastochka13, oltre a imprenditori e business angels di successo del panorama italiano ed europeo. 

Negli ultimi mesi, inoltre, la società – tra le vincitrici della prima edizione del percorso di Accelerazione d’Impresa “IMMEDIATE” – ha sviluppato una tecnologia proprietaria che permette di realizzare una versione dell’app dedicata all’Opera, con un ampio catalogo di canzoni esclusive e la collaborazione di artisti di fama mondiale.