bureau Plattner, uno studio di consulenza a 360 gradi tra tradizione e innovazione

bP
Peter Karl Plattner (a sinistra) e Massimo Petrucci, managing partner di bP
Share

bP è uno studio di commercialisti, avvocati, revisori e consulenti del lavoro, specializzato nell’assistere società nazionali e gruppi internazionali in materia di fiscalità e bilanci, diritto societario e commerciale, operazioni straordinarie, contenzioso, diritto del lavoro e revisione. A più di 50 anni dalla fondazione e a seguito della sua fusione con Petrucci & Partners nel 2013 e con Pollio & Associati nel 2021, lo studio è cresciuto fino a diventare una delle realtà più importanti nel panorama italiano della consulenza a 360 gradi.

Oggi bP conta più di 150 collaboratori nelle sedi di Milano, Bolzano, Genova e Merano. Assiste società che operano a livello nazionale e gruppi internazionali, nonché soggetti privati con interessi economici di rilievo, e presta in loro favore servizi di consulenza su fiscalità nazionale e internazionale, prezzi di trasferimento e contenziosi tributari. In ambito legale lo studio vanta una forte specializzazione in materia di diritto societario e commerciale, diritto immobiliare, contrattualistica, operazioni straordinarie (in particolare operazioni di m&a cross-border), diritto del lavoro e gestione del personale. Assiste inoltre i propri clienti in conteziosi civilistici di alto profilo e ad elevata complessità. Forbes Italia ha intervistato i managing partner Massimo Petrucci e Peter Karl Plattner.

Nell’esercizio della vostra professione avete modo di interagire con molte imprese. Come è stato vissuto il periodo Covid e come siete intervenuti?
Come sappiamo, il Covid e gli effetti dei lockdown hanno messo in crisi molte imprese. Per alcune si è trattato di una crisi temporanea, con una successiva pronta ripresa. Per altre, quelle più fragili, gli effetti saranno permanenti e non sempre reversibili. In studio ci siamo posti principalmente due obiettivi. Il primo, aumentare il livello di reattività nel rapporto con i nostri clienti, fornire non soltanto di un’assistenza ancor più tempestiva e di qualità, essenziale in momenti di necessità, ma anche far percepire ai nostri clienti la nostra vicinanza, la nostra costante presenza. Il secondo, creare un team dedicato al risanamento delle imprese in crisi. Nel corso del 2021 ci siamo organizzati per essere pronti ad assistere le imprese che maggiormente hanno sofferto, costituendo un team multidisciplinare in grado di seguire le imprese in difficoltà in tutte le fasi di analisi, pianificazione e interventi di risanamento. Parliamo di un team costituito non soltanto da esperti in materia di crisi d’impresa, ma anche da professionisti altamente specializzati in operazioni straordinarie, fiscalità, diritto del lavoro, contenzioso civile e societario.

Come vedete i prossimi anni, quando auspicabilmente gli effetti Covid risulteranno mitigati?
A margine alle difficoltà causate dal Covid riscontriamo sul mercato degli elementi molto positivi. Nonostante questa ricaduta invernale, i vaccini stanno funzionando. Il governo Draghi sta facendo un ottimo lavoro e per la prima volta un governo, dopo tanti anni di instabilità, genera fiducia non soltanto nei cittadini, ma anche nelle imprese. I fondi che verranno messi a disposizione del Paese dall’Unione Europea daranno slancio agli investimenti. Vediamo già che anche investitori esteri, fino a oggi scettici sull’affidabilità e stabilità del Paese, ora pianificano ingenti investimenti in Italia. Alcuni dei fondi e gruppi che seguiamo hanno pianificato investimenti per miliardi, nel settore immobiliare ad esempio, ma anche in quello energetico. E crediamo che seguiranno investimenti in molti altri settori, di cui beneficerà tutto l’indotto delle aziende italiane. Fatto salvo per imprevisti o eventi di natura geopolitica non preventivabili, l’economia italiana potrebbe registrare una sostanziale accelerazione. Segnali sensibili si avvertono già oggi. L’Economist ha definito l’Italia paese dell’anno 2021, noi vediamo i primi effetti concreti nelle attività dei nostri clienti.

Su cosa punterete in futuro?
Il nostro studio è in costante crescita da più di dieci anni. Soltanto nel 2021 il nostro organico è aumentato di quasi 50 persone. Possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro svolto fino a oggi. Ciononostante, riteniamo essenziale continuare a evolverci e migliorare. Ci rendiamo conto che i nostri clienti necessitano sempre di più di un’assistenza di qualità, tempestiva, flessibile, tagliata a misura delle loro esigenze. Questo significa, per noi, quanto meno due cose: un’ulteriore specializzazione e un efficientamento dei processi. Ci concentreremo, di fatto, nel completare la nostra offerta di servizi, specializzandoci maggiormente nei settori in cui riscontriamo più richiesta. Altresì, ci focalizzeremo su un efficientamento dei processi interni. In realtà abbiamo già iniziato nel corso del 2021. Anche attraverso l’utilizzo di software più avanzati, con customizzazioni sviluppate ad hoc per noi, contiamo di rendere migliore e più agevole il lavoro di tutti i nostri collaboratori, ridurre i tempi di reazione e lavorazione delle pratiche, pur garantendo sempre un’adeguata flessibilità e un elevato livello di qualità. Resta inteso che nel nostro lavoro la garanzia di elevati standard di qualità è l’obiettivo ultimo e principe, è quello che vogliamo e dobbiamo dare ai nostri clienti.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.