Quali sono le squadre di calcio che hanno speso di più negli ultimi 10 anni

Share

A una settimana di distanza dalla chiusura del calciomercato invernale, che sarà ricordato per il trasferimento di Dusan Vlahovic alla Juventus, diventato il colpo più costoso nella storia della sessione di gennaio, il CIES tira le fila e identifica quali sono le squadre di calcio (appartenenti ai 5 top campionati europei) che hanno speso di più negli ultimi 10 anni. Soffermandosi, al contempo, anche sulle più virtuose: quelle che hanno incassato di più.

Nel primo caso, il risultato parla decisamente inglese: sei squadre della Premier League nella top ten dei club di calcio che hanno speso di più dall’estate del 2012 a oggi. La città di Manchester surclassa tutte le altre e si guadagna il titolo di città di calcio più ‘spendacciona’. Infatti, se lo United conquista la prima posizione con un saldo negativo di 1,075 miliardi di euro, il City si piazza al secondo posto con -984 milioni di euro. Vicinissimo il Paris Saint Germain, che con gli acquisti record di Neymar e Mbappé (pronto ad andare a parametro zero al Real Madrid) chiude il podio delle squadre che hanno speso di più con un saldo negativo di 941 milioni di euro.

In Italia è la Juventus la squadra di calcio che ha speso di più

Per trovare un’italiana in questa particolare classifica bisogna scendere fino al sesto posto: la Juventus, con un saldo negativo di 561 milioni di euro. Pesano , soprattutto, gli acquisti di Gonzalo Higuain, Cristiano Ronaldo, Matthijs de Ligt, e proprio Dusan Vlahovic. Anche se il serbo, proprio come il suo ex compagno della Fiorentina, Federico Chiesa, peseranno in più bilanci delle prossime stagioni (essendo operazioni scisse in più rate annuali).

LEGGI ANCHE: “Cristiano Ronaldo torna al Manchester United: quanto sono costati i suoi tre anni alla Juventus”

Nonostante la gestione oculata in questi anni da parte di Elliott, il Milan si piazza subito dietro i bianconeri con -432 milioni di euro. Davanti ai cugini interisti (11°) che, con un saldo negativo di 385 milioni di euro, rimangono fuori dalla top ten delle squadre che hanno speso di più negli ultimi anni. Al 21° posto il Napoli (-228 milioni di euro), al 26° la Roma (-128 milioni di euro). Il Bologna (-85 milioni di euro) precede di qualche posizione la Lazio (-57 milioni di euro). Subito dietro il Cagliari (-46 milioni di euro).

La top 10 delle squadre di calcio che hanno speso di più

  1. Manchester United: -1,075 miliardi di euro
  2. Manchester City: -984 milioni di euro
  3. Paris Saint Germain: -941 milioni di euro
  4. Barcellona: -650 milioni di euro
  5. Arsenal: -583 milioni di euro
  6. Juventus: -561 milioni di euro
  7. Milan: -432 milioni di euro
  8. Everton: -429 milioni di euro
  9. Aston Villa: -424 milioni di euro
  10. Chelsea: -413 milioni di euro

Lo zampino decisivo dei miliardari

Dietro ai club che hanno speso di più ci sono alcune delle famiglie e degli uomini più ricchi al mondo. Joel Glazer, co-proprietario del Manchester United, può contare secondo Forbes su un patrimonio familiare di circa 5,8 miliardi di dollari; lo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan, numero uno del City, al 2018 registrava una fortuna di 22,2 miliardi di dollari.

Andando avanti, se al 2019 Nasser Al-Khelaifi, proprietario del Paris Saint Germain, contava secondo Forbes un patrimonio di 6,2 miliardi di dollari, Stan Kroenke, patron dell’Arsenal, vanta una ricchezza di 10,7 miliardi di dollari. Più della famiglia Agnelli (proprietaria della Juventus), dove spicca John Elkann con un patrimonio di 2 miliardi di dollari; e di Paul Singer, fondatore del fondo Elliot Management – che controlla il Milan, a cui Forbes calcola un patrimonio di 4,3 miliardi di dollari. Ricordando però che il club rossonero è passato nelle mani del fondo a metà 2018, dopo la breve parentesi cinese iniziata con la vendita di Silvio Berlusconi.

E se dietro l’Everton troviamo l’imprenditore iraniano Farhad Moshiri, che ha un patrimonio di 2,6 miliardi di dollari, dietro l’Aston Villa e il Chelsea ci sono Wesley Edens e Roman Abramovich che hanno un patrimonio rispettivamente di 1,1 e 13,6 miliardi di dollari.

I club più parsimoniosi

Infine, guardando ai club più parsimoniosi, ossia quelli che hanno speso di meno e risultano con un attivo in questi ultimi 10 anni, la classifica si ribalta completamente. In quanto nella top ten non ritroviamo un club inglese, ma una prevalenza di Italia e Francia, con quattro squadre a testa. In prima e seconda posizione si piazzano il Lille e il Lione con un attivo di 349 e 247 milioni di euro. Chiude il podio il Genoa con un plus di 200 milioni di euro. Subito dietro Udinese e Atalanta, con un +172 e +162 milioni di euro. In decima posizione l’Empoli con un attivo di 100 milioni di euro.

La top ten

  1. Lille: +349 milioni di euro
  2. Lione: +247 milioni di euro
  3. Genoa: +200 milioni di euro
  4. Udinese: +172 milioni di euro
  5. Atalanta: +162 milioni di euro
  6. Montpellier: +116 milioni di euro
  7. Atletico Bilbao: +115 milioni di euro
  8. St Etienne: +111 milioni di euro
  9. Hoffenheim: +108 milioni di euro
  10. Empoli: +100 milioni di euro

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.