I 6 consigli di Mark Cuban per diventare un imprenditore di successo

cuban
(Foto by Hector Vivas/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com a firma di Jemima McEvoy

Da quando ha fatto fortuna vendendo la sua società radiofonica sportiva su Internet Broadcast.com per 5,7 miliardi di dollari nel 1999, Mark Cuban ha incanalato gran parte delle sue energie nell’insegnare agli altri a fare lo stesso. Il titano della tecnologia e proprietario della squadra Nba dei Dallas Mavericks ha partecipazioni in almeno 400 startup – molte delle quali iniziate nel decennio in cui ha speso per il business show di successo Shark Tank – e appare spesso in televisione, radio e podcast per condividere i segreti del suo successo.

“Sono stato coinvolto in moltissime attività”, afferma Cuban riguardo il suo impegno nell’aiutare gli imprenditori. “Posso mostrare loro le cose e guidarli e, si spera, aiutarli ad avere più successo… Si tratta di aiutare gli imprenditori a far sì che i loro sogni diventino realtà”.

Cuban, che è sulla copertina di Forbes per i suoi sforzi nel settore healthcare con la sua nuova azienda farmaceutica Cost Plus Drugs, ha riflettuto sulla sua carriera durante una recente intervista e ha offerto alcune informazioni sulle strategie che lo hanno aiutato a raggiungere il successo. Di seguito sono riportati sei punti chiave. (Puoi leggere l’intervista estesa con Cuban qui, così come tutta l’altra copertura per l’elenco Forbes 400 degli americani più ricchi del 2022).

1. L’unica cosa che puoi controllare nella vita è lo sforzo

Un mantra che Cuban ha seguito dall’inizio della sua carriera: mettiti in gioco in ciò che le altre persone non faranno. Per lui questo significa ritagliarsi del tempo ogni giorno per imparare, che si tratti di leggere libri, guardare TikTok, giocare con gli Nft o seguire corsi online (anche sperimentare con diversi mezzi è importante). Gli piace essere al passo con ogni nuovo sviluppo in tecnologia, sport e assistenza sanitaria e attribuisce allo sforzo che mette nell’apprendimento costante il modo in cui mantiene il suo vantaggio competitivo.

2. Tieni la mente (e la posta in arrivo) aperta

All’inizio della sua carriera, Cuban girava per le librerie alla ricerca di idee per le sue attività. Sebbene non stia più vagando per il suo locale Barnes&Noble, trascorre ancora molto tempo alla ricerca di ispirazione, che è un altro motivo per cui sottolinea l’importanza dell’apprendimento costante. (Cuban afferma che non era un fan delle criptovalute fino a quando non ha iniziato a leggere di contratti di denaro intelligente e risorse digitali online). È anche il motivo per cui si sforza di leggere ogni e-mail che gli arriva, da imprenditori, fan di Mavericks e estranei allo stesso modo. “Non sai mai da dove verranno le tue idee”, dice Cuban.

3. È davvero necessario quell’incontro?

A proposito di e-mail, Cuban potrebbe essere facilmente accessibile attraverso la sua casella di posta digitale, ma è quasi impossibile incontrarlo diversamente. Dice che raramente accetta meeting di persona (solo una volta al mese circa) e si lamenta di avere troppe chiamate nonostante ne prenda solo una o due al giorno. Oltre a partecipare alle partite, anche il suo ruolo con i Dallas Mavericks è svolto quasi interamente a distanza. Questa forma di incontro potrebbe non essere adatta a tutti, ma è un “trucco” che consente a Cuban di destreggiarsi tra i suoi numerosi impegni, da Shark Tank, ai Mavericks, passando per le sue centinaia di investimenti, pur mantenendo il tempo per esplorare nuove idee.

4. Approfitta della tecnologia

Cuban è più “rialzista sull’imprenditorialità”, anche in virtù del numero crescente di strumenti che gli imprenditori hanno a loro disposizione. In particolare indica l’intelligenza artificiale che, secondo lui, diventerà il meccanismo chiave in futuro. Coloro che non reggono il passo saranno sicuramente lasciati indietro, dice Cuban. “Penso che la sfida più grande che gli imprenditori possano incontrare sia che ci sono due tipi di aziende in questo momento nel mondo, quelle che sono brave nell’intelligenza artificiale e tutti gli altri. E quelle aziende che sono brave nell’IA hanno un enorme vantaggio”.

5. Non dimenticare di essere gentile

Cuban descrive il suo atteggiamento all’inizio della sua carriera come uno dei suoi più grandi rimpianti. Durante il lancio di Broadcast.com, il miliardario ammette di essere diventato così concentrato sulla crescita dell’azienda che ha perso di vista il modo in cui si stava imbattendo nei dipendenti. È stato solo dopo essere stato avvicinato dal suo cofondatore di Broadcast.com, il collega miliardario Todd Wagner, che lo ha avvertito che stava intimidendo le persone, che si è reso conto di aver bisogno di cambiare il suo atteggiamento. Da allora, Cuban dice di aver fatto uno sforzo concertato per essere più paziente ed empatico, e ha fatto una grande differenza. “Essere gentili ti porterà oltre”.

6. La vita è per metà casuale

Cuban sottolinea anche che c’è una parte enorme del successo negli affari che dipende dalla fortuna. È qualcosa che ha sperimentato in prima persona: Cuban ha venduto Broadcast.com al culmine della bolla delle dot-com e poi ha evitato l’implosione del mercato attraverso un’esperta manovra sui titoli che prevedeva l’uso di collari di borsa per limitare il suo rialzo qualora il titolo fosse salito, ma limitando il rovescio della medaglia qualora le azioni fossero crollate (e sono crollate). Cuban scherza sul fatto che dopo l’esperienza avrebbe voluto scrivere un libro intitolato La vita è per metà casuale. Quindi per raggiungere le sue vette ci vorrà ovviamente buon senso, tempismo, ma anche una buona dose di fortuna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.